Iliad attenzione, arriva la maxi multa: cosa rischiano i clienti

Attenzione, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato Iliad per 1,2 milioni di euro. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa è successo.

Cosa rischiano i clienti di Iliad in seguito alla maxi multa a carico del noto operatore telefonico? Ecco cosa c’è da sapere.

Iliad multa
Foto © AdobeStock

Inutile negarlo, ormai siamo sempre quasi tutti connessi. A partire dai social network, passando per le applicazioni di messaggistica istantanea fino ad arrivare alle e-mail, d’altronde, sono davvero tanti i servizi a nostra disposizione grazie ai quali poter restare in contatto con chiunque e in qualsiasi momento. Per poter svolgere la maggior parte di tali operazioni, però, è necessario connettersi ad internet.

A rivestire un ruolo particolarmente importante in tale ambito, pertanto, sono i vari operatori telefonici, come ad esempio Iliad. Proprio quest’ultimo, interesserà sapere, è finito di recente al centro dell’attenzione per via di una maxi multa da 1,2 milioni di euro. Ma cosa è successo e soprattutto cosa rischiano i clienti? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Iliad, arriva la maxi multa da 1,2 milioni di euro: tutto quello che c’è da sapere

Qualche tempo fa abbiamo avuto modo di vedere come un report abbia messo in risalto un dato che nessuno si aspettava in merito alla qualità di connessione di Vodafone, WindTre, Tim e Iliad. Proprio i vari operatori telefonici, d’altronde, sono sempre pronti a sbaragliare la concorrenza attraverso delle promozioni particolarmente allettanti.

In tal ambito interesserà sapere che l’ultima promozione di Iliad è finita di recente nel mirino dell’Autorità Garante della Concorrenza e del mercato, che ha deciso di sanzionare il noto operatore con una multa da 1,2 milioni di euro. Ma per quale motivo?

Ebbene, in base a quanto si evince dal sito del Garante: “Secondo l’Autorità l’operatore ha pubblicizzato alcune offerte di telefonia mobile omettendo o fornendo con poca chiarezza informazioni sulle condizioni indispensabili per usufruire della tecnologia 5G“.

Iliad, arriva la maxi multa da 1,2 milioni di euro: il motivo

Entrando nei dettagli, come già detto, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso un’istruttoria nei confronti di Iliad decidendo di sanzionare l’operatore con una multa da 1,2 milione di euro. Il motivo? “Per l’omissione e/o la formulazione ingannevole di informazioni essenziali sulle offerte di telefonia mobile – che includono servizi con tecnologia 5G – e per la formulazione ingannevole di un messaggio promozionale relativo ad una di queste offerte“.

A quanto pare l’operatore telefonico avrebbe pubblicizzato le offerte con il 5G, senza però chiarire le condizioni necessarie per poter sfruttare tale tipo di tecnologia. In particolare, sempre in base a quanto si evince dal sito dell’Autorità Garante della Concorrenza e del mercato, le comunicazioni pubblicitarie finite al centro dell’attenzione sarebbero risultate:

non idonee a far comprendere al consumatore che, per poter usufruire della rete di quinta generazione inclusa nelle offerte promosse da Iliad, fosse necessario essere sotto la copertura geografica della rete 5G di tale operatore e che fosse indispensabile possedere un dispositivo abilitato a questa specifica rete“.

Iliad, occhio alla maxi multa del Garante: cosa rischiano i clienti

Una decisione, quella del Garante di multare Iliad che non è passata di certo inosservata, con i clienti che pertanto si chiedono se rischiano o meno qualcosa. Ebbene, da questo punto di vista i consumatori possono stare tranquilli. Tale vicenda, infatti, non avrà ripercussioni sui clienti che potranno pertanto continuare ad usufruire della propria offerta senza dover sostenere alcun costo aggiuntivo.

Iliad, la replica del noto operatore telefonico

Non è mancata, ovviamente, la replica del noto operatore telefonico in seguito alla maxi multa. Attraverso una nota, infatti, Iliad ha replicato in questo modo: “La sanzione che Agcm ha deciso di imporre a Iliad riguarda la sola modalità con cui l’operatore fornisce le informazioni sulle aree territoriali coperte dal 5G e i device compatibili con questa tecnologia“.

Per poi aggiungere: “Ci sembra una decisione ingiustificata, considerati lo spirito di collaborazione sempre mostrato e le numerose soluzioni proposte da Iliad in fase di confronto con Agcm, oltre che profondamente ingiusta, soprattutto tenendo conto del fatto che Iliad agisce costantemente con grande attenzione verso gli utenti e comunica queste stesse informazioni in modo ben più trasparente rispetto a quanto facciano i competitor“.