Guida al Bonus Bollette 2022: beneficiari, importo e domanda

Bonus Bollette 2022, il Decreto Energia disciplina la misura individuando beneficiari, limite ISEE e modalità di inoltro della domanda.

Un aiuto tra i rincari, ecco cos’è il Bonus Bollette. L’agevolazione, però, non è dedicata a tutti i cittadini ma solo alle famiglie economicamente più svantaggiate.

bonus bollette beneficiari
Adobe Stock

Uno sconto sulle spese di luce e gas è un diritto riservato ad una fascia della popolazione. Prende il nome di Bonus Bollette e serve per sostenere economicamente chi è in maggiore difficoltà a causa degli aumenti dell’energia elettrica e del gas. La misura è attiva fin dallo scorso anno quando la pandemia ha provocato una crisi economica generale. Nel 2022 è stato necessario rinnovarla a causa del persistere del Covid 19 – nella sua nuova forma Omicron – e dello scoppio della guerra tra Russia e Ucraina. Il Decreto Energia ha modificato, però alcuni aspetti del Bonus soprattutto con riferimento al limite massimo di ISEE da presentare per poter ottenere l’erogazione della misura.

Bonus Bollette, una pratica guida alla misura

Per poter accedere al Bonus Bollette occorrerà presentare l’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente che attesta la situazione patrimoniale e reddituale delle famiglie. Requisito fondamentale per ottenere l’erogazione dell’agevolazione è, infatti, rimanere al di sotto del limite di 12 mila euro. Si amplia la platea dei beneficiari, dunque, rispetto allo scorso anno (il limite era di 8.265 euro) mentre rimangono uguali le indicazioni relative alla modalità di inoltro della domanda.

Farà piacere sapere che non occorrerà avanzare alcuna richiesta. Il sistema incrocerà di dati INPS con quelli ARERA e lo sconto verrà applicato automaticamente in bolletta. Nessuna complicazione, dunque, per poter risparmiare sui costi di luce e gas a condizione che si proceda con il calcolo dell’ISEE. Il periodo di riferimento per usufruire della misura è dal 1° aprile 2022 al 31 dicembre 2022. Di conseguenza, è necessario procedere il prima possibile con l’invio dell’Indicatore e, prima ancora, con la compilazione della DSU. 

Ricordiamo, poi, che per i nuclei con quattro componenti titolari l’ISEE sale a 20 mila euro e che la misura viene erogata direttamente anche ai percettori di reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

A quanto ammonta l’importo erogato

Il Bonus Bollette prevede, come accennato, uno sconto in bolletta. Si è in attesa di conoscere i nuovi importi erogati dal 1° aprile ma si ipotizza una cifra minore rispetto al primo trimestre in atto dato che il bonus straordinario (compensazione integrativa temporanea) potrebbe non essere aggiunto alla somma base.

Ricordiamo che fino al 31 marzo 2022 gli importi del Bonus per la luce corrispondono a 165,50 euro per nuclei con 1/2 componenti; a 200,70 euro per nuclei con 3/4 componenti e a 235,80 euro per nuclei oltre i quattro componenti. Gli importi per il gas, invece, sono determinati da un maggior numero di variabili (componenti, zona climatica e uso effettuato). Il range del primo trimestre ha spaziato tra un minimo di 62,10 euro ad un massimo di 571,50 euro. Concludiamo con l’acqua e gli importi attualmente attivi fino al 31 marzo. Le somme del Bonus sono comprese tra 112,50 e 816,30 euro.