Canone Rai, anno nuovo vita nuova: c’è una brutta sorpresa in arrivo

Il Canone Rai uscirà dalla bolletta della luce nel 2023 per tornare ad essere corrisposto tramite bollettini. Un ritorno al passato che introdurrà una novità spiacevole per i contribuenti.

E’ ufficiale, il Canone Rai non sarà più inserito nella bolletta dell’energia elettrica dal nuovo anno. Una notizia attesa ma affiancata da una sgradita novità.

Canone Rai 2023
Adobe Stock

Canone in bolletta, canone fuori dalla bolletta. Il tira e molla e durato qualche mese nel 2021 fino alla decisione di farlo rimanere nella bolletta della luce per tutto il 2022. Con il 2023, però, la modalità di pagamento dovrà necessariamente essere diversa dato che l’Italia ha l’obbligo di adeguarsi alla normativa europea secondo cui ogni voce non pertinente all’energia elettrica dovrà essere esclusa dalla bolletta stessa. Da qui l’elaborazione di un nuovo piano per consentire ai cittadini di pagare annualmente l’imposta di abbonamento alla televisione. Sottrarsi all’obbligo non è semplice seppur possibile, e il prossimo anno ci ritroveremo nuovamente con i bollettini in mano. E’ quanto stabilito nell’ordine del giorno riferito da Maria Laura Paxia nell’ambito del Decreto Energia approvato dalla Camera.

Canone Rai, cosa accadrà nel 2023

Un passo indietro di sette anni verrà compiuto nel 2023. Niente più Canone Rai in bolletta – e la notizia fa tirare un sospiro di sollievo a tanti contribuenti – ma pagamento dell’imposta tramite bollettino. Un tuffo in un passato precedente al Governo Renzi, quando l’introduzione dell’abbonamento alla televisione in bolletta era stato deciso in seguito alla constatazione di un elevato numero di evasori.

Riducendo il numero di persone che evadevano il pagamento è stato possibile abbassare l’importo del Canone da 113,50 euro a 90 euro da corrispondere in 10 rate da 9 euro. Seppur tra alti e bassi, il provvedimento è stato alla fine accettato e i problemi relativi alle esenzioni e alle truffe risolti (almeno in parte). E nel 2023 cosa accadrà quando il passaggio avverrà esattamente al contrario? Si assisterà ad un nuovo aumento dell’importo?

La brutta notizia per i cittadini

Nel 2023 oltre all’uscita del Canone Rai dalla bolletta della luce assisteremo ad un aumento del costo dell’imposta. Tra tanti rincari non poteva mancare questa notizia a generare nuovo malcontento tra i cittadini. La situazione finanziaria della Rai, però, è decisamente grave e, come riferito dall’amministratore delegato Carlo Fuortes, verranno messe in atto delle azioni per cercare una ripresa.

A rimetterci saranno, come sempre, i contribuenti che dovranno aspettarsi non solo un aumento della somma da corrispondere anche superiore ai 113,50 euro pagati prima del 2016 ma anche un’ipotesi ancora più terribile. L’estensione del Canone Rai su smartphone, computer e tablet. Una proposta avanzata da Fuortes che ha incontrato, fortunatamente per i cittadini, l’opposizione della Lega ed è stata, ad oggi, accantonata. Ciò nonostante non bisogna pensare che il pericolo sia schivato per sempre.