Richiamo alimentare al supermercato: la sostanza contenuta è devastante

Nuovo richiamo alimentare inerente un prodotto piuttosto utilizzato. Andiamo a scoprire cosa è stato rilevato al suo interno

Ecco la marca e il lotto per cui è stato disposto il ritiro dai supermercati italiani. Cosa bisogna fare qualora ci si dovesse imbattere in essi.

Richiamo alimentare
Fonte Adobe Stock

I richiami alimentari sono all’ordine del giorno. I motivi che portano a queste decisioni sono molteplici e purtroppo generano sempre più timori riguardo ciò che si acquista. Negli ultimi tempi lo spauracchio più grande è l’ossido di etilene.

Si tratta di un disinfettante gassoso utilizzato per la sterilizzazione di apparecchiature mediche, visto che è in grado di arginare batteri, virus e funghi. Al contempo però non comporta benefici al corpo umano, anzi può essere piuttosto deleterio in tal senso.

Richiamo alimentare: per quale prodotto è stato disposto il ritiro dai supermercati

A segnalare il richiamo è stata Aldi, catena di discount diffusa in particolar modo nell’emisfero nord dell’Italia. Ma per quale prodotto è stata presa questa decisione? Di primo impatto sarebbe difficile da indovinare, ma ormai è diventato un alimento che viene consumato con una certa frequenza.

Trattasi delle fette croccanti con quinoa bio senza glutine appartenenti al marchio Natur Aktiv Enjoy Free. I lotti della “discordia” sono quelli da 150 grammi appartenenti ai seguenti numeri: L270922, L101022 e L111022.

Sono state messe in vendita il 20 settembre 2021, quindi è piuttosto ipotizzabile che qualcuno le abbia già consumate o magari le abbia ancora in casa. Chi dovesse accorgersene, deve tassativamente non consumarle e restituirle al punto vendita nel quale le ha acquistate (non è indispensabile avere lo scontrino).

Per qualsiasi genere di dubbio o per chiare la questione è possibile contattare il numero verde di Aldi che risponde all’800 370370. È reperibile dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 17:00 e il sabato dalle 8:00 alle 14:00.

Seguire queste indicazione è fondamentale visto che l’International Agency for Research on Cancer ha rilevato l’associazione tra assunzione di ossido di etilene e l’insorgere di patologie gravi come tumori e leucemie. È infatti stato definito cancerogeno e tossico. I sintomi più classici che possono palesarsi nel breve periodo in dopo aver ingerito la suddetta sostanza sono nausea, vomito, tosse e mal di testa.