Isee elevato? Niente paura, i bonus arrivano lo stesso: ecco quali sono

Chi l’ha detto che un Isee alto impedisce l’accesso ai bonus? Anche per chi ha un reddito fra 25 e 35 mila euro c’è possibilità di agevolazione.

 

Perlopiù confermati su tutti i fronti, i bonus restano una componente essenziale per i contribuenti. Alcune agevolazioni, infatti, permettono di ammortizzare le spese o di recuperare qualche somma in detrazione.

 Bonus Isee 25 mila euro
Foto © AdobeStock

Quasi tutti sono delegati allo stato reddituale di un contribuente o del suo nucleo familiare. In pratica, per potervi accedere, è necessario presentare un modello Isee che evidenzi l’effettiva disponibilità economica e, quindi, se il diritto a un determinato bonus possa essere riconosciuto oppure no. Tendenzialmente, l’accesso alle varie agevolazioni è consentito a quasi tutti i contribuenti, con differenze semmai legate al proprio reddito. Ad esempio, anche le famiglie con un Isee compreso fra 25 mila e 35 mila euro, per quanto apparentemente sia un reddito elevato, hanno diritto ad alcuni bonus, proporzionati al loro status.

E non sono pochi. Anzi, a disposizione di questi contribuenti figurano agevolazioni come il Contributo Fondo Morosità Incolpevole o il fondo per il mutuo prima casa destinato agli under 36. Ma anche il Bonus asilo nido 2022, l’Assegno unico e altri importanti contributi che l’Isee sostanzialmente elevato non impedisce di ottenere un aiuto dallo Stato. Peraltro, è chiaro che un reddito annuale di 25-35 mila euro è solo apparentemente elevato. Il calcolo dell’Isee, infatti, dipende da una serie di fattori variabili, che possono determinare una somma senza rendere effettiva la disponibilità delle risorse.

Isee, la strada verso i bonus: come ottenerne uno proprio, senza familiari

Isee elevato, l’elenco dei bonus ottenibili

Al fine del calcolo dei bonus, dei dettagli si tiene conto fino a un certo punto. Le agevolazioni vengono sì erogate a seconda dello status reddituale ma tenendo in considerazione perlopiù il valore complessivo indicato dall’Isee. E chi possiede un totale compreso fra due cifre così elevate (basti pensare che il Reddito di Cittadinanza si ottiene con un reddito inferiore ai 6 mila euro annui) deve adeguarsi al calcolo proporzionale. E’ chiaro che un reddito inferiore ottenga un’agevolazione più alta. Tuttavia, alla fine ci si accontenta. Un Isee da 25-35 mila euro può richiedere un contributo dal Fondo Morosità Incolpevole, accessibile per coloro che hanno visto una riduzione, fra un anno e l’altro, del reddito complessivo del nucleo familiare.

Nido e Assegno unico

Restando al Fondo morosità incolpevole, il contributo massimo per l’affitto può arrivare fino a 8m ila euro l’anno, anche a coloro che hanno perso almeno il 25% del reddito ottenuto nel 2020. Questo anche se non si è in presenza di un provvedimento di sfratto e con un Isee entro i 26 mila euro. Restano fuori coloro che hanno già beneficiato di un contributo per la prevenzione degli sfratti per morosità.

Bonus Matrimonio, il ricco regalo di nozze della Regione

Inoltre, chi ha un Isee fra 25 mila e 35 mila euro, può fare richiesta del Bonus asilo nido 2022, l’unico a restare dopo l’introduzione dell’Assegno unico. L’importo è riconosciuto nella misura di 3 mila euro per gli Isee fino a 25 mila euro, 2.500 per quelli compresi fra i 25 e i 40 mila e 1.500 per quelli superiori a 40 mila euro. Naturalmente, c’è spazio anche per l’Assegno unico, ottenibile fra un minimo di 124,5 euro per ogni figlio fino a due per chi ha un Isee fino a 25 mila euro, ai 74,5 per chi lo possiede da 35 mila.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base