Banconote, controlla i numeri sulle 50 euro: se trovi questi guadagni 350 volte la posta

Banconote che spesso nemmeno immagiamo quanto possano essere preziose. Alcuni tagli potrebbero sorprenderci del tutto.

Ci sono tagli di banconote, esemplari spesso nemmeno considerati che possono invece rivelarsi preziosi tesori nascosti tra le maglie del mercato dei collezionisti. Oggi grazie anche al web ed alle tante informazioni che possiamo avere a disposizione siamo capaci di definire alla perfezione il valore di quelli che sono considerati “pezzi” di assoluto prestigio.

Banconote (Pixabay)
Banconote (Pixabay)

Il mondo del collezionismo viaggia, si sa, su più fronti. Dalle monete alla banconote passando per i francobolli e praticamente qualsiasi altra cosa di fatto etichettabile alla quale è possibile dare un certo valore in base a determinati elementi. Ci dimentica però spesso proprio delle banconote in favore ad esempio delle monete. Questo succede, forse per la minore “luce” che in alcuni casi è di fatto presente su questo particolare ramo del mercato collezionistico. Anche li, però, tra le banconote il successo in qualche modo può essere assicurato.

Se pensiamo ad esempio alla nostra vecchia valuta, alla lira insomma, non possiamo non considerare numerosi pezzi ritenuti dei veri e propri pezzi unici, gioielli spesso dal valore altissimo che vanno a dare prestigio alle collezioni dei più ferventi appassionati in giro per il mondo. Oggi, con l’euro, il discorso è leggermente diverso. Una valuta giovane, appena vent’anni, che però può vantare allo stesso tempo alcuni esemplari di degno valore che ad ogni modo vanno ad attirare le attenzioni dei collezionisti sparsi in ogni angolo del pianeta.

Banconote, il taglio da 50 euro è quello magico: ecco alcuni elementi che possono impreziosire la nostra ricerca

Banonote serie preziose

Per poter cercare tra gli esemplari disponibili sul mercato quelli considerati in un certo senso più preziosi bisogna andare ad individuare quali sono gli elementi capaci di fornire prestigio e dunque valore alle banconote in questione. Un aspetto fondamentale potrebbe essere in qualche modo rappresentato dal numero di serie. Questo è generalmente formato da una lettera alfabetica che va a simboleggiare la nazione che ha di fatto prodotto l’esemplare, seguita da undici cifre. In questo caso parliamo ad esempio della prima versione dell’attuale banconota da 50 euro.

Nella seconda serie, definita “Europa” possiamo notare invece le due serie, una alfanumerica sul retro della banconota e l’altra invece caratterizzata da due lettere dell’alfabeto seguite da dieci numeri. Attraverso questo numero possiamo in qualche modo arrivare a stabilire il valore della banconota stessa. Numeri uguali nella stessa serie possono determinare un enorme prestigio e di conseguenza un enorme valore.

Tali esemplari, caratterizzati da numeri consecutivi ad esempio possono arrivare all’incredibile valore di 500 euro. La serie di numeri palindroma invece può consentire alla banconota stessa di arrivare ad un valore pari a 350 volte quello originale, parliamo di una cifra davvero altissima. Discorso a parte invece per le banconote definite “Speciemen”. Parliamo di esemplari che vengono prodotti esclusivamente per omaggiare ad esempio il presidente della Banca centrale europea e le più alte cariche dello Stato. Facciamo insomma riferimento a banconote assolutamente speciali che finiscono quasi sempre per alimentare il mercato dei collezionisti.

Il valore di tali esemplari nella maggior parte dei casi può variare tranquillamente tra i 1200 ed i 2000 euro. Esemplare di enorme valore insomma se si considera ad ogni modo la giovane età della moneta stessa. L’euro insomma parte con il piede giusto con numerosi esemplari che già oggi sfondano il muro dei 1000 euro. Esemplari sotto alcuni punti di vista davvero unici capaci di arricchire, impreziosire, caricare di prestigio le collezioni degli appassionati di ogni parte del mondo.

Monete, banconote, francobolli, la magia, le meravigliosi sensazioni di un’arte sempre più apprezzata e stimata, perchè in alcuni casi è davvero di arte che si parla. Tutto il mondo insomma unito, ispirato da una comune, antica e sensazionale passione.