Pillole anti-Covid, l’arrivo in farmacia è prossimo: come richiederle

Le pillole anti-Covid potranno presto essere disponibili in farmacia. Vediamo per chi e come farne richiesta.

L’Agenzia del Farmaco è pronta a dare il via libera alla semplificazione della procedura per ottenere le piccole che curano il Covid 19. Ottima notizia, scopriamone i dettagli.

pillole anti-Covid
Pixabay

L‘ingresso del Covid nelle nostre vite ha determinato profonde ferite che solamente il tempo potrà in parte cicatrizzare. Le conseguenze della pandemia sono state devastanti psicologicamente, socialmente ed economicamente e questo prolungarsi dei contagi a causa delle varianti Delta e Omicron non aiuta a risollevarsi velocemente. Le restrizioni, i lockdown e i vaccini sono state le armi che il Governo ha scelto di mettere in campo per affrontare la pandemia e, nonostante le polemiche, le recriminazioni e le opposizioni siano state protagoniste del percorso, la situazione sta volgendo al meglio e lo stato di emergenza si è concluso. Lo studio del Covid ha portato alla rapida formulazione dei citati vaccini e, ora, delle pillole che possono aiutare i pazienti seriamente malati a non finire in ospedale.

Pillole anti-Covid, in breve in farmacia

Prossimamente le pillole anti-Covid saranno disponibili in farmacia per poter curare chi rischia di essere ricoverato in ospedale in seguito al contagio. Basterà la ricetta del medico di famiglia per poter richiedere la confezione e curarsi in casa. La semplificazione dell’attuale procedura è un segnale importante deciso dall’Agenzia del Farmaco.

Ad oggi, per poter assumere l’antivirale occorre che il proprio medico segnali la necessità e che uno specialista provveda alla prescrizione in modo tale da poter ottenere, solo successivamente a questi passaggi, la terapia dal centro Covid di riferimento. Considerando che il farmaco deve essere assunto entro cinque giorni dai sintomi, è facile intuire come in molti casi la lunga trafila abbia impedito la somministrazione degli antivirali in tempo. Su 800 mila dosi prenotate ne sono state utilizzate solo poche migliaia. Fortunatamente tutto questo a breve cambierà.

Quali sono gli antivirali prescrivibili

Gli antivirali che potranno essere richiesti in farmacia con ricetta medica sono il Paxlovid e Molnupiravir. Il primo è prodotto da Pfizer e sembra sia efficace al 90% contro il Covid; il secondo è prodotto da Msd. Le pillole potranno essere assunte da tutti quei pazienti che manifestano sintomi lievi ma che potrebbero aggravarsi in quanto predisposti alla gravità a causa di alti fattori di rischio. Il riferimento è a tumori, obesità, broncopneumopatia severa, insufficienza renale cronica, malattie cardiovascolari gravi, diabete mellito non compensato e immunodeficienza primaria o acquisita.

La decisione dell’Agenzia del Farmaco

Oggi, 12 aprile 2022, si attende l’ufficialità della semplificazione della procedura da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco. La commissione tecnico scientifica si riunirà per prendere una decisione che tutti sperano sia quella rivoluzione promessa nella cura del Covid 19. Poter acquistare l’antivirale in farmacia con ricetta medica sarebbe il più grande segnale di ritorno alla normalità. Poter affrontare l’emergenza sanitaria come si fa per tante altre malattie, ossia con prescrizione della cura da parte del medico e l’acquisto del farmaco in farmacia, sarebbe un grande passo per l’Italia. Lo stesso ministro Roberto Speranza ha comunicato nei giorni scorsi la possibilità di rifornire le farmacie con confezioni di pillole anti-Covid nelle dosi necessarie per curare tante persone ed evitare l’ospedalizzazione. Ora si attende solamente l’ufficialità della notizia.