Reddito di cittadinanza, ricarica straordinaria a maggio: cosa sta succedendo

Ricarica straordinaria per molti percettori del reddito di cittadinanza, con tanti che dovranno fare però i conti con una brutta sorpresa. Ecco cosa sta succedendo.

In arrivo una ricarica straordinaria del reddito di cittadinanza a maggio, ma chi ne avrà diritto? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

reddito di cittadinanza pagamento straordinario
Foto © AdobeStock

Introdotto dal governo Conte al fine di garantire un aiuto alle persone alle prese con delle difficoltà economiche, il reddito di cittadinanza continua a far parlare di sé. Ogni mese, d’altronde, sono in tanti ad attendere il relativo pagamento e a tal proposito abbiamo già visto come per molti la ricarica del reddito di cittadinanza di aprile potrebbe essere stata l’ultima.

Sempre soffermandosi su tale sussidio, inoltre, interesserà sapere che a maggio arriverà una ricarica straordinaria. Allo stesso tempo non mancano, purtroppo, coloro che dovranno fare i conti con una brutta sorpresa. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Reddito di cittadinanza, ricarica straordinaria a maggio: tutto quello che c’è da sapere

Come ogni mese, anche a maggio verranno effettuati i pagamenti del reddito di cittadinanza. In particolare, per quanto concerne i pagamenti di tale sussidio, interesserà sapere che per i nuovi beneficiari partono verso il 15 del mese. Coloro che già lo percepivano, invece, dovranno attendere il giorno 27 del mese.

Ma non solo, sempre nel corso del quinto mese dell’anno in corso, in molti potranno beneficiare di una ricarica straordinaria. Ma per quale motivo? Ebbene, in base a quanto si evince da TuttoLavoro24, non tutti i percettori di tale sussidio si sono visti accreditare il reddito di cittadinanza lo scorso 27 aprile.

Da qui la decisione dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale di optare per una ricarica straordinaria, le cui elaborazioni sono partite per molti lo scorso 29 aprile. Ne consegue, pertanto, che i soggetti interessati potranno beneficiare dell’accredito della mensilità di aprile a partire da lunedì 2 maggio 2022.

Reddito di cittadinanza, ricarica straordinaria a maggio, ma occhio ai possibili tagli

Allo stesso tempo non mancano purtroppo le brutte sorprese. Sempre in base a quanto riportato su TuttoLavoro24, infatti, molti percettori dovranno fare i conti anche con una serie di tagli. Parte di quest’ultimi tagli sono dovuti al fatto che l’Inps sta provvedendo a recuperare quanto erogato in più a febbraio a molti percettori del reddito di cittadinanza.

In seguito all’aggiornamento del valore dell’Isee, infatti, ricordiamo che si assiste ad una rimodulazione degli importi del reddito di cittadinanza, con molti percettori che si ritrovano pertanto alle prese con il taglio del sussidio in questione.

Se tutto questo non bastasse, a partire da gennaio 2022 in molti registrano un taglio del reddito di cittadinanza come conseguenza della norma che allinea il calcolo delle rate del reddito di cittadinanza rispetto ad altri trattamenti assistenziali percepiti. A tal proposito ricordiamo che a partire da gennaio 2022, nel reddito per calcolare l’importo rientrano nuove tipologie, come ad esempio le maggiorazioni sociali.

Per questo motivo possono registrarsi delle variazioni, con molti beneficiari che si ritrovano pertanto alle prese con il taglio del reddito di cittadinanza. Nel caso in cui questo non sia stato applicato nei mesi scorsi, ecco che i soggetti interessati dovranno fare i conti con la relativa decurtazione proprio con la ricarica straordinaria che verrà erogata all’inizio di maggio.