Superenalotto, non ritirano 50 mila euro: lo strano caso delle vincite in Calabria

Può succedere di tutto con i numeri, ogni cosa con il gioco, anche quella realisticamente più improbabile. Tutto è possibile.

Il Superenalotto, si sa, distribuisce soldi e grandi soddisfazioni in ogni angolo del paese. Alcune volte però può succedere qualcosa che proprio non ci si aspetta. Qualcosa di bizzarro, di assurdo si direbbe. Eppure, le cronache raccontano anche questo.

Soldi vincita
Adobe

Nel gioco può succedere qualsiasi cosa, di questo sono ben consapevoli i cittadini italiani e non solo. Il dubbio, l’incertezza, la fortuna che determina in fin dei conti ogni aspetto dell’intera operazione, tutto insomma ed il contrario di tutto. In un attimo si diventa ricchi ed l’attimo dopo magari ci si accorge di aver sbagliato considerazione, le cronache in fin dei conti lo raccontano volta per volta. Può succedere insomma davvero qualsiasi cosa. La vicenda che arriva dalla Calabria, però, assume dei toni in alcuni casi anche particolarmente bizzarri, il motivo?

Il tutto nasce da una speciale iniziativa legata al gioco del Superenalotto SuperStar. Il cosiddetto “Black Week”, operazione che nell’arco di tre speciali concorsi consecutivi ha distribuito la bellezza di 300 premi garantiti. I concorsi speciali in questione sono il n. 140 di martedì 23 novembre 2021, il n. 141 di giovedì 25 novembre 2021 ed il n. 142 di sabato 27 novembre 2021. Quello che è successo dopo, come anticipato, ha davvero dell’incredibile. Due fortunati vincitori, in Calabria, di fatto al momento ancora irreperibili.

Superenalotto, lo strano caso delle vincite in Calabria: la posizione in merito di Sisal

Al momento non è ancora chiara la dinamica dell’intera questione. I due fortunati vincitori potrebbero non voler destare sospetti, non ufficializzare la propria vincita, atteggiamento legittimo, ma al momento no è nemmeno pervenuta in qualche modo l’accettazione stessa della dinamica. Più semplicemente, forse, i due non sono a conoscenza di quanto capitatogli, probabilmente non hanno controllato i risultati della giocata effettuata. La questione insomma potrebbe essere molto più semplice di quanto previsto, almeno nella sua natura.

Superenalotto, soldi e fortuna in arrivo per chi ha fatto questi sogni: chi festeggerà una vincita?

É importante ricordare ai giocatori – fanno sapere direttamente da Sisal – di verificare i codici alfanumerici univoci legati all’iniziativa speciale per scoprire se si è tra i fortunati vincitori e, soprattutto, che la scadenza ultima per riscuotere la vincita è fissata a 90 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione del bollettino di concorso”. I premi in questione hanno portato agli inconsapevoli vincitori la bellezza di 50mila euro a testa. Sisal ha inoltre indicato le località calabresi con relativo punto vendita dove di fatto sono state effettuate le due giocate vincenti non ancora di fatto “reclamate”.

La prima località è Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, con giocata effettuata presso il Punto vendita Scalise Teresa Maria in piazza Lamezia. La scadenza per richiedere la riscossione del premio è fissata per mercoledì 23 febbraio 2022. La seconda località è invece Cosenza con il punto vendita Tabacchi valori bollati di Campanaro Luca, via Fausto e Luigi Gullo, 89. In questo caso la scadenza per richiedere la riscossione del premio è fissata invece per venerdì 25 febbraio 2022. Il gioco da, il gioco toglie, ma in alcuni casi il gioco bacia fortunati giocatori che nemmeno sanno di essere stati “scelti”. Il destino a volte, è capace di tirare davvero brutti scherzi, ma mai come in questo caso, la mano dell’uomo è assolutamente decisiva.