Banconote, l’ultima 1000 lire: controllate la serie, potreste guadagnare un’auto

Banconota che ha fatto la storia del nostro paese. Situazioni molto interessanti e spunti altrettanto validi per i collezionisti.

Alcune banconote hanno il potere di catalizzare nell’immediato l’attenzione su di se. Si tratta di esemplari per certi versi unici che il mercato dei collezionisti destina a condizioni e riflessioni completamente diverse da tutta le altre valide per gli altri esemplari. Ci troviamo insomma di fronte a veri e propri fenomeni. Esemplari unici che incarnano pienamente il sentimento italiano, in questo caso, e ad oggi quello dei collezionisti di tutto il mondo.

Banconote collezione
Adobe

Se parliamo di banconote non possiamo certo non considerare l’aspetto quasi mistico che con il passare degli anni questi oggetti in un certo senso acquisiscono. Esemplari assolutamente unici che riescono in qualche modo ad essere più che mai presenti nelle logiche e nelle dinamiche dinamiche di quello che diventa il proprio contesto contemporaneo, e cioè il mercato dei collezionisti. Gli amanti del genere su questo sono assolutamente d’accordo.

Se parliamo ad esempio della vecchia lira, sappiamo benissimo quanto il valore della banconota stressa possa incredibilmente variare al verificarsi di determinate condizioni. Non è affatto raro ad esempio che un esemplare in lire, prodotto orientativamente trenta o quarant’anni fa possa rispondere a logiche completamente inimmaginate rispetto a valutazione, impatto sul mercato dei collezionisti e quant’altro.

Banconote, l’ultima 1000 lire: il valore di alcuni esemplari è letteralmente inimmaginabile

Maria Montessori 1000 lire
Adobe

Tra gli esemplari che si ricordano con maggiore affetto tra quelli della vecchia lira troviamo di sicuro quello da 1000 lire che in un certo senso ha rappresentato l’ultima immagine cronologicamente accettata della banconota simbolo del vecchio conio. Protagonista assoluta dell’esemplare in questione è Maria Montessori. L’educatrice e scienziata famosa in tutto il mondo per i suoi metodi ed i suoi studi appare in questo caso come ispiratrice per un esemplare di banconota che ancora oggi fa letteralmente impazzire i collezionisti di tutto il mondo.

Prodotta nel nostro paese tra il 1990 ed il 1998 la banconota è stata in circolazione, di fatto, fino al 2002, data dell’entrata in circolazione ufficiale della moneta unica europeo. Tra le caratteristiche principali della moneta in quesitone, elemento che di fatto ne determina un aumento totale di valore sul mercato dei collezionisti troviamo ad esempio la tipologia di numero seriale. In alcuni casi a farla da padrona in quanto a prestigio sono le cosiddette banconote sostitutive. Quelle cioè che arrivano letteralmente a sostituire gli esemplari logorati o danneggiati in circolazione.

Gli esemplari con numero seriale particolare sono tra i più ambiti. Quelli che hanno inizio con XA A, XB A, XC A, XD A, oggi, in perfette condizioni di conservazione possono valere tranquillamente una cifra molto vicina ai 200 euro. In alcuni casi poi ci troviamo di fronte a veri e propri capolavori, diciamo cosi dell’ambiente collezionistico. Parliamo per l’appunto di assolute casualità. Numero di serie composto per la quasi totalità dagli stessi numeri. La piattaforma di shopping on line Ebay per l’appunto propone una interessante vendita. Un esemplare unico acquistabile, di fatto per 10mila euro.

Banconote dall’indole, per cosi dire, assolutamente unica. Su una delle facciate il volto dell’educatrice e scienziata Maria Montessori, sull’altro l’opera di Armando Spadini, “Bambini allo studio”. In ogni caso ci troviamo di fronte ad un esemplare assolutamente unico all’intero della collezione della vecchia lira. Banconote che da sole incarnano lo spirito e quel fascino indiscusso della nostra vecchia moneta. Oggi i collezionisti di ogni parte del mondo cercano senza sosta esemplari della vecchia banconota italiana, chiaramente rispondenti a quelle logiche che ne determinano un certo valore.

Il web spesso propone interessanti vendite, chiaramente sempre da verificare attraverso il parere di un esperto del settore. Il raggiro è molto diffuso in rete. Farsi consigliare di fronte a proposte dal valore incredibilmente elevato è di certo il migliore consiglio da seguire in certe occasioni.