Super Green Pass, inizia oggi il periodo nero per gli over 50: cosa succederà

Da oggi, 15 febbraio 2022, è richiesto il Super Green Pass a tutti i cittadini over 50. Chi ne è sprovvisto e si recherà ugualmente a lavoro potrebbe essere sanzionato duramente.

Vaccino o niente lavoro. I cittadini con più di 50 anni e senza certificazione rafforzata verranno multati con sanzioni di importo compreso tra 600 e 1.500 euro. Stessa cifra per i datori di lavoro.

super green pass
Adobe Stock

Scatta da oggi, 15 febbraio 2022, l’annunciato obbligo per i lavoratori over 50 di avere la certificazione verde rafforzata per recarsi a lavoro. Il tampone non è più ammissibile; solo il vaccino consente di accedere al luogo di lavoro senza correre il rischio di essere sanzionati pesantemente. Il Super Green Pass, infatti, si ottiene dopo quindici giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino, dopo la seconda dose con validità sei mesi e dopo la dose booster con validità illimitata. Ottengono la certificazione anche i guariti dal Covid nei sei mesi precedenti. Possono ritenersi esenti dall’obbligo, poi, coloro che detengono un certificato che attesta l’impossibilità di somministrazione del vaccino a causa di problemi di salute.

Covid e salute mentale: storia di una pandemia che ha rovinato le nostre vite

Super Green Pass, indicazioni importanti

Il Super Green Pass, come accennato, non può essere richiesto a chi ha comprovate controindicazioni cliniche al vaccino certificate da un medico vaccinatore oppure dal medico di base. Per quanto riguarda le persone che hanno avuto il Covid, invece, il Ministero della Salute stabilisce l’assenza dell’obbligo alla certificazione rafforzata per “l’avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale comprovata dalla notifica effettuata dal medico curante“. In questo caso si parla di un differimento della vaccinazione, un ritardo nella somministrazione.

La pillola contro il Covid è arrivata: quando potremo usarla?

I rischi per gli over 50 non vaccinati

I cittadini over 50 che si recheranno a lavoro senza avere il Super Green Pass rischiano multe da 600 a 1.500 euro. Ulteriori sanzioni potranno essere erogate se la recidività continua oltre i 4 giorni per passare poi alla sospensione dal servizio e dello stipendio. Le multe verranno corrisposte sia al lavoratore inadempiente che al datore di lavoro che non ha controllato il dipendente. In quest’ultimo caso l’importo della sanzione sarà di 400 euro.

Super Green Pass, attesa la svolta: cosa potrebbe cambiare

Ricordiamo che l’obbligo resterà in vigore fino al 15 giugno. Alcuni partiti politici chiedono che la certificazione venga abolita già dal 31 marzo 2022, ultimo giorno dello stato di emergenza. Il Ministero della Salute non è dello stesso avviso anzi invita il Governo a ragionare sul prolungamento del Green Pass per tutto il 2022. Il ritorno alla normalità deve essere graduale come ha affermato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. I dubbi sono ancora tanti e togliere ogni limitazione troppo presto potrebbe significare una nuova devastante ondata. Omicron è l’ultima variante del Covid? Le risposte non coincidono ma tutti sono concordi nell’affermare che dovremo imparare a convivere con il virus.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base