Inps, fino a 1.500 al mese per chi invia questa domanda entro il 15 luglio 2022

Buone notizie per molti che potranno ottenere fino a 1.500 euro al mese se presentano questa domanda entro il 15 luglio 2022. Ecco chi ne ha diritto.

C’è chi ha diritto, purché in possesso di determinati requisiti e se presentano domanda entro la metà del mese di luglio, a ottenere fino a 1.500 euro al mese. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

1500 euro
Foto © AdobeStock

Il 2022 continua, purtroppo, a essere segnato da tutta una serie di eventi negativi che hanno un impatto non indifferente sulle nostre tasche sia dal punto di vista sociale che economico. A partire dal Covid fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi, sono tanti, purtroppo, gli elementi che vanno a ridurre il nostro potere di acquisto. Riuscire a sostenere le varie spese risulta pertanto sempre più complicato.

Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà che giungono buone notizie per molte persone che potranno ottenere fino a 1.500 euro al mese se presentano questa domanda entro il 15 luglio 2022. Questo, è bene sottolineare, purché in possesso di determinati requisiti. Entriamo quindi nei dettagli per vedere chi ne ha diritto e tutto quello che c’è da sapere in merito.

Inps, fino a 1.500 al mese per chi invia questa domanda entro il 15 luglio 2022: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già detto che giungono buone notizie per molte persone che potranno ottenere fino a 1.500 euro al mese se presentano questa domanda entro il 15 luglio 2022, purché in possesso di determinati requisiti. Ma di cosa si tratta e chi ne ha diritto?

Ebbene, questo è possibile grazie all’Ape Sociale. Quest’ultimo, è bene ricordare, non si tratta di una vera e propria forma di pensione, bensì di una formula che permette di accedere a una sorta di prepensionamento, in attesa del raggiungimento dei requisiti necessari per ottenere la pensione di vecchiaia.

Per poter accedere a tale misura, come già detto, è necessario essere in possesso di determinati requisiti. Tra questi si annoverano almeno 63 anni di età. Ma non solo, bisogna aver terminato l’attività lavorativa ed essere in possesso di altri requisiti specifici, come ad esempio l’aver maturato almeno 30 anni di contributi.

Inps, fino a 1.500 al mese per chi invia questa domanda entro il 15 luglio 2022 grazie all’Ape Sociale

Come si evince dal sito dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, infatti: “L‘accesso al beneficio è inoltre subordinato alla cessazione di attività di lavoro dipendente, autonomo e parasubordinato svolta in Italia o all’estero“.

Per poi aggiungere: “L’indennità non è compatibile con i trattamenti di sostegno al reddito connessi allo stato di disoccupazione involontaria, con l’assegno di disoccupazione (ASDI), nonché con l’indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale“.

Inps, occhio alle tempistiche per richiedere l’Ape Sociale

Oltre ai requisiti poc’anzi citati, bisogna prestare attenzione anche alle scadenze. In particolare c’è tempo, appunto, fino al 15 luglio 2022 per poter presentare apposita richiesta. Vi sono, ricordiamo, tre archi temporali di riferimento.

Il primo, scaduto il 31 marzo 2022; il secondo dal 1° aprile fino al 15 luglio e per finire dal 16 luglio al 30 novembre. Una volta presentata apposita domanda, quindi, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale provvederà a comunicare l’esito

In caso di risposta positiva, il soggetto interessato si vedrà erogare un importo pari a quello dell’assegno pensionistico, così come calcolato al momento dell’accesso alla prestazione. Questo se inferiore a 1.500 euro. L’assegno sarà pari a 1.500 euro, invece, se il trattamento pensionistico risulta uguale o superiore a tale importo.