Ape Sociale, come uscire dal mondo del lavoro in anticipo: occhio a questa data

Anche nel corso del 2022 è possibile presentare richiesta per l’Ape Sociale, ma occhio a questa data: c’è ancora poco tempo a disposizione.

Al fine di poter beneficiare dell‘Ape Sociale è necessario essere in possesso di determinati requisiti e rispettare una data di scadenza. Ecco di quale si tratta.

ape sociale
Foto © AdobeStock

Il lavoro nobilita l’uomo, consentendo di attingere a quella fonte di reddito necessaria per poter far fronte alle varie spese quotidiane. Allo stesso tempo non si può negare come si riveli essere spesso fonti di problemi per via delle varie scadenze e impegni da rispettare. Non stupisce, quindi, che in molti non vedano l’ora di poter finalmente staccare la spina.

Proprio in tale ambito interesserà sapere che anche nel corso del 2022 sarà possibile uscire anticipatamente dal mondo del lavoro grazie all’Ape Sociale. Questo a patto di essere in possesso di determinati requisiti e presentare domanda entro una certa data. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Ape Sociale, occhio a questa data: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere che anche nel corso del 2022, purché in possesso di determinati requisiti, sarà possibile uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. Diverse le soluzioni disponibili, tra cui l’Ape Sociale. Soffermandosi su quest’ultimo è bene sapere che non si tratta di una vera e propria forma di pensione.

Permette, bensì, di accedere ad una sorta di prepensionamento, in attesa che si raggiungano appunto i requisiti necessari per ottenere la pensione di vecchiaia. Al fine di poter beneficiare di tale misura, però, come già detto, bisogna essere in possesso di determinati requisiti e soprattutto rispettare determinate date entro cui presentare apposita richiesta.

Entrando nei dettagli ricordiamo che l’Ape Sociale viene riconosciuto a tutti i lavoratori iscritti all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, purché abbiano almeno 63 anni di età. Ma non solo, devono aver terminato l’attività lavorativa ed essere in possesso di altri requisiti specifici, come ad esempio l’aver maturato almeno 30 anni di contributi.

Oltre ai requisiti necessari per poter accedere a tale misura bisogna prestare attenzione anche alle scadenze. In particolare c’è tempo fino al 31 marzo 2022 per poter presentare apposita richiesta per il riconoscimento dei requisiti. Vi sono, infatti, tre archi temporali di riferimento. Il primo, appunto, è fissato al 31 marzo 2022.

A seguire ci saranno altri due finestre di riferimento, ovvero dal 1° aprile al 15 luglio e dal 16 luglio al 30 novembre. Una volta presentata apposita  richiesta, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale provvederà a comunicare l’esito.