Smartworking, la città europea in cui lavorare da casa e spendere poco

Lavorare in smartworking significa vivere ovunque, basta che ci sia una connessione internet. Sapete che c’è un’affascinante città europea dove con 200 euro si vive in un lussuoso attico?

Lo smartworking annovera tra i vantaggi la possibilità di lavorare ovunque ci si trovi, anche in una intrigante città europea in cui si spende meno che in Italia.

smartworking
Adobe Stock

Uno stipendio che in Italia è considerato appena sufficiente per soddisfare i bisogni primari e secondari, all’estero può garantire una vita agiata e ricca di svaghi. Basterà scegliere la città giusta, quella in cui si spende poco ma che offre divertimento, cultura e comodità. Una delle variabili che incide maggiormente sulla retribuzione mensile nella nostra penisola è il costo della casa. Mutuo o affitto gravano pesantemente sullo stipendio togliendo dai 500 ai mille euro dal budget familiare. Una somma onerosa che non consente di concedersi svaghi o di mettere da parte dei risparmi. Urge una soluzione e i lavoratori in smartworking l’hanno trovata.

Smartworking, qual è la città europea più conveniente?

Una bellissima città, ricca di cultura, divertimento, comodità e di case dall’affitto di importo non elevato. E’ Skopje, la capitale macedone a due passi dall’Italia – circa un’ora di volo – che sta diventando la meta preferita per il trasferimento dei lavoratori in smartworking. Il motivo è semplice, a parità di stipendio il poter d’acquisto è triplicato.

Con riferimento proprio agli affitti, quelli in in Italia sono spesso insostenibili e per non ridurre troppo lo stipendio ci si ritrova a vivere in mini appartamenti in palazzi senza ascensore e lontani dal centro della città, a Skopje sono più che accessibili. In zona centrale, un appartamento di recente costruzione o appena ristrutturato, con terrazza, soggiorno, ingresso, cucina, camera da letto e bagno ha un costo di 250 euro al mese.

Come riconoscere un’occasione

Se l’idea del trasferimento alletta, è il momento giusto per cominciare a sognare grandi guadagni risparmiando sull’affitto. La capitale macedone ha un mercato immobiliare attivo e i prezzi più economici e convenienti. La Macedonia, poi, accontenta anche i lavoratori in smartworking che desiderano allontanarsi dalla confusione di una grande città per vivere in una regione tranquilla come, ad esempio, Polog con le città Govistar e Tetovo. Il multiculturalismo è una caratteristica intrinseca del territorio al pari dei bassi costi.

Per avere un’idea degli affitti è possibile consultare i siti immobiliari della Macedonia. Citiamo, tra i tanti, macedonia.realigro.it, portale dettagliato con molti annunci di appartamenti in affitto correlati di foto, descrizioni e, naturalmente, importo mensile richiesto.