Diventare assessore comunale: l’iter da conoscere in vista delle elezioni amministrative

Scopriamo come diventare assessore comunale in vista delle prossime elezioni amministrative del 12 giugno 2022. 

Mission: diventare assessore comunale. Ecco i requisiti e le modalità da conoscere per poter raggiungere l’obiettivo ed entrare a far parte della realtà politica della propria città.

assessore comunale iter
Adobe Stock

La vita politica interessa un numero sempre crescente di persone desiderose di cambiare tanti aspetti di una settore – quello politico appunto – criticato e ambito nello stesso tempo. Da cittadini spesso si dice “se fossi al loro posto” e altrettanto spesso si pensa che la classe politica rappresentante non sia degna degli italiani. Da qui l’idea di muoversi in prima persona, di agire oltre che parlare e di costruire un percorso che porterà a conoscere meglio e ad intervenire in tante questioni relative al proprio Comune. Negli ultimi anni tanti cittadini si sono inseriti nelle liste civiche per appoggiare un candidato sindaco. Si nota, poi, che l’assessore uscente stesso crea una lista in modo tale da poter ottenere una riconferma all’interno della giunta. Sembrerebbe che i candidati consiglieri più votati siano quelli destinati a diventare assessori comunali ma ricordiamo che la decisione ultima spetta al sindaco. Come prepararsi per convincere il primo cittadino della propria predisposizione al ruolo?

Come diventare assessore comunale

Come accennato è il sindaco a nominare gli assessori comunali ed è sempre il primo cittadino a poter revocare la nomina in qualsiasi momento. L’iter inizia con la candidatura come consigliere comunale alle elezioni amministrative (le prossime si svolgeranno il 12 giugno). La partecipazione prevede che il cittadino sia maggiorenne e possieda i requisiti di candidabilità, eleggibilità e compatibilità secondo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione.

Nei comuni con più di 15 mila abitanti la nomina degli assessori avviene al di fuori dei membri del consiglio comunale mentre nei comuni con meno di 15 mila abitanti la possibilità di scegliere esternamente deve essere accettata dallo Statuto. Da candidato consigliere si potrebbe diventare assessore comunale. Il numero massimo di assessori deve essere inferiore ad un quarto del numero dei consiglieri comunali e si arrotonda per eccesso tenendo conto anche del sindaco. Il primo cittadino può decidere di far diventare assessori i consiglieri più votati oppure può optare per nominativi diversi in base al curriculum dei candidati.

Il candidato perfetto

Per dimostrare al sindaco di essere il candidato perfetto per il ruolo di assessore comunale è bene dimostrare di avere una preparazione adeguata e, dunque, conoscenze in ambito politico, giuridico ed economico. Una Laurea in Scienze Politiche, ad esempio, potrebbe essere utile per convincere il primo cittadino della propria preparazione e della capacità di rilevazione e soluzione di problematiche comuni e più inconsuete.

Il compito dell’assessore sarà proprio quello di esprimere opinioni e stilare relazioni riguardanti la città e i cittadini dopo aver ricevuto la delega ad operare all’interno dell’assessorato.