Quanto guadagna un cuoco alle prime armi: da non crederci!

Quanto guadagna un cuoco all’inizio della sua carriera? Vediamo cosa devono aspettarsi i giovani che decidono di diventare chef.

Siamo pronti per scoprire quanto guadagna un cuoco che ha appena iniziato la gavetta. Prima di arrivare ad essere Locatelli o Cannavacciuolo bisogno percorrere parecchia strada!

quanto guadagna un cuoco
Adobe Stock

E’ in aumento il numero di giovanissimi che desiderano diventare cuochi. Le trasmissioni televisive che hanno come protagonisti chef e aspiranti tali sono seguitissime e i volti noti – Bruno Barbieri, Alessandro Borghese, Benedetta Rossi – sono molto amati. Cresce, così, il sogno di ritrovarsi a gestire una cucina, tra fornelli, ordini, grembiuli e nuovi piatti da creare. Eppure, occorre essere ben consapevoli che prima di raggiungere il livello più alto sarà necessario fare molta gavetta ed impegnarsi duramente per dimostrare di valere più dei diretti concorrenti. Una lunga strada, dunque, che inizia dal basso anche in termini di guadagni. Scopriamo quanto guadagna un cuoco alle prime armi che compie il suo primo passo in una cucina.

Quanto guadagna un cuoco all’inizio della carriera

Il percorso da semplice cuoco a chef stellato è pieno di prove da superare e competenze da acquisire. Chi nasce con un talento in cucina risulterà sicuramente avvantaggiato ma la costanza, l’impegno, la determinazione dovranno comunque essere ingredienti da non dimenticare mai. La strada è un susseguirsi di livelli e ogni tappa prevede un guadagno differente.

Il primo step, l’essere cuoco senza esperienza, può portare una retribuzione media di mille euro al mese. L’importo varia, poi, in base alla mansione svolta – solitamente si inizia come supporto dei Capi-partita o come addetto al riordino della cucina – all’orario di lavoro, al luogo di lavoro e alla tipologia di locale in cui si svolge l’occupazione. Gli stipendi, infatti, variano tra locanda, trattoria, ristorante e cucina di un albergo. Allo stesso modo, la retribuzione dipenderà dalla qualità offerta; la paga in un ristorante di lusso dovrebbe essere più alta rispetto ad un “semplice” locale.

I dettagli del contratto di lavoro

Il cuoco viene solitamente assunto con CCNL ristorazione. Lo stipendio base è di mille euro per mansioni di riordino e assistenza. Con il livello 7 la paga arriva a 1.252,09 euro, importo che può salire fino a 1.350 euro raggiungendo il livello 6, dedicato a chi viene addestrato, ha buone conoscenze professionali e adeguate capacità tecnico-pratiche.

Arrivando al livello 5 la retribuzione varia tra i 1.400 e i 1.600 euro per arrivare ai 1.800 euro con dieci anni di esperienza alle spalle. Maturando tra i 20 e i 30 anni di esperienza, invece, si potranno guadagnare 2.500 euro. Diventando Capo-partita, infine, il guadagno sarà di circa 3 mila euro al mese. Infine, il traguardo ultimo del percorso, lo chef stellato con uno stipendio di 5 mila euro.