Bollette, rimborso fino a 435 euro all’anno per chi presenta questa domanda entro maggio 2022

Buone notizie in arrivo per molte famiglie che se presentano questa domanda entro maggio 2022 possono beneficiare di un rimborso fino a 435 euro all’anno.

Rimborso fino a 435 euro all’anno per il 2019, 2020 e 2021 a chi presenta questa domanda entro maggio. Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

rimborso bollette
Foto © AdobeStock

A partire dal Covid, passando per le ripercussioni del conflitto in corso tra Russia e Ucraina, fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi, sono tanti, purtroppo, i fattori che incidono negativamente sulle nostre tasche. Tante famiglie registrano delle minori entrate, riscontrando di conseguenza delle serie difficoltà nel riuscire a sostenere le varie spese. Proprio in tale ambito, pertanto, a rivestire un ruolo importante sono le varie forme di aiuto economico.

Quest’ultime volte, appunto, a garantire un sostegno alle famiglie alle prese con una crisi finanziaria. A tal proposito, quindi, interesserà sapere che sono in arrivo buone notizie per molte famiglie che se presentano questa domanda entro la fine del mese di maggio 2022 possono beneficiare di un rimborso fino a 435 euro all’anno sulle bollette già pagate. Ma di cosa si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Bollette, rimborso fino a 435 euro all’anno per chi presenta questa domanda: cosa c’è da sapere

Un numero crescente di persone, purtroppo, riscontra delle serie difficoltà nel riuscire a far fronte alle varie spese. Una situazione indubbiamente complicata, dove a rivestire un ruolo importante sono le varie forme di aiuto economico, come ad esempio il bonus sociale per le bollette.

Sempre in tale ambito, inoltre, interesserà sapere che giungono buone notizie per molte famiglie che se presentano questa domanda entro la fine del mese di maggio 2022 possono beneficiare di un rimborso fino a 435 euro all’anno sulle bollette già pagate. Ma per quale motivo?

Ebbene, entrando nei dettagli interesserà sapere che l’EGRIB, ovvero Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche di Basilicata, ha di recente pubblicato il nuovo Bando “Bonus Idrico Integrativo“.

Quest’ultimo, così come si evince dal sito dell’entedestinato ai nuclei familiari che versano in condizioni di disagio economico per ottenere un contributo sui costi sostenuti, per la fornitura di acqua ad uso domestico, relativamente agli anni 2019-2020 e 2021“.

Bollette, bonus idrico integrativo per chi presenta questa domanda: come funziona

A poter beneficiare della misura, come è facile intuire, sono persone residenti in Basilicata, a patto che siano in regola con i pagamenti delle bollette dell’acqua. Tra i requisiti richiesti, inoltre, un ISEE fino a 10 mila euro. Valore, quest’ultimo, che può essere pari a massimo 20 mila euro in presenza di tre o più figli a carico.

Tale agevolazione, è bene sottolineare, può essere richiesta anche da coloro che non hanno fatto in tempo a volturare le forniture che risultano pertanto intestate ad un defunto che è scomparso nel periodo compreso tra il 2019 ed il 2021. I soggetti interessati, quindi, devono provvedere a presentare apposita richiesta entro il prossimo 31 maggio 2022.

La domanda, ricordiamo, può essere presentata solamente in formato telematico. A tal fine è possibile rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale, ovvero CAF, convenzionati con l’E.G.R.I.B che forniscono supporto gratuito per l’invio della domanda in questione. L’importo del bonus idrico integrativo va da minimo 75 euro per anno, dal 2019 al 2021, fino a massimo 435 euro per anno.

Tale valore, infatti, risulta differente a seconda del numero di componenti del nucleo famigliare. Un aiuto economico indubbiamente importante che permetterà a molte persone di poter tirare finalmente un sospiro di sollievo, almeno per quel che concerne le vecchie bollette già pagate per la fornitura di acqua a uso domestico.