Soldi e casa, anticipare una parte dell’eredità ai propri amici, figli o parenti è possibile: ecco come fare

Occhio a soldi e casa, in quanto anticipare una parte dell’eredità ai propri amici, figli o parenti, in modo del tutto legale, è possibile. Ecco come fare.

La divisione dell’eredità si rivela essere spesso causa di problemi e discussioni. Proprio per questo motivo interesserà sapere come fare per anticipare una parte dell’eredità in modo legale ad amici, figli e parenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

eredità anticipata donazioni
Foto © AdobeStock

La scomparsa di una persona cara, purtroppo, si rivela essere un dolore e un momento molto difficile da affrontare. Dopo aver trascorso buona parte della propria esistenza assieme, d’altronde, non è facile accettare il fatto di non poter più condividere gioie e dolore con coloro che amiamo. Se tutto questo non bastasse, oltre all’aspetto affettivo ed emotivo, bisogna fare i conti anche con aspetti burocratici che non possono essere rimandati.

Ne è un chiaro esempio l’eredità per cui, qualche tempo fa, abbiamo già visto assieme come funziona la successione e quanto spetta al coniuge e ai figli. Proprio la divisione dell’eredità, d’altronde, si rivela essere spesso causa di problemi e discussioni. Proprio per questo motivo interesserà sapere come fare per anticipare una parte dell’eredità in modo legale ad amici, figli e parenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Soldi e casa, anticipare una parte dell’eredità ai propri amici, figli o parenti è possibile: cosa c’è da sapere

Abbiamo già visto come, in base alla normativa vigente, in nessun caso è possibile richiedere l’eredità in anticipo, ovvero prima della morte di una persona. Tuttavia, è bene sapere, vi è una soluzione alternativa, che consente, a conti fatti, di ottenere lo stesso risultato, ovvero la donazione. Proprio quest’ultima, infatti, permette di anticipare una parte dell’eredità ai propri figli, amici o parenti in modo del tutto legale.

Al fine di essere valido, come è facile intuire, è necessario che la donazione venga formalizzata con atto pubblico dinanzi ad un notaio, riuscendo in questo modo a traferire tutto o parte dei propri beni ad uno o più eredi prima della morte del legittimo proprietario.

Oltre ad essere fatto con atto pubblico davanti ad un notaio, è necessario che la donazione tenga conto e rispetti le quote di legittima spettante a tutti gli eredi del soggetto che effettua la donazione. Questo onde evitare che la donazione stessa possa essere impugnata dopo la scomparsa del soggetto che ha deciso, appunto, di cedere anticipatamente una parte della propria eredità.

Sempre in tale ambito, inoltre, interesserà sapere che vi è solo un caso in cui è possibile anticipare l’eredità a figli, amici o parenti senza dover formalizzare la donazione davanti ad un notaio. Ovvero nel caso in cui il soggetto interessato decida di fare un trasferimento di denaro di “modico valore”. Anche in quest’ultimo caso, comunque, è sempre consigliabile fare una donazione con atto pubblico del notaio, in modo tale da evitare di incorrere in possibili problemi.