Pensione sul conto corrente: quando la comodità non è conveniente

Farsi accreditare la pensione sul conto corrente può sembrare una scelta vantaggiosa, ma nasconde alcune insidie di non poco conto 

Cosa succede all’importo pensionistico quando viene erogato sul conto corrente? Ecco lo scenario che non tutti considerano.

Pensione sul conto corrente
Fonte Adobe Stock

Uno dei metodi più utilizzati per riscuotere la pensione è l’accredito sul conto corrente. Si tratta di un’opzione comoda che consente di evitare lunghe file alle poste. Esiste però un’altra faccia della medaglia che non sempre viene contemplata, ma che nel lungo periodo può avere un’incidenza importante.

Infatti avere un c/c comporta dei costi e con la pandemia prima e la guerra poi sono aumentati considerevolmente. Ne consegue che per i pensionati farsi caricare la pensione sul conto diventa sicuramente più oneroso.

Pensione sul conto corrente: quali maggiorazioni comporta e cosa fare per risparmiare

Nella medesima situazione versano anche i lavoratori dipendenti che hanno visto crescere i costi dei servizi accreditati sul conto corrente. Anche la gestione stessa del deposito di denaro ha avuto un rincaro, così come stabilito dalle banche per far fronte alle continue emergenze.

La maggior parte degli sconti e degli incentivi sono previsti esclusivamente per i più giovani. Per cui è piuttosto evidente che i pensionati sono coloro che risentono maggiormente della situazione delineatasi.

Non si può quantificare il tutto con delle cifre prestabilite. Si può però affermare con certezza che la maggiorazione può andare anche oltre i 100 euro. Dunque un ulteriore batosta per questa categoria di cittadini già alle prese (come tutti) con gli aumenti spropositati di benzina, luce e gas.

Tuttavia esiste un escamotage per cercare di ovviare a questo spiacevole inconveniente, ovvero optare per conti correnti completamente online. Evitare di passare dalle filiali fisiche può infatti permettere di ottenere degli interessanti sconti. Una valida soluzione per risparmiare è quella di farsi accreditare la pensione su una carta ricaricabile con Iban. Così facendo si possono abbattere i costi fissi. 

Dunque, l’alternativa esiste ed è piuttosto tangibile. Bisogna solo informarsi a dovere e valutare come agire per evitare di doversi sobbarcare l’ennesimo costo imprevisto. Di questi tempi non è esattamente una cosa di poco conto.