Fisco e debiti: come consultare le cartelle esattoriali online

Il Fisco consente di controllare online la presenza di eventuali debiti tramite la consultazione delle cartelle esattoriali. Vediamo come procedere.

Per non tardare un pagamento e superare una scadenza è bene verificare la presenza di debiti con il Fisco. La procedura telematica è semplice e veloce, ecco cosa fare.

fisco e debiti
Adobe Stock

Essere in debito con l’Agenzia delle Entrate non è una situazione piacevole. Non pagare i debiti significa rischiare il pignoramento della casa, dei beni, dell’auto e mai nessuno vorrebbe arrivare a perdere tutto. Il Fisco solitamente spedisce al debitore le cartelle esattoriali con la somma da corrispondere e le indicazioni sul debito contratto. La scadenza indicata nella cartella dovrà essere rispettata per non rischiare conseguenze fatali. Può capitare che il cittadino dimentichi dove ha conservato la cartella esattoriale oppure non trovi la ricevuta di pagamento o non ricordi di aver saldato o meno il debito. In questo caso per sciogliere ogni dubbio è possibile approfittare del web per accedere al cassetto fiscale e controllare la propria posizione debitoria. Vediamo l’iter da seguire.

Fisco e debiti, come accedere al cassetto fiscale

Per poter controllare la posizione debitoria occorrerà collegarsi al portale dell’Agenzia delle Entrate accedendo al servizio web tramite credenziali digitali. Ciò significa che per iniziare la procedura sarà necessario essere in possesso di SPID, Carta di Identità Elettronica oppure Carta Nazionale dei Servizi. In alternativa è possibile entrare nel portale utilizzando l’account rilasciato dall’Agenzia delle Entrate con codice fiscale, password e codice PIN.

Una volta effettuato il login, l’utente debitore potrà entrare nell’area personale per poi accedere al servizio web di consultazione telematica dell’estratto conto delle cartelle nella sezione dedicata. Le procedure esecutive visualizzabili sono tutte quelle presenti sul territorio nazionale.

Cosa verificare nell’area dedicata

Una volta all’interno della sezione dedicata al cassetto fiscale sarà possibile controllare la presenza di debiti iscritti a ruolo non corrisposti. In più si potrà verificare la possibilità o meno di chiedere la dilazione dei pagamenti oppure conoscere il numero di rate che si devono ancora versare. Volendo fare domanda di rateizzazione in autonomia sarà necessario presentare la richiesta inviando gli appositi moduli al Fisco utilizzando lo stesso portale dell’Agenzia. Altra opportunità offerta dal servizio, poi, è quella di procedere immediatamente con il pagamento online dei debiti insoluti.

I cittadini poco pratichi di tecnologia possono richiedere, infine, l’aiuto di patronati e Caf per controllare la posizione debitoria. Il Fisco, infatti, consente l’accesso al cassetto del contribuente fino ad un massimo di due intermediari abilitati mentre per le imprese la delega può essere utilizzata da un solo intermediario.