Hai questo francobollo in casa? Ti cambia la vita

Quanto vale il francobollo colomba svizzera? Si tratta di un pezzo storico e piuttosto ricercato dagli appassionati del genere

Andiamo a scoprire tutto quel che c’è da sapere su questo particolare francobollo che ci si potrebbe accorgere di avere in maniera del tutto inconsapevole.

Francobollo colomba
Fonte Adobe Stock

La passione per i francobolli può portare a compiere delle vere e proprie “follie”. Alcuni collezionisti sarebbero disposti a tutto pur di accaparrarsi dei pezzi rari di ingente valore. Spesso però i migliori tesori sono nascosti sotto casa e non è da escludere che si possano rinvenire degli esemplari tra le proprie scatole di ricordi riposte in cantina o in soffitta.

Al contempo chi non è per niente interessato potrebbe comunque sfruttare l’occasione per cercare di rivendere dei francobolli ritrovati durante le “pulizie”. Naturalmente è sempre meglio consultare un esperto del settore onde per avere una maggiore contezza di quella che può essere una reale valutazione.

Francobollo colomba: quanto vale e cosa raffigura

Francobollo colomba svizzera
Fonte https://young.postfinance.ch/

In questa sede l’oggetto dell’analisi è il “Basel Dove” così ribattezzato per via del nome della città che rappresenta ovvero Basilea in Svizzera. Il “Dove” invece al contrario di quanto si possa pensare in italiano non indica nessun luogo, bensì è la traduzione in inglese di colomba. 

È stato stampato nel 1845 nella città elvetica con una tiratura piuttosto bassa di appena 41 pezzi in 3 anni di produzione. Deve il suo nome al disegno della colomba pasquale con una lettera in bocca all’interno di uno stemma in cui è riportato il nome della città.

Passando alle questioni meramente economiche, un francobollo di questo tipo in perfette condizioni può arrivare ad avere una quotazione che oscilla tra i 10mila euro e i 18mila euro. Insomma soldi veri, che la dicono lunga su come sia prezioso questo pezzo.

Vista la rarità è piuttosto difficile ritrovarselo tra gli oggetti vecchi, ma è sempre bene non dare nulla per scontato. Magari qualche parente negli anni addietro ha scambiato delle lettere con qualcuno originario di Basilea o dintorni e potrebbe averne uno. Nel caso si tratterebbe di un vero e proprio colpo di fortuna, in grado di poter dare nuova linfa ai propri progetti futuri. D’altronde con la suddetta cifra ci sono diversi margini di azione.