INPS, pioggia di soldi a maggio, le date: Naspi, Rdc, Bonus, Carta acquisti, pensioni

Anche a maggio 2022 l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale provvederà ad erogare diversi trattamenti economici. Ecco di quali si tratta e le date da segnare sul calendario.

A partire dalla Naspi, passando per il reddito di cittadinanza, fino ad arrivare ai vari bonus e alle pensioni, sono diversi i pagamenti attesi nel corso del quinto mese dell’anno. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

pagamenti maggio inps
Foto © AdobeStock

A partire dal Covid fino ad arrivare al preoccupante aumento generale dei prezzi, sono tanti purtroppo i fattori che continuano ad avere un peso non indifferente sulle nostre vite, non solo dal punto di vista delle relazioni sociali, ma anche economiche. Arrivare alla fine del mese risulta sempre più difficile, questo in quanto non tutti, complice proprio la crisi in corso, riescono a far fronte alle varie spese.

Proprio in tale ambito, pertanto, a rivestire un ruolo importante sono i vari trattamenti economici erogati dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Tra questi si annoverano il reddito di cittadinanza, ma anche le pensioni, la Naspi e vari bonus. In molti, pertanto, sono in attesa dei relativi pagamenti nel corso del mese di maggio 2022. Entriamo quindi nei dettagli per vedere le date da segnare sul calendario e tutto quello che c’è da sapere in merito.

INPS, pioggia di soldi a maggio, le date: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere come i pensionati possono scoprire quando verranno effettuati i pagamenti delle pensioni in modo facile e veloce semplicemente grazie all’app IO. Proprio soffermandosi sui trattamenti economici erogati dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, sono in molti in attesa di sapere quando verranno effettuati i vari pagamenti a maggio 2022.

Ebbene, soffermandosi in particolare sulle pensioni e sul reddito di cittadinanza le date da segnare sul calendario per quanto riguarda il quinto mese dell’anno in corso sono le seguenti:

  • Pensioni. Lo scorso 31 marzo 2022 è terminato ufficialmente lo stato di emergenza Covid, proprio per questo motivo i pagamenti dei trattamenti pensionistici non vengono più effettuati in anticipo. Entrando nei dettagli ricordiamo che coloro che si fanno accreditare la pensione direttamente sul conto si vedono erogare il trattamento in questione a partire dal primo giorno bancabile del quinto mese dell’anno in corso. Dato che il 1° maggio quest’anno cade di domenica, ecco che i pagamenti nel corso del quinto mese dell’anno hanno luogo proprio a partire da lunedì 2 maggio 2022. Per quanto riguarda coloro che ritirano la pensione in contanti presso gli sportelli degli uffici postali, invece, il calendario da seguire, scaglionato sempre per ordine alfabetico, dovrebbe essere il seguente:
    • A-B, lunedì 2 maggio;
    • C-D, martedì 3 maggio;
    • E-K, mercoledì 4 maggio;
    • L-O, giovedì 5 maggio;
    • P-R, venerdì 6 maggio;
    • S-Z sabato 7 maggio, solo in mattinata.
  • Pensione o Reddito di cittadinanza. Per quanto riguarda i pagamenti di tali trattamenti economici, ricordiamo che per i nuovi beneficiari partono verso il giorno 15 del mese. Coloro che già percepivano tale sussidio, invece, devono attendere in genere il giorno 27 del mese.

INPS, dalla Naspi all’assegno unico: le date da segnare sul calendario

Oltre alle pensioni e al reddito di cittadinanza, nel corso del quinto mese del 2022 l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale provvederà ad effettuare ulteriori pagamenti. Entrando nei dettagli, quindi, le altre date da segnare sul calendario sono le seguenti:

  • Naspi. Non è possibile stabilire una data a priori, in quanto non tutti i percettori di tale trattamento economico ottengono il pagamento lo stesso giorno. Per quanto concerne il mese di maggio, comunque, le erogazioni dovrebbero partire il giorno 10 del mese per poi concludersi attorno il giorno 20 di maggio. Qualcuno, inoltre, potrebbe già beneficiare del relativo pagamento tra il 6 e il 9 maggio.
  • Assegno unico e universale per figli a carico. Anche in questo caso non è possibile stabilire una data a priori. Questo in quanto i pagamenti possono essere erogati in giorni diversi da una persona all’altra. Per quanto concerne il quinto mese dell’anno in corso, comunque, le date di pagamento su conto corrente sono previste entro la metà di maggio, molto probabilmente attorno il 13 maggio. Nel corso della prima settimana del mese, inoltre, dovrebbero essere accreditati eventuali arretrati.
  • Bonus 100 euro. Quest’ultimo viene erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale in genere attorno il giorno 20 del mese. Non si escludono, anche in questo caso, possibili accrediti attorno al giorno 13 del mese o comunque entro la seconda settimana di maggio.
  • Carta Acquisti. Meglio conosciuta con il nome di Social Card, quest’ultima è stata introdotta al fine sostenere le persone economicamente svantaggiate, attraverso l’erogazione di una ricarica bimestrale. Quest’ultima, ricordiamo, è di 80 euro ogni bimestre, ovvero 40 euro al mese. Non sono ancora disponibili informazioni certe in merito alle date di pagamento che, in base alle ultime indiscrezioni, dovrebbero avvenire nei primi 10 giorni del mese in corso, probabilmente dopo il 4 maggio.

A partire dal reddito di cittadinanza fino ad arrivare alla carta acquisti, sono molti e diversi  i pagamenti erogati dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale nel corso del quinto mese dell’anno. Non resta quindi che segnare le date poc’anzi citate in modo tale da verificare che non vi siano eventuali ritardi.