Carta di credito o Bancomat, cosa fare quando si smagnetizza? La soluzione che non ti aspetti

Cosa fare quando si smagnetizza la carta di credito oppure il bancomat? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Primo o poi può capitare a tutti di ritrovarsi a dover fare i conti con una carta di credito o bancomat smagnetizzati. Per questo motivo è bene sapere cosa fare per risolvere al più presto la situazione.

carta di credito smagnetizzati
Foto © AdobeStock

Spesa settimanale, regali, caffè al bar con amici o colleghi di lavoro, ma anche bollette, prodotti per la pulizia della casa, biglietti aerei e chi più ne ha più ne metta. Tante e diverse sono le spese da dover sostenere e che finiscono inevitabilmente per pesare sul nostro bilancio famigliare. Allo stesso modo tanti sono gli strumenti di pagamento disponibili. Oltre al denaro contante, infatti, sempre più persone decidono di utilizzare carte di credito o bancomat.

Proprio soffermandosi su quest’ultimi, sono in molti a chiedersi cosa fare nel caso in cui dovessero smagnetizzarsi. Una situazione, quest’ultima, che si rivela essere indubbiamente poco piacevole, dato che rende temporaneamente impossibile effettuare prelievi o pagamenti. Ebbene, entriamo quindi nei dettagli per vedere cosa fare per risolvere al più presto tale situazione ed evitare così di dover fare i conti a lungo con spiacevoli inconvenienti.

Carta di credito o Bancomat, cosa fare quando si smagnetizza? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Qualche tempo fa abbiamo già avuto modo di vedere assieme cosa fare se lo sportello automatico trattiene la carta. Ebbene, oggi invece ci soffermeremo su un’altra situazione altrettanto poco piacevole e per cui è bene sapere come fare per risolvere al più presto la situazione. Ma di cosa si tratta?

Ebbene, come già detto, sono in molti a chiedersi come comportarsi nel caso in cui la propria carta di credito o bancomat dovessero smagnetizzarsi. Una situazione, quest’ultima, che purtroppo può verificarsi molto più spesso di quello che si possa pensare. La carta, ricordiamo, presenta un chip incorporato e una banda magnetica nella parte posteriore.

Nel caso in cui tutti e due i sistemi non dovessero funzionare, ecco che la carta risulta illeggibile. Una volta accertato che si tratti di un problema di lettura della tessera, allora vi è solo una cosa da fare. Ovvero recarsi fisicamente presso lo sportello della banca di riferimento in modo tale da richiedere un duplicato.

L’operatore dell’istituto di credito, pertanto, provvederà ad effettuare tale operazione. Ma non solo, taglierà la carta che risulta illeggibile per poi gettarla. Proprio il fatto di doversi recare in banca e chiedere un duplicato, quindi, si rivela essere l’unica soluzione possibile per poter risolvere il problema della carta di credito o bancomat smagnetizzati.