Bonus trasporti, arriva lo sconto sull’abbonamento dei mezzi pubblici: come funziona

Occhio alle novità! Grazie al bonus trasporti arriva lo sconto sull’abbonamento dei mezzi pubblici. Ma chi ne ha diritto e come funziona?

Buone notizie in arrivo per molti studenti, lavoratori e non solo che potranno beneficiare di un importante sconto sull’abbonamento dei mezzi di trasporto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

bonus mezzi pubblici
Foto © AdobeStock

Un periodo storico particolarmente difficile, quello in cui ci ritroviamo a vivere, con sempre più persone che riscontrano delle serie difficoltà nel riuscire ad arrivare alla fine del mese. A partire dal Covid, passando per le possibili ripercussioni del conflitto tra Russia e Ucraina, fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi, sono tanti purtroppo i fattori che pesano sul bilancio di famiglie e aziende.

A tal proposito, ad esempio, abbiamo visto come, al fine di contrastare il caro carburante, possa rivelarsi particolarmente utile segnare questa data sul calendario in modo tale da ricordarsi entro quando conviene fare il pieno. Ma non solo, interesserà sapere che giungono buone notizie per coloro che utilizzano i mezzi pubblici, in quanto potranno beneficiare di uno sconto sull’abbonamento. Ecco chi ne ha diritto e come funziona.

Bonus trasporti, arriva lo sconto sull’abbonamento dei mezzi pubblici: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere che il governo ha deciso di ampliare la platea dei beneficiari del bonus sociale per le bollette dell’energia elettrica e del gas. Una decisione indubbiamente importante, che aiuterà molte famiglie a far fronte all’aumento delle bollette di luce e gas.

Sempre in tale contesto all’insegna, purtroppo, dei rincari, giungono inoltre buone notizie per coloro che utilizzano i mezzi pubblici, in quanto potranno beneficiare di uno sconto sul relativo abbonamento. Entrando nei dettagli, bisogna sapere che il noto bonus mobilità non riguarda solamente l’acquisto di monopattini elettrici, bici e servizi di sharing.

Il credito d’imposta fino a 750 euro, infatti, può essere richiesto anche per l’abbonamento ai mezzi pubblici. I soggetti interessati, ricordiamo, hanno ancora tempo per presentare apposita domanda fino al prossimo 13 maggio, con le richieste che verranno accettate fino all’esaurimento dei fondi.

Bonus trasporti, arriva lo sconto sull’abbonamento dei mezzi pubblici: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

La richiesta, che non prevede alcun limite ISEE, va presentata all’Agenzia dell’Entrate. Proprio l’istituto in questione, è bene sapere, ha fornito chiarimenti in merito. Come si evince dal sito dell’Agenzia delle Entrate, infatti, il credito d’imposta mobilità sostenibile

è riconosciuto alle persone fisiche che, dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, hanno sostenuto spese per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile“.

Ma non solo “Possono usufruire del credito d’imposta le persone fisiche che, dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, hanno rottamato, contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, a bassa emissione di anidride carbonica (Co2 compresa tra 0 e 110 g/km), un secondo veicolo di categoria M1 rientrante tra quelli previsti dalla normativa in materia (art. 1, comma 1032 della legge n. 145/2018)“.