Busta paga, ottime notizie per chi guadagna più di 15 mila euro all’anno: cosa sta succedendo

Occhio alle novità in busta paga! Giungono buone notizie per i lavoratori che guadagnano più di 15 mila euro all’anno. Ecco di quali si tratta.

Importanti novità nel corso del 2022 per molti lavoratori che potranno fare i conti con una gradita sorpresa in busta paga. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

busta paga irpef aumento
Foto © AdobeStock

Spesa settimanale, bollette delle utenze domestiche, ma anche biglietti per il treno o il pullman, carburante e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero tanti i costi con cui dover fare i conti e che finiscono per avere un peso non indifferente sul nostro bilancio. A rivestire un ruolo importante in tale ambito, pertanto, è il lavoro che ci permette di attingere al denaro necessario per far fronte alle varie spese.

Per questo motivo non crea stupore il fatto che ogni mese i lavoratori attendano con impazienza la busta paga, in modo tale da conoscere la propria retribuzione. Proprio in tale ambito, pertanto, si invita a prestare attenzione alle novità in busta paga. Giungono, infatti, buone notizie per i lavoratori che guadagnano più di 15 mila euro all’anno. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Busta paga, ottime notizie per chi guadagna più di 15 mila euro all’anno: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come si riveli essere molto importante prestare attenzione ad alcune variabili, tra cui le ore di lavoro, nel caso in cui si desideri sapere a quanto ammonta lo stipendio netto. Diverse, in effetti, sono le voci che vanno a determinare l’importo netto in busta paga, come ad esempio la festività del 1° maggio.

Se tutto questo non bastasse si invita a prestare particolare attenzione alle novità in busta paga. Questo in quanto giungono buone notizie per i lavoratori che guadagnano più di 15 mila euro all’anno. Ma di quali si tratta?

Ebbene, a tal proposito ricordiamo che grazie alla circolare numero 4 / E del 18 febbraio l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022, come ad esempio quelle inerenti le modifiche alle aliquote IRPEF.

Busta paga, ottime notizie per chi guadagna più di 15 mila euro all’anno: occhio alle aliquote Irpef

Entrando nei dettagli, infatti, è bene ricordare che le aliquote Irpef sono passate da cinque a quattro. L’anno scorso erano seguenti:

  • 23% per redditi fino a 15 mila euro;
  • 27% oltre 15 mila euro e fino a 28 mila euro;
  • 38% per redditi oltre 28 mila euro e fino a 55 mila euro;
  • 41% oltre 55 mila euro e fino a 75 mila euro;
  • 43% per redditi oltre 75 mila euro.

A partire dall’anno in corso, invece, le aliquote Irpef di riferimento sono le seguenti:

  • 23% per redditi fino a 15 mila euro;
  • 25% oltre 15 mila euro e fino a 28 mila euro;
  • 35% per redditi oltre 28 mila euro e fino a 50 mila euro;
  • 43% per redditi oltre 50 mila euro.

È facile quindi intuire come per coloro che percepiscono redditi fino a 15 mila euro all’anno non cambi nulla. Diversa invece la situazione per coloro che percepiscono compensi più alti. Già a partire dallo scaglione successivo, ovvero per redditi oltre 15 mila euro e fino a 28 mila euro, si passa dal vecchio 27% all’attuale 25%.

Ma non solo, per redditi oltre 28 mila euro fino a 50 mila euro all’anno, la tassazione passa dal vecchio 38% all’attuale 35%. Tassazione che aumenta al 43% per chi, invece, guadagna più di 50 mila euro all’anno.

Un aspetto, quello della riforma delle aliquote Irpef, che non può passare di certo inosservato. Questo in quanto coloro che percepiscono più di 15 mila euro fino a 50 mila euro all’anno possono beneficiare di una riduzione dell’Irpef e pertanto ottenere un importo netto in busta paga più alto.