Gas, doccia gelata col… riscaldamento: come risparmiare davvero

Il costo del gas può essere contrastato semplicemente confrontando le offerte. Il costo fisso, al momento, sembra la soluzione ideale.

 

L’inverno è già di per sé la stagione che alza i consumi. Più dell’estate, che pure alza l’asticella con l’apporto di condizionatori e ventilatori a soffitto. Figurarsi se all’equazione si aggiungono dei rincari da crisi.

Gas risparmio bolletta
Foto © AdobeStock

Un mix esplosivo che gli italiani hanno cercato tutto sommato di assorbire. Alcuni grazie alle compagnie gestenti, che hanno cercato di ammortizzare i costi. Altri ancora usufruendo dei bonus previsti per le famiglie in difficoltà. Certo è che l’aumento delle bollette, specie quella del gas, è stata l’ennesima scheggia impazzita della bomba pandemica. Il motivo è abbastanza semplice: il rincaro in bolletta è stata la punta di un’escalation progressiva che ha visto dapprima le chiusure e poi le restrizioni, senza che i consumi (e quindi le uscite) rallentassero. E senza che l’apporto dei bonus fornisse quel plus decisivo a scongiurare lo sprofondo. A pagare lo scotto della crisi è stata soprattutto la classe media ma, realmente, dall’impatto economico della pandemia non si è salvato nessuno.

Se per l’elettricità non è difficile fare la somma dei consumi, visto che quasi ogni apparecchiatura è alimentata a corrente, per il gas è addirittura elementare. I mesi invernali impongono un uso prolungato dei riscaldamenti, in alcune case più che in altre. Una componente comune a ogni famiglia, stavolta combinata con un rincaro che ha toccato la bolletta della fornitura di gas in modo particolare. In questo senso, appare quantomeno complicato inquadrare una strategia di risparmio che non sia patire il freddo. O attaccare stufe elettriche che, di conseguenza, porterebbero su le spese per la corrente.

Luce e gas, con l’intervento del Governo pagheremo ancora molto?

Gas, come risparmiare senza soffrire il freddo

Come detto, alcuni contribuenti hanno assorbito il colpo grazie alle offerte del proprio gestore. Del resto, il risparmio vero e proprio inizia da lì, dal confronto delle migliori proposte del mercato libero. E’ inevitabile che il riscaldamento finisca per alzare i costi della bolletta e, per questo, le strategie di contenimento è necessario che inizino prima. La tariffa del gas varia in relazione alla zona (anche questo è inevitabile) e, per risparmiare, meglio trovare un’offerta che metta il gas già di per sé a tariffa ridotta. Il passaggio al mercato libero, quindi, è la soluzione migliore, in quanto il costo sarebbe comunque inferiore al regime di maggior tutela e potranno essere aggiunti dei vantaggi in caso di attivazione della modalità dual fuel. Ossia, una promozione luce + gas con il medesimo operatore.

Aumenti di gas e luce: cosa sta facendo il Governo

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il passaggio al mercato libero può essere facilitato dal raffronto delle offerte, possibile semplicemente vagliando le proposte circolanti sul web. Chiaramente, vista la possibilità più che concreta che i prezzi salgano ancora, un’offerta a costo fisso sembra al momento la soluzione migliore. Ad esempio, la promozione di Edison Sweet gas consente un prezzo bloccato per 24 mesi, un bonus di 85 euro e polizza assicurativa di Axa. Con l’attivazione della dual fuel, scatterebbe uno sconto di 250 euro. Stesso tenore per A2A, con la sua Click Gas (attivabile solo via web) da prezzo bloccato 12 mesi e bolletta elettronica. Da A2A arriva anche la Prezzo Chiaro Gas, con carta regalo Apple Store e un anno di contributo a carico dell’azienda.