Reddito di cittadinanza, i pagamenti di aprile 2022: per qualcuno è l’ultima volta

Occhio al reddito di cittadinanza, in quanto con il mese di aprile 2022 in molti dovranno fare i conti con lo stop dei pagamenti di tale sussidio.

Per molti la ricarica del reddito di cittadinanza di aprile potrebbe essere l’ultima. Risolvere la situazione, però, è possibile. Entriamo quindi nei dettagli per vedere tutto quello che c’è da sapere in merito.

reddito di cittadinanza stop pagamenti
Foto © AdobeStock

A partire dal Covid, passando per le possibili ripercussioni del conflitto tra Russia e Ucraina, fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi, sono davvero tante le vicende che continuano, purtroppo, ad avere un impatto negativo sulle nostre vite, sia dal punto di vista sociale che economico. Un numero crescente di famiglie non riesce purtroppo ad arrivare alla fine del mese.

A rivestire un ruolo importante in tale ambito, pertanto, sono i vari aiuti economici, come ad esempio il reddito di cittadinanza. Ebbene, proprio soffermandosi su questo sussidio bisogna sapere che per molti la ricarica del reddito di cittadinanza di aprile 2022 potrebbe essere l’ultima. Risolvere la situazione, però, è possibile. Entriamo quindi nei dettagli per vedere tutto quello che c’è da sapere in merito e soprattutto cosa fare.

Reddito di cittadinanza, occhio ai pagamenti di aprile 2022: tutto quello che c’è da sapere

Misura spesso al centro delle polemiche, soprattutto in seguito ai dati allarmanti emersi dall’ultimo rapporto della Guardia di Finanza, il reddito di cittadinanza continua a far parlare di sé. Misura introdotta al fine di garantire un sostegno ai nuclei famigliari alle prese con delle serie difficoltà economiche, bisogna sapere che per molti la ricarica del reddito di cittadinanza di aprile potrebbe essere l’ultima. Risolvere tale situazione, però, è possibile.

Ma cosa sta succedendo e soprattutto cosa fare? Ebbene, bisogna sapere che la ricarica di aprile di tale sussidio potrebbe essere per molti l’ultima mensilità del secondo periodo di fruizione. Il reddito di cittadinanza, infatti, ricordiamo, può essere erogato per un periodo massimo pari a 18 mesi. Trascorso questo lasso di tempo, il sussidio non viene erogato.

Considerando che proprio nel corso del quarto mese del 2022 in molti beneficiano della diciottesima ricarica del secondo periodo di fruizione del reddito di cittadinanza, ecco che è facile intuire il motivo per cui è importante prestare attenzione ai pagamenti di tale sussidio. Allo stesso tempo interesserà sapere che risolvere tale situazione è possibile.

Questo è possibile in quanto i soggetti interessati potranno presentare, a partire dal mese successivo a quello di scadenza, domanda di rinnovo. Se ancora in possesso dei requisiti necessari per poter accedere a tale misura, quindi, potranno farne nuovamente richiesta nel corso del mese di maggio e tornare, molto probabilmente, a beneficiare del reddito di cittadinanza già a partire dal mese di giugno.