Superenalotto e 10eLotto doppia vincita, è successo tutto lì: la regione che esulta

Il gioco è cosi, folle, imprevedibile, assolutamente spietato in certe situazioni. Arriva al limite e poi al massimo ti premia, se vuole.

In pochi giorni insomma una situazione davvero imprevedibile. La possibilità di due giocate vincenti a due diverse lotterie, nella stessa regione. Quante ce ne sono realisticamente parlando a disposizione da ipotizzare. Si immagina davvero poche ma stavolta il miracolo se cosi possiamo chiamarlo è avvenuto, stavolta si è fatto sul serio in quel senso specifico.

superenalotto e documenti
adobe

In questa fase giocare alle varie lotteria è questione abbastanza delicata. La crisi, la drammaticità di certi momenti, di certe situazioni, di ciò che di fatto avviene nel nostro continente ci impongono a pensare purtroppo a scenari assolutamente negativi. Il gioco potrebbe in qualche modo rappresentare la speranza. Il gioco in qualche situazione può aggiustare le cose, dare la possibilità di ricominciare. Le lotterie a volte possono essere anche protagoniste di veri e propri miracoli.

Ultimamente cosi come ben noto l’attenzione degli italiani è tutta rivolta al Superenalotto. Il montepremi assolutamente fuor dalla norma con i suoi 180 e più milioni di euro rappresenta senza alcun dubbio un piatto troppo appetitoso per gli italiani. Tanti, troppi soldi per una sola persona, e allora chiaramente tutti vogliono provarci, chiunque non ambisce a portarsi dietro il rimpianto di non averci provato ed allora le giocate vanno insomma all’impazzata. Tutto sommato una buona cosa per la casse dello Stato.

La vincita è doppia, Superenalotto e 10eLotto: in Piemonte scatta la festa per le affermazioni inattese

Il Superenalotto anche stavolta non regala l’emozione più grande. Nessun sei, nessun premio ultramilionario nessun cittadino portato alle stelle dalla consapevolezza di poter iniziare una vita nemmeno mai immaginata prima. E cosi le buone notizie, in questo specifico senso si fermano al “5” che stavolta ha deciso di concretizzarsi in Piemonte, precisamente a Beinasco. In quel caso la vincita è stata anche abbastanza soddisfacente, ben 28.285,90 euro. Certo non la cifra della vita ma in ogni caso una buona riserva per ogni evenienza.

Nella regione piemontese il “6” manca precisamente dal 2011. Quella volta, era il 7 gennaio arrivarono ben 13,5 milioni a Castellazzo Bormida. Nel nostro paese invece la massima vincita manca dallo scorso maggio, quando a Montappone, nelle Marche il “6” portò alla conquista di ben 156 milioni di euro. Una cifra di certo inimmaginabile. Sempre in Piemonte poi nei giorni scorsi numerose le affermazioni anche al 10eLotto, altro gioco che conquista sempre di più i giocatori italiani.

47mila euro complessivi concentrati soltanto a Torino grazie tra gli altri ad un “9” da 20mila euro. A Novi Ligure, in provincia di Alessandria si festeggia invece con ben tre “4” da 9mila euro ciascuno. Complessivamente sono stati ben 26 i milioni di euro distribuiti  in tutta Italia, dal gioco in questione. Cifra che sale ad un totale di 964,7 milioni dall’inizio dell’anno. Nel nostro paese insomma si gioca tanto ma si vince anche discretamente. In alcuni casi regioni e città, come in questo caso la fanno da padrona, in altri invece bisogna accontentarsi di quel poco che in ogni caso tira su il morale.