Monete, la 100 Lire giusta oggi vale una casa in centro: cercate la data magica

Una moneta che ha letteralmente fatto la storia del nostro paese. Il suo valore oggi è assolutamente incredibile.

Come fa una moneta dal taglio ultrapopolare a diventare dopo molti decenni uno degli esemplari più ambiti dai collezionisti di tutto il mondo? Gli appassionati si interrogano e affilano le unghie sperando di poter strappare il colpo della vita. I numeri però non sono dalla loro parte e la valutazione di questo pezzo davvero unico negli anni è volato alle stelle.

quanto valgono le 100 lire
adobe

Pezzi unici, esemplari che hanno fatto la storia del nostro paese, monete che da sole possono essere in grado di rievocare epoche e ricordi smarriti nel tempo. Cosa succede ad un certo punto della storia che consente a certi esemplari di entrare letteralmente nel mito? I fattori che incidono fortemente sull’accrescimento del valore di una singola moneta o banconota nel corso degli anni sono più o meno noti a tutti, appassionati e non. L’anno di conio, il contesto socio politico, l’immagine riportata su uno dei lati della moneta.

Elementi che insomma nel corso degli anni possono contribuire a far lievitare abbondantemente la valutazione dell’esemplare in questione. Chiaramente non si tratta di verità assolute, nel senso che non sempre determinati elementi possono portare a cifre incredibili, ma è vero che la valutazione di una moneta parte quasi sempre da li. Altro fattore importante è rappresentato dalla possibilità di errori di conio, difetti insomma, o magari di versioni di prova, di quelle coniate per pura sperimentazione in certo senso.

La moneta dei ricordi: la vecchia 100 lire Minerva, un pezzo unico dal valore incredibile

100 lire Minerva
Adobe

Partendo quindi dall’eventualità della messa in circolazione volontaria o meno di un esemplare inizialmente concepito come “di prova” possiamo confrontarci con una serie di monete che hanno letteralmente lasciato a bocca aperta i collezionisti per quelle che sono poi diventate le proprie valutazioni. Numeri incredibili, qualcosa di inimmaginabile insomma. In particolare possiamo citare la moneta da 100 lire definita Minerva, per le immagini riportate per l’appunto sulle stesse facciate dell’esemplare.

Pochissimi gli esemplari in circolazione, chiaramente destinati al mercato dei collezionisti, l’unica caratteristica davvero importante, quella principale, cioè l’appartenenza alla categoria delle monete per cosi dire sperimentali. Un fior di conio di questa particolare versione della 100 lire, dunque perfettamente conservata, può valere oggi la bellezza di 200mila euro, una cifra assolutamente impensabile soltanto pochi anni fa. I collezionisti ad oggi sono chiaramente proiettati a comprendere quanto questa valutazione possa essere effettivamente fedele ai tratti della moneta stessa.

In questi casi, prima di impegnarsi per cifre anche inferiori ai 200mila euro è giusto chiedere il parere di un esperto, considerare la possibilità insomma di avere un ulteriore posizione in merito allo stato ed alla condizione dell’esemplare stesso. Il web è spesso luogo di oscure trame e non sarebbe impossibile incappare in un incredibile tentativo di raggiro. Monete che dunque hanno fatto la storia e che si apprestano, in presenza di compratori per cosi dire disposti ad investire tanto, ad arricchire nuove collezioni. Pezzi assolutamente unici che di certo non possono essere considerati alla portata di tutti.

La 100 lire Minerva può essere ricordata come una delle più longeve della storia numismatica italiana. Presente fino alla fine dell’esperienza della vecchia lira. Con l’arrivo dell’euro nel 2002, questa come tante altre monete è stata ritirata dalla circolazione. Oggi un suo particolare esemplare arriva a valere quello è che di fatto il prezzo di una casa, ben 200mila euro. Qualcosa incredibile, di impensabile, ma ad oggi assolutamente vero.