Ecco quanto guadagna un astronauta: le cifre sono davvero spaziali?

Diventa astronauta è tutt’altro che semplice. Un percorso di studio e addestramento fisico durissimo. Quanto agli stipendi c’è una cosa da sapere…

 

Quando da bambini ci chiesero cosa avremmo voluto fare da grandi, è probabile che ognuno di noi abbia risposto almeno una volta con il lavoro più avventuroso.

Astronauta guadagno
Foto © AdobeStock

Certo, per chi era ragazzino negli anni Novanta il fascino di Jurassic Park potrebbe averlo convinto a sognare la strada della paleontologia. Ma ci sono pochi dubbi sul fatto che quella dell’astronauta sarebbe stata una risposta decisamente gettonata. Una carriera durissima per quanto affascinante, che richiede competenze enormi temprate da anni di studio, oltre che una prestanza e resistenza fisica e mentale fuori dal comune. Una pista così complessa non è per tutti. E non tutti coloro che la intraprendono riescono a salire su uno shuttle o a fare una passeggiata spaziale. Se ci fosse qualcuno intenzionato a diventare astronauta, in sostanza, è bene che sappia fin da subito che indossare la leggendaria tuta bianca non sarà per niente semplice.

Per il resto, si tratta senza dubbio di una delle professioni più affascinanti, unica nella sua esclusività. Solo a un ristrettissimo numero di uomini e donne è concesso di ammirare la Terra dallo spazio e, soprattutto, di conoscere a fondo i segreti dei mezzi in grado di trasportare una persona oltre la stratosfera. E’ chiaro che una professione simile venga tendenzialmente associata a un guadagno conseguente al sacrificio che richiede. Beh, naturalmente il compenso non rientra nell’ordinario. Ma meglio non farsi troppe illusioni. I guadagni mastodontici sono ben altri.

Turismo spaziale, alle soglie dei cancelli cosmici: Virgin Galctic testa lo shuttle-bus

Astronauta, uno speciale lavoro… come gli altri: tutte le cifre

Bisogna innanzitutto capire l’inquadramento lavorativo di un astronauta. La Nasa li riconosce come impiegati pubblici di categoria GS-12 e GS-13, in base alle competenze acquisite e all’anzianità di servizio. Per tale “personale”, le cifre oscillano quindi tra un minimo di 66.167 e un massimo di 161.141 dollari all’anno (lordi). Le cifre, tradotte in euro, si attestano quindi tra 55 mila e 134 mila euro. Al netto, considerando la minore incidenza fiscale degli Stati Uniti, tali importi scendono rispettivamente a 42 mila e 91 mila. Cifre importanti (i dati sono riferiti al 2020) ma forse sorprendenti all’opposto. Nel senso che, tanto per fare un esempio, un calciatore guadagna molto di più. Eppure si tratta di un lavoro difficile, pericoloso e con la necessità di lunghe trasferte.

Jeff Bezos in volo verso lo spazio: i dettagli del costoso viaggio

Certo, di sicuro si tratta di un lavoro che conferisce grosse onorificenze, soddisfazioni importanti e una cultura a tratti sconfinata. E anche, in un certo senso, in grado di appagare dal punto di vista economica. Va detto però che, se ciò che si cerca è una vita da ricconi, le strade da intraprendere sono altre. Del resto, considerando le cifre annuali sopra esposte, un astronauta della Nasa andrebbe a percepire uno stipendio mensile fra 3.500 e 7.600 dollari, non di più. Cifre simili a quelle dei colleghi europei, che beneficiano di una quota minima più alta ma compensata da una massima più bassa. Poi è chiaro: chi intraprende questo percorso, e soprattutto lo porta a termine, di certo non è al denaro che è interessato. Almeno non come primo pensiero.