Naspi: ottenere l’anticipo in un’unica soluzione è possibile, ma occhio all’importo

Ottenere l’anticipo della Naspi in un’unica soluzione è possibile. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Anche nel corso del 2022 sarà possibile richiedere all’Inps il pagamento in anticipo e in un’unica soluzione della Naspi. Ma come fare?

Naspi 2022
Foto © AdobeStock

Il lavoro è senz’ombra di dubbio un diritto e un dovere. Non sempre, però, le cose vanno come sperato e in alcuni casi, purtroppo, può capitare di perdere il posto di lavoro a prescindere dalla propria volontà. Una situazione indubbiamente difficile, in quanto si perde un’importante fonte di reddito. Proprio in tale ambito, pertanto, a rivestire un ruolo particolarmente importante è la Naspi, ovvero l’indennità di disoccupazione.

Quest’ultima, ricordiamo, è una misura a favore dei lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro e che possono in questo modo beneficiare di un sussidio mensile, la cui durata differisce in base ai casi, fino ad un massimo di due anni. Se tutto questo non bastasse, in determinati casi è possibile richiedere e ottenere l’anticipo di tale misura in un’unica soluzione. Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

Naspi, ottenere l’anticipo in un’unica soluzione è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto che sono in arrivo buone notizie per molti titolari Naspi che a marzo 2022 si vedranno erogare anche gli arretrati. Ebbene, sempre soffermandosi su tale misura, interesserà sapere che è possibile richiedere e ottenere l’anticipo in un’unica soluzione.

Tale richiesta può essere effettuata nel caso in cui una persona avente diritto alla Naspi decida di  aprire un’attività in proprio oppure di acquistare una quota di capitale sociale di una cooperativa. L’obiettivo finale, infatti, come è facile intuire, è quello di aiutare le persone a reinserirsi nel mondo del lavoro.

Ma a quanto ammonta tale anticipo? Ebbene, l’importo di quest’ultimo è pari al totale delle mensilità non ancora percepite. A tal proposito, pertanto, è bene sapere come viene calcolata la mensilità Naspi. Quest’ultima, ricordiamo, è pari al:

  • 75% dell’importo dello stipendio medio se è pari o inferiore a 1.250,87 euro;
  • 25% della quota che supera tale limite.

L’importo dell’indennità di disoccupazione, in ogni caso, non può superare quota 1.360,77 euro.

Naspi, ottenere l’anticipo in un’unica soluzione è possibile: come calcolare l’importo

Per quanto concerne la durata, come già detto, non può essere superiore a due anni ed è pari alla metà delle settimane di contributi degli ultimi quattro anni. È facile quindi intuire che per calcolare l’importo della Naspi pagata in anticipo in un’unica soluzione non bisogna fare altre che moltiplicare l’importo della Naspi mensile per il totale dei mesi per cui verrà erogata tale misura.

A tale importo, ovviamente, bisogna sottrarre le mensilità già percepite. L’importo ottenuto, comunque, è bene sottolineare, risulterà un po’ più alto rispetto a quanto verrà effettivamente erogato. Questo per via del meccanismo che taglia l’importo della Naspi ogni mese. In base a quest’ultimo, infatti, a partire dal sesto mese viene applicata una decurtazione del 3% per ogni mensilità.

In presenza di soggetti aventi più di 55 anni, invece, la decurtazione viene applicata a partire dall’ottavo mese. Dal risultato precedentemente ottenuto, pertanto, bisogna sottrarre una percentuale che oscilla tra il 15% e il 30% in base al numero di mensilità che devono essere ancora erogate.