Facebook, rivoluzione nel mondo delle vendite con il Multilevel marketing

Facebook reinventa il mondo delle vendite con il Multilevel marketing, pronipote della vendita porta a porta. Vediamo come funziona l’innovativa soluzione digitale e cosa nasconde dietro tante belle parole.

Si chiama Multilevel marketing il nuovo modo di vendere prodotti. Facebook decanta le qualità del progetto ma il vero guadagno lo hanno solo le aziende.

Facebook multilevel marketing
Adobe Stock

Fidarsi della tecnologia è bene oppure no? Abbiamo imparato a nostre spese che spesso le innovazioni digitali non sono dalla parte dei “comuni mortali”. Non parliamo solamente di attacchi smishing o phishing tentati da cyber criminali ma anche di inganni celati da solidi affari provenienti, ad esempio, da serie e affermati social come Facebook. L’ultimo strumento per far soldi si chiama Multilevel marketing, un progetto innovativo di vendita porta a porta che offrirà lavoro a molte persone e prometterà laute ricompense. Bisogna crederci o si tratta di un’ennesima illusione?

Facebook e il Multilevel marketing

Il Multilevel marketing è un business – tacciato da molti di promettere il falso – con cui guadagnare 1.500 euro al mese lavorando da casa appoggiandosi a solide realtà aziendali. Almeno quest’ultimo punto è vero. Sono numerose le aziende pronte a rifornire i venditori di prodotti da rivendere tramite social network. Il problema è che il vero guadagno sarà riservato solamente alle aziende mentre i lavoratori subiranno uno “sfruttamento” poco retribuito.

Il funzionamento del multilevel marketing è molto semplice. Il venditore entrerà in una community virtuale per vendere i prodotti, senza uscire di casa ed utilizzando solo un pc o uno smartphone. Le aziende sono pronte a fornire kit dal costo base di mille euro circa garantendo una commissione del 10% a pacchetto. Ciò significa che per guadagnare 1.500 euro sarà necessario trovare 25 persone disposte a spenderne mille. Il mese successivo si potrà procedere allo stesso modo oppure trovare – o ingannare – cinque venditori che acquistino il pacchetto per rivenderlo a 25 persone. Un’impresa, dunque, per guadagnare 1.500 euro (togliendo poi la spesa iniziale) mentre l’azienda fornitrice ne guadagna 28 mila e 500.

Dov’è il guadagno?

Il guadagno c’è, è innegabile, ma solamente per l’azienda che mette in piedi il Multilevel marketing. Il sistema funziona visto dai vertici aziendali. Sono le parole di Stefano e Andrea Orrù che hanno portato in Italia gli integratori di una multinazionale americana facendo nascere un business di oltre 12 milioni di clienti. La vendita su Facebook consente di raggirare la Legge 194 del 2005 dato che il rapporto tra venditore o reclutatore e acquirente non è fisico ma virtuale. Sul social network si può sfruttare, dunque, il Multilevel e vendere, ad esempio, integratori pur non avendo alcun titolo per farlo. D’altronde, la promessa di dimagrire in poco tempo fa sempre breccia nel cuore delle persone come dimostrato dall’elevato numero di clienti.