Pensione caos pagamenti dal 1 aprile, preparatevi: cosa succederà

Occhio ai pagamenti delle pensioni di aprile 2022, in quanto si dovrà fare i conti con delle importanti novità. Ecco cosa c’è da aspettarsi.

Il 31 marzo termina lo stato di emergenza Covid e in molti si chiedono cosa cambierà per quanto riguarda i pagamenti delle pensioni di aprile.

pensione pagamenti aprile 2022
Foto © AdobeStock

Gli ultimi due anni sono stati segnati purtroppo dal Covid che continua ancora oggi ad avere un impatto negativo sulle nostre vite, sia dal punto di vista delle relazioni sociali che economiche. Diverse le misure attuate al fine di contrastare la diffusione del virus, come ad esempio la decisione di effettuare il pagamento delle pensioni in anticipo, a partire dagli ultimi giorni del mese precedente.

Una misura, questa, attuata al fine di evitare possibili assembramenti presso i vari uffici postali. Con la fine dello stato di emergenze il prossimo 31 marzo, però, si ritornerà alle vecchie regole. In molti, pertanto, temono quelle che possono essere le possibile conseguenze, come ad esempio degli uffici postali più affollati del dovuto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da aspettarsi.

Pensione, occhio ai pagamenti di aprile 2022: tutto quello che c’è da sapere

A partire dal Covid fino ad arrivare al preoccupante aumento generale dei prezzi, sono tanti i fattori che incidono negativamente sulle nostre tasche. Lo sanno bene, purtroppo, molti anziani che si ritrovano a vivere con pensioni al di sotto di 1.000 euro al mese. Proprio soffermandosi sul trattamento pensionistico, inoltre, si invita a prestare attenzione alle novità con cui bisognerà fare i conti per quanto concerne i pagamenti di aprile.

Come noto, infatti, il 31 marzo 2022 terminerà lo stato di emergenza Covid. Per questo motivo i pagamenti dei trattamenti pensionistici non verranno effettuati in anticipo, a partire dagli ultimi giorni del mese precedente.  Entrando nei dettagli, infatti, i pagamenti delle pensioni di aprile avranno luogo dal 1° al 6 aprile 2022 in caso di ritiro presso un ufficio postale, seguendo possibilmente la turnazione alfabetica affissa all’esterno della struttura stessa.

Un aspetto, quest’ultimo, che non passa inosservato, soprattutto considerando che in molti temono, ad esempio, di ritrovarsi a dover fare i conti con degli uffici postali più affollati del dovuto. Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che coloro che si fanno accreditare la pensione direttamente sul conto si vedranno erogare il trattamento in questione a partire dal primo giorno del quarto mese dell’anno in corso.

Allo stesso modo, inoltre, ricordiamo che i pensionati titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution, si vedranno a loro volta accreditare le pensioni a partire dal primo giorno del mese. Per questo motivo a partire dal 1° aprile i soggetti interessati potranno prelevare le pensioni presso uno degli ATM Postamat presenti sul territorio italiano, senza doversi necessariamente recare allo sportello.