Busta paga, buone notizie in arrivo per molti lavoratori: a chi spetta l’extra per il 1° maggio

Buone notizie in arrivo per molti lavoratori che potranno beneficiare di un’entrata extra in busta paga per il 1° maggio. Ecco chi ne ha diritto.

Occhio alla festività del 1° maggio in quanto in molti si vedranno pagare un bonus extra. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Busta paga maggio
Foto © AdobeStock

Il lavoro riveste indubbiamente un ruolo importante in quanto ci permette di attingere a quella fonte di denaro necessaria per sostenere le varie spese di tutti i giorni, a partire dall’alimentazione fino ad arrivare alle bollette. Allo stesso tempo non si può negare come si riveli essere spesso fonti di problemi per via delle varie scadenze e impegni da rispettare. Non stupisce quindi che possa capitare a tutti di voler staccare un po’ la spina, magari approfittando delle festività, come ad esempio come avvenuto lo scorso 25 aprile.

Questo, però, non potrà avvenire il prossimo 1° maggio, in occasione della Festa dei lavoratori, in quanto quest’anno cade di domenica. Fortunatamente, però, non tutti i mali vengono per nuocere. Giungono, infatti, buone notizie per molti lavoratori che potranno beneficiare di un’entrata extra proprio grazie a questa festività non goduta. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Busta paga, a chi spetta l’extra per il 1° maggio: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come si riveli essere molto importante prestare attenzione ad alcune variabili, tra cui le ore di lavoro, nel caso in cui si desideri sapere a quanto ammonta lo stipendio netto. Proprio in tale ambito, inoltre, tra le varie voci che vanno a determinare l’importo netto in busta paga bisogna considerare anche altri fattori, come ad esempio le festività.

Tra queste ovviamente si annovera quella del 1° maggio che quest’anno cade di domenica. Proprio per questo motivo non sarà possibile beneficiare di un giorno extra di riposo. Fortunatamente però, come già detto, non tutti i mali vengono per nuocere. Giungono, infatti, buone notizie per molti lavoratori che potranno beneficiare di un’entrata extra proprio grazie a questa festività non goduta.

Nel caso in cui una festività non goduta coincida con una domenica, eccetto Pasqua, infatti, deve essere calcolata in busta paga come se fosse stata lavorata. Ne consegue pertanto che i lavoratori dipendenti potranno beneficiare di una busta paga più alta in quanto verrà loro retribuita la giornata del 1° maggio, pur non lavorando.

Dall’altro canto, coloro che lavoreranno anche il 1° maggio potranno beneficiare, oltre alla normale retribuzione, anche della maggiorazione per lavoro festivo e per quello domenicale. Una buona notizia, quindi, per molti lavoratori che potranno così ottenere un importo più alto in busta paga, pur non lavorando il giorno della Festa dei lavoratori.