Poste Italiane chiude questi libretti di risparmio: ci aveva avvisati

Attenzione, Poste Italiane chiuderà i libretti di risparmio entro questa data. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Poste Italiane avverte che a breve provvederà alla chiusura di molti libretti di risparmio. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da aspettarsi.

poste italiane libretto risparmio chiusi
Foto © AdobeStock

Cibo, istruzione dei figli, tempo libero, auto e chi più ne ha più ne metta. Davvero tanti i costi da dover sostenere e che finiscano per intaccare il nostro bilancio. A peggiorare la situazione, poi, ci si mette l’aumento generale dei prezzi. Un aspetto che non passare di certo inosservato, con molti che decidono pertanto di prestare particolare attenzione al mondo del risparmio.

Proprio soffermandosi su tale ambito, tra gli strumenti più diffusi e utilizzati si annoverano senz’ombra di dubbio i libretti di risparmio. Ebbene, a tal proposito si invita a prestare attenzione ad un recente avviso di Poste Italiane che provvederà a chiudere molti libretti di risparmio entro questa data. Ma per quale motivo? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da aspettarsi.

Poste Italiane chiuderà i libretti di risparmio dormienti entro questa data: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere per quale motivo si riveli essere importante prestare attenzione alle condizioni riportate sul retro dei buoni fruttiferi postali. Allo stesso modo si invita a prestare attenzione agli avvisi di Poste Italiane, come quello inerente i libretti di risparmio dormienti.

Si tratta, in pratica, di libretti che non risultano movimenti da più di dieci anni e con saldo superiore a 100 euro. Tali strumenti, inoltre, non risultano sottoposti a procedimenti o blocchi operativi che ne impediscano la relativa movimentazione. Ebbene, i soggetti interessati, pertanto è bene sapere che devono affrettarsi.

Questo in quanto Poste Italiane provvederà a breve alla loro chiusura. Evitare tutto ciò, però, è possibile. A tal fine non bisogna fare altro che recarsi presso un ufficio postale entro il prossimo 21 giugno 2022. In questo modo gli operatori potranno procedere con il censimento anagrafico dei libretti in questione.

Poste Italiane chiuderà i libretti di risparmio dormienti: cosa fare

Nel caso in cui non si effettui questa operazione, allora i libretti postali dormienti verranno estinti, con le somme su di essi depositati che verranno devoluti al Fondo gestito dal Consap. Stando a quanto si evince dal sito di Poste Italiane, inoltre, è bene sapere che i

titolari dei Libretti che hanno ricevuto una comunicazione da Poste Italiane in cui viene segnalata la dormienza del Libretto, per evitarne l’estinzione ed il trasferimento dei relativi saldi al Fondo sopraindicato, sono tenuti ad inviare una comunicazione all’indirizzo riportato nella lettera ricevuta oppure ad effettuare operazioni a valere sul Libretto entro il termine indicato nella comunicazione stessa“.

In caso di dubbio, comunque, si invita a consultare il sito di Poste Italiane su cui è possibile consultare un elenco dei libretti di risparmio dormienti ordinati seguendo il numero di identificazione dell’ufficio postale presso cui sono stati aperti.