Superenalotto da sogno: all’improvviso la vita prende un’altra direzione

Il Superenalotto ancora una volta riesce nell’incredibile compito di distrarre per quanto possibile l’opinione pubblica dalla crisi dilagante.

Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio fenomeno, situazioni che di certo non si possono definire all’ordine del giorno. Il gioco, la possibilità di lasciarsi alle spalle tutti i problemi di fare in modo che tutto possa in un certo senso ricominciare daccapo, una nuova possibilità una nuova idea.

superenalotto e documenti
adobe

Il gioco può offrire questo, può andare in questa direzione attraverso le sue dinamiche, attraverso insomma quella potenziale condizione che può essere in qualche modo imbeccata trovandosi sotto la stella giusta, come vogliamo altrimenti chiamare il destino?

Uno dei massimi protagonisti, in questa delicatissima fase è senza alcun dubbio il Superenalotto. Stiamo parlando senza ombra di dubbio di uno dei giochi più amati in assoluto dai giocatori italiani, se non quello più amato. Il motivo è semplice, la possibilità di vincere cifre incredibili puntando anche un solo euro, o comunque una cifra irrisoria. Parliamo di importi effettivamente da capogiro, anche escludendo il “6” che in ogni caso no viene fuori ormai dallo scorso maggio. Allora il bottino si palesò in ben 156 milioni di euro.

Montappone, nelle Marche, li andò a finire la vincita. Oggi siamo molto sopra quella cifra, l’ultima di maggio insomma. Jackpot che ha abbondantemente superato i 170 milioni di euro e quasi si avvia al record assoluto per quanto riguarda il jackpot assegnato al gioco nel nostro paese, 209 milioni di euro. Le ultime estrazioni ci spingono in quella direzione con una sestina che non vuole saperne di venire fuori, di concretizzarsi all’interno dei numeri estratti. Nonostante tutto, però, qualche piccola soddisfazione viene fuori lo stesso. L’ultimo concorso ne ha regalata una doppia di soddisfazione. Il momento insomma appare anche più opportuno che mai.

Superenalotto si festeggia ancora con il “5”: a Lecco e Modena scoppia la festa per i vincitori

E’ festa grande in due località del nostro paese. Li dove il Superenalotto ha deciso di legittimare, di rendere concreti due soddisfacenti bottini. Del “6” nemmeno l’ombra chiaramente, ma i “5” ultimamente, cosi come abbiamo l’opportunità di constatare riescono a regalare in ogni caso gioia e soddisfazione ai fortunati giocatori. Due giocate, due diverse idee insomma su come arrivare al bottino finale, due identici premi. Si vince con il “5” come detto, si vince bene. La cifra conquistata dai due giocatori è per la precisione  103.782,09 euro.

L’estrazione vincente, quella che ha caratterizzato l’ultimo concorso del Superenalotto del 22 marzo è la seguente: 68-88-27-74-49-30. Numero Jolly: 64, numero Superstar: 11. Il jackpot oggi, vale l’incredibile cifra di 176,7 milioni di euro. Siamo ancora però lontani dalla cifra record vinta nel nostro paese al gioco in questione, ben 209 milioni di euro. Le due vincite del giorno, i due “5” che c’è da scommetterci hanno di certo dato una bella sterzata alle esistenze dei due giocatori in questione si sono concretizzate a  Missaglia, in provincia di Lecco ed a San Felice Sul Panaro in provincia di Modena. schedine.

Non sono state queste però le uniche vittorie che in qualche modo hanno strappato qualche sorriso in giro per l’Italia. Altri cinque fortunati si sono infatti portati a casa un bottino niente male. Ben 43.782 euro grazie al “4 stella”. Dei sei nemmeno l’ombra, questo è ormai un dato di fatto a quasi un anno dall’ultima estrazione fortunata in questo senso. Il momento è critico e portarsi a casa ben 170 milioni e passa rappresenterebbe in ogni caso il massimo. Uscire fuori da un momento tanto drammatico con in tasca una cifra simile vorrebbe dire avere la possibilità in un certo senso di resettare ogni cosa.

Vincere è sempre possibile, certo se si è assistiti dalla buona sorte, se si ha dalla propria la fortuna. Momenti come quello che viviamo attualmente invocano la speranza, spingono vero di essa. Il gioco, in qualche modo, può accomunare le due strade. Ripartire, rimettersi in pari con la vita, e forse anche di più, riprovarci, insomma. Spere di poterlo fare.