Legge 104, la panoramica sulle agevolazioni auto da richiedere

I titolari di Legge 104 possono richiedere diverse agevolazioni. Dagli ausili medici gratuiti alle spese mediche, dai congedi dal lavoro a varie misure riguardanti il settore auto. 

Le agevolazioni relative al settore auto sono molteplici per i titolari di Legge 104. Scopriamo le più importanti, come funzionano e quali requisiti di accesso richiedono.

Legge 104 auto
Adobe Stock

Il Governo tutela i cittadini che per un incidente, una malattia cronica o una patologia rara presentano una capacità ridotta dello svolgimento di quotidiane attività lavorative o personali. Le agevolazioni, di natura economica o assistenziale, sostengono i richiedenti in diversi ambiti per garantire una vita dignitosa. In base alla gravità dell’invalidità si potrà avere accesso a differenti misure. L‘indennità di accompagnamento, per esempio, è riservata ai disabili gravi non autosufficienti; chi ha un’invalidità superiore al 34% può ottenere gratuitamente ausili medici e, poi, è possibile richiedere al Comune un posto auto riservato vicino all’abitazione di residenza. Un gran numero di agevolazioni, dunque, a cui si aggiungono diverse misure riguardanti il settore auto.

Legge 104, le agevolazioni del settore auto

I titolari di Legge 104 devono sapere che possono approfittare dell’IVA al 4% per l’acquisto di un auto adibita al trasporto dei disabili. Inoltre, sia il soggetto con Legge 104 che i familiari che si occupano della sua salute possono richiedere ulteriori sconti e detrazioni. Rientrano tra le spese detraibili, ad esempio, i costi per la riparazione del veicolo. La detrazione è del 19% su un limite di spesa di 18.075,99 euro tra acquisto dell’auto e manutenzione straordinaria.

E’ importante sapere che le spese detraibili devono essere effettuate entro quattro anni dalla data di acquisto del mezzo. Inoltre dovranno essere indicate nella dichiarazione dei redditi riguardante l’anno in cui sono state corrisposte e non sono rateizzabili.

Esenzione Bollo auto

Una misura importante per i titolari di Legge 104 è l’esenzione dal pagamento del bollo auto. I beneficiari dell’agevolazione sono cittadini con disabilità mentale o psichica che percepiscono l’indennità di accompagnamento, le persone sorde e non vedenti con certificazione di accertamento rilasciata dall’ASL di competenza e i soggetti con pluri amputazione o grave limitazione alla capacità di deambulazione. Inoltre, è bene sapere che l’esenzione è valida solamente se la vettura utilizzata per il trasporto del titolare di Legge 104 è un’auto con motore a benzina fino a 2 mila centimetri cubici o con motore diesel fino a 2.800 centimetri cubici.

Legge 104 e posto auto

In relazione al settore auto e al rapporto con la Legge 104 occorre necessariamente parlare della possibilità di richiedere un posto auto riservato vicino alla casa di residenza. La domanda deve essere presentata al Comune a condizione che l’abitazione si trovi in una zona ad alta densità di traffico e che né il disabile né le persone conviventi abbiano un garage o un altro posto auto. Non occorre, invece, che il titolare di Legge 104 abbia la patente.

L’assegnazione del posto auto privato sarà gratuita e la richiesta dovrà essere inoltrata al Comando di Polizia Municipale con la documentazione completa che attesta la disabilità del richiedente.