Vince al Superenalotto ma i soldi sono ancora fermi: il tempo ormai stringe

Una incredibile storia che potrebbe quasi apparire fasulla considerati i tempi che corrono e l’evento in se, una vicenda davvero unica.

Il Superenalotto è ormai risaputo, è il gioco probabilmente più amato dagli italiani, quantomeno per la qualità delle vincite che mette a disposizione. Cifre altissime che in alcuni casi appaiono come addirittura spropositate. Il bello di questo gioco è chiaramene l’irresistibile carica che da ai giocatori, la speranza di strappare il colpo della vita.

soldi contanti in casa
pixabay

Cosi, come si diceva, i tempi che corrono non sono certo dei migliori, i dubbi, le incertezze causate da una situazione nazionale ed internazionale al limite. Guerra e pandemia che hanno gettato il nostro contesto sociale letteralmente nel panico. Aumenti di ogni tipo di bene o servizio, difficoltà ad arrivare a fine mese, impossibilità di prevedere in qualche modo quello che potrebbe essere dell’immediato futuro. Una serie di particolari situazioni che chiaramente spingono gli italiani e non solo loro a cercare spesso rifugio nel gioco.

La vicenda che nei giorni scorsi, anzi nelle settimane scorse ha colpito non poco l’opinione pubblica locale ma anche nazionale riguarda proprio quelle condizioni alle quali si faceva riferimento in precedenza. Un “5” al Superenalotto, realizzato a Mozzacane, in provincia di Verona, 7mila anime, dal bottino di ben 66mila che però dallo scorso 8 gennaio nessuno ha ancora ritirato. Come è possibile ci si chiede nel piccolo comune e non solo. Come è possibile che considerati i tempi che corrono nessuno provveda a reclamare la vincita in questione?

Vince al Superenalotto ma i soldi sono ancora fermi: modalità e luogo della giocata vincente

La giocata vincente realizzata presso il piccolo comune di Mozzacane ha avuto luogo grazie alla puntata di soli 3 euro presso il punto vendita Sisal Edicola-Carta Shop di via Caterina Bon Brenzoni 21. 66mila euro la cifra spettante per la vincita in questione, somma di denaro che però nessuno ancora ha provveduto a richiedere. I novanta giorni che generalmente vengono concessi per per la riscossione del premio sono prossimi alla scadenza, il prossimo 8 aprile. Molti si chiedono a questo punto cosa potrebbe succedere.

La combinazione vincente del concorso in questione con estrazione l’8 gennaio 2022 è stata la seguente: 35, 42, 49, 63, 68, 78, J 1, SS 33. La situazione è chiaramente incomprensibile per la maggior parte delle persone che in qualche modo hanno avuto modo di esprimere la propria posizione in merito. Non sembra possibile, realisticamente tollerabile in un certo senso che una cifra del genere non venga reclamata, deve esserci qualche altro tipo di problema secondo i più. Notizia non veicolata dice qualcuno, magari il vincitore o la vincitrice è una persona anziana che non ha più controllato il biglietto, ma la cosa appare poco plausibile.

A questo punto non c’è altro da fare che attendere la scadenza dei novanta giorni messi a disposizione dallo stesso Stato per il ritiro della vincita per capire se effettivamente i 66mila euro in questione avranno o meno un proprietario. Nel piccolo comune non ci si rassegna alla cosa, la situazione appare surreale, incredibile, qualcosa che nessuno avrebbe mai immaginato di poter vedere, in un certo senso. Vincere senza ritirare il premio spettante è qualcosa in effetti di molto assurdo. Augurandosi certo che non sia davvero successo qualcosa di brutto al vincitore in questione li, nel veronese, sperano che prima dell’8 aprile qualcuno arrivi a reclamare la vincita in questione.