I titolari di Legge 104 possono ottenere dei prestiti agevolati. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

prestiti agevolati
Foto © AdobeStock

Lavoro, famiglia, tempo libero e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero tante le cose con cui dover fare puntualmente i conti, che finiscono, spesso, per avere un impatto non indifferente anche sulle nostre tasche. Se tutto questo non bastasse, non sempre si ha a propria disposizione il denaro necessario per riuscire a far fronte alle varie spese. Proprio in tale ambito, pertanto, può rivelarsi opportuno attingere a delle fonti extra di denaro, optando ad esempio per dei prestiti.

Ebbene, soffermandosi su quest’ultimi interesserà sapere che i titolari di Legge 104 possono accedere a delle forme di prestito agevolato, beneficiando in questo modo di condizioni più favorevoli rispetto alle condizioni medie di mercato. Ma come è possibile e soprattutto a chi bisogna rivolgersi? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Legge 104, occhio alla revisione obbligatoria: la verità che non ti aspetti

Legge 104, ottenere dei prestiti agevolati è possibile: come funziona

I titolari di Legge 104 possono usufruire di diverse agevolazioni, come ad esempio l’esenzione dal pagamento dell’imposta di trascrizione al PRA dovuta per il passaggio di proprietà nel caso in cui si acquisti un’auto. Ma non solo, possono anche beneficiare di prestiti agevolati, grazie ai quali poter usufruire di condizioni più favorevoli rispetto a quelle di mercato. Ma come è possibile ottenerli?

Ebbene, nella maggior parte dei casi è possibile ottenere tali prestiti agevolati attraverso delle apposite convenzioni. Ne sono un chiaro esempio i prestiti agevolati con la legge 104 che è possibile ottenere attraverso l’A.N.D.I. Acronimo di Associazione Nazionale Disabili Italiani, gli associati di A.N.D.I. possono accedere ad un prestito agevolato grazie ad una convenzione con Findomestic.

In particolare è possibile chiedere un finanziamento che va da un minimo di mille euro fino ad un massimo di 60 mila euro. L’accredito dell’intera somma, ovviamente, avviene sul conto corrente bancario, così come l’addebito delle relative rate, attraverso le quali poter rimborsare l’importo ricevuto.

Legge 104, brutte notizie in arrivo: l’Inps non effettuerà più questi pagamenti

Ma non solo, il tutto può essere svolto online, a partire dal preventivo fino ad arrivare alla sottoscrizione stessa del finanziamento. Questo ovviamente a patto che  si invii tutta la documentazione richiesta in formato digitale. Una buona notizia, quindi, per tutti i titolari Legge 104 che, nel caso in cui abbiano bisogno di liquidità extra, possono richiedere un prestito a condizioni particolarmente favorevoli.