Green Pass e lavoro: le nuove regole dal 1° aprile 2022

Scopriamo tutte le ultime novità sul Green Pass al lavoro a partire dal 1° aprile 2022. Base o rafforzato, cosa occorrerà esibire?

Il 31 marzo finirà lo stato di emergenza e le restrizioni cominceranno ad allentarsi. Vediamo quali sono le indicazioni su Green Pass e lavoro da conoscere.

Green Pass lavoro
Adobe Stock

Da quando la pandemia è iniziata il Governo ha introdotto delle limitazioni ai cittadini per poter arginare la diffusione del Covid 19 e degli obblighi per impedire alla curva dei contagi rapide risalite. Le misure prese apparentemente sembra abbiano funzionato dato che il numero di ricoveri gravi e di decessi è diminuito anche se i contagi viaggiano su cifre altissime. In questo contesto il 31 marzo finirà lo stato di emergenza e dal 1° aprile inizierà un graduale ritorno ad una nuova normalità.

Green Pass e lavoro, cosa cambierà

Nel settore lavorativo, per poter frenare la curva dei contagi, il Governo ha introdotto diversi mesi fa il Green Pass. Inizialmente bastava presentare la certificazione verde base per poter lavorare (prima dose di vaccino da 15 giorni, guarigione da Covid o tampone). L’impennata dei contagi ha portato, poi, l’introduzione del Green Pass rafforzato (vaccinazione o guarigione) e dell‘obbligo vaccinale per gli over 50.

Cosa accadrà dal 1° aprile? L’obbligo del Green Pass per lavorare rimarrà almeno fino al 30 aprile. Parliamo della certificazione base, quella ottenibile anche con il tampone negativo. L’addio, dunque, è al Super Green Pass che consente, ad oggi, l’accesso al luogo di lavoro solo con vaccinazione o guarigione da Covid. E’ una notizia che sarà gradita dagli over 50 che non si sono vaccinati né hanno avuto il Covid anche se non viene eliminato l’obbligo vaccinale per questa fascia di popolazione. Gli over 50 rischiano una multa da 100 euro dato che l’obbligo resterà in vigore fino al 15 giugno. Dal 1° maggio, invece, la certificazione verde non verrà richiesta né a lavoro né in nessun altro luogo.

Obbligo vaccinale fino al 31 dicembre, per quali lavoratori

La questione Green Pass e lavoro deve essere affrontata sottolineando l’obbligo vaccinale attivo fino al 31 dicembre 2022 per tutti i lavoratori di categorie a rischio. Il riferimento è ai dipendenti delle Rsa e a tutto il personale sanitario. Chi non è in regola verrà sospeso dal lavoro e non otterrà lo stipendio.

Diverso il caso del personale scolastico che potrà riprendere a lavorare con il Green Pass Base dal 1° aprile. Attenzione, gli incarichi assegnati riguarderanno unicamente attività di supporto all’istituzione scolastica. L’ingresso in classe per i non vaccinati o i non guariti sarà vietato fino al 15 giugno 2022. Stessa data come termine ultimo dell’obbligo vaccinale per le Forze dell’Ordine. Ad oggi, rischiando la sanzione, possono però tornare a lavorare con il Green Pass base fino al 30 aprile.

Concludiamo ricordando che la possibilità di ricorrere al lavoro in smart working è stato prolungato fino al 30 giugno 2022.