Epatite acuta nei bambini, nuovi casi sospetti in Italia: cosa sta succedendo

Nuovi casi sospetti di epatite acuta nei bambini nel nostro Paese. Ecco cosa sta succedendo e quali sono le ultime informazioni disponibili in merito.

Registrati nel nostro Paese nuovi casi sospetti di epatite acuta di origine misteriosa nei bambini. Entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

epatite acuta bambini
Foto © AdobeStock

Ormai da più di due anni ci ritroviamo a dover fare i conti, purtroppo, con il Covid e le ripercussioni di quest’ultimo sia dal punto di vista delle relazioni economiche che dei rapporti interpersonali. Diverse le misure messe in atto dal governo al fine di limitare la diffusione del nostro virus, ritrovandoci di conseguenza a dover cambiare molte nostre abitudini.

Se tutto questo non bastasse, in questo clima di incertezza per via di vari eventi negativi che continuano a segnare le nostre vite, destano particolare attenzione alcuni casi sospetti di epatite acuta di origine misteriosa nei bambini, con nuovi casi registrati nel nostro Paese. Entriamo quindi nei dettagli per vedere cosa sta succedendo e quali sono le ultime informazioni disponibili in merito.

Epatite acuta nei bambini, nuovi casi sospetti in Italia: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come a destare particolare attenzione siano alcuni casi sospetti di epatite acuta pediatrica che riguardano dei bambini con età al di sotto dei dieci anni. Una situazione che non passa di certo inosservata, soprattutto considerando che proprio nel nostro Paese sono stati registrati dei nuovi casi.

Come si evince da il Giornale di Sicilia, infatti, sono stati registrati, proprio in Sicilia, tre nuovi casi sospetti di epatite acuta di origine misteriosa nei bambini. Nessuno dei piccoli è grave, con due di loro dimessi nei giorni scorsi. L’ultima segnalazione in merito è arrivata nella giornata del 27 aprile dall’ospedale dei Bambini, in seguito al ricovero di un bimbo di soli 5 anni.

Per quanto riguarda gli altri casi sospetti sempre nella Regione in questione, quest’ultimi sono stati registrati nel Palermitano e un neonato di cinque mesi nell’Agrigentino. In totale, in Italia, come reso noto dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ospite di TimeLine su SkyTg24: “abbiamo 20 segnalazioni e 8 casi sospetti” di epatite acuta nei bambini di origine sconosciuta.

Epatite acuta nei bambini, nuovi casi sospetti in Italia: le dichiarazioni di Sileri

Sempre lo stesso Sileri, inoltre, invita a non fare allarmismi. A tal proposito, infatti, il sottosegretario alla Salute ha voluto sottolineare come sia “importante tranquillizzare la popolazione. Si tratta di pochi casi e non vi è un catena di contagi riconosciuta. Capisco che usciamo da due anni di pandemia e questa paura del contagio ha toccato quasi tutti. Ma non è questo il caso, non c’è una catena di contagio nota”.

Per poi aggiungere: “Attenzione però a valutare quali sintomi si presentano, se i bambini hanno sintomi influenzali con l’apparato gastroenterico coinvolto, bisogna informare il pediatra di fiducia e il medico di famiglia, ma non ci deve essere preoccupazione. Lo dice il padre di due figli piccoli, è normale vedere episodi gastrointestinali, invece ci si deve preoccupare se si vedono gli occhi diventare gialli. Questo è un campanello d’allarme“.