I mutui BNL sono differenti e ciascuno di essi è certamente degno di nota. Di seguito ci focalizziamo sui mutui BNL Variabile, evidenziandone i punti cruciali e i vantaggi.

Mutui BNL

E’ noto a tutti che scegliere di sottoscrivere un contratto di mutuo rappresenta sempre un passo molto importante, in prospettiva degli anni a venire. Da un lato ci si impegna formalmente a rispettare gli accordi con la banca, per la restituzione della somma finanziata con gli interessi, mentre dall’altro si guadagna una maggior indipendenza e autonomia, grazie alla possibilità di vivere all’interno di una nuova abitazione.

Di seguito intendiamo soffermarci su una specifica offerta di mutui, ovvero quella di BNL. Vedremo in particolare come funzionano i mutui BNL a tasso variabile, ovvero quali sono le caratteristiche chiave, la finalità e i vantaggi. Come sempre, daremo le informazioni essenziali, al fine di contribuire ad orientare il potenziale cliente verso la miglior scelta per le proprie esigenze.

BNL: il contesto di riferimento e la mission

Abbiamo appena accennato al fatto che l’argomento clou del nostro articolo è rappresentato dai mutui BNL a tasso variabile, ma prima di vederli da vicino, intendiamo ricordare alcuni elementi essenziali di questo influente Gruppo bancario. Per saperne di più, è di riferimento la scheda profilo, pubblicata sul sito web ufficiale dell’istituto.

BNL Gruppo BNP Paribas è certamente una significativa realtà del panorama bancario, alla luce dei seguenti numeri e date di riferimento:

  • Oltre 100 anni di storia;
  • 2,7 milioni di clienti;
  • 729 filiali in tutto il paese;
  • Più di 11.500 dipendenti;
  • 1913 è l’anno di fondazione, come Istituto di Credito per la Cooperazione;
  • 1992, da Banca di diritto pubblico controllata dal Ministero del Tesoro, è diventata Spa;
  • 1998, dopo la privatizzazione mediante un’offerta pubblica di vendita, BNL è stata quotata alla Borsa di Milano;
  • 2006, la banca entra a far parte del Gruppo BNP Paribas, che – com’è noto – è uno dei leader globali nei servizi bancari e finanziari.

Ben chiara la mission del gruppo all’interno della scheda profilo della banca, liberamente consultabile sul relativo sito web. Si può leggere infatti che BNL e il Gruppo BNP Paribas si impegnano a collaborare con costruttività, a favore della sostenibilità, dando valore ad ogni forma di diversità, e rispettando l’ambiente in cui sono operative. Inoltre, le società in oggetto spingono verso un’economia più inclusiva per tutti, attenta al futuro e alle nuove generazioni. Anche in questo senso sono da considerarsi le offerte di mutui BNL a tasso variabile, che tra poco vedremo.

Obiettivo di BNL è mirare ad un futuro più sostenibile, che si può conseguire con attività che producono business ed un impatto positivo sui clienti, collaboratori e collettività considerata nel suo complesso.

Come detto poco sopra, si tratta di una realtà di rilievo internazionale: BNL – BNP Paribas è un gruppo presente in più di 70 paesi con circa 199 mila collaboratori, dei quali oltre 151 mila in Europa dove opera in quattro mercati domestici: Francia, Belgio, Lussemburgo e appunto Italia.

Non solo. Il Gruppo è:

  • quotato alla Borsa di Parigi;
  • negoziato a Milano Francoforte, Londra e New York;
  • presente nei principali indici borsistici internazionali.

Anche in riferimento all’offerta di mutui BNL nel suo complesso, la competenza e il know how del Gruppo BNP Paribas e delle sue società specializzate consentono oggi a BNL di offrire un catalogo ancora più esteso e avanzato di prodotti, servizi e soluzioni. I potenziali destinatari sono molto diversi tra loro, e non stupisce dunque che il mercato si riferisce ai seguenti settori: retail e private, corporate, small business e Pubblica Amministrazione.

BNL è una banca sicura? Ecco qual è il CET 1

Oltre a quanto appena riportato, è essenziale conoscere quello che è denominato CET 1. Esso rappresenta l’indice di una gestione del credito efficace ed è il maggiore parametro per verificare la solidità e credibilità di una banca. Maggiore è il CET, più una banca è solida, e dunque affidabile e sicura. Anche questa è una variabile da considerare, nel momento in cui si stia considerando se sottoscrivere un contratto di mutuo.

Vero è tuttavia che la solidità delle banche può essere valutata per il tramite di più criteri e parametri. In breve, ricordiamo che i più utili e noti sono i seguenti:

  • il rapporto patrimoniale CET 1 (Common Equity Tier 1), vale a dire di fatto l’opinione delle autorità di regolamentazione;
  • il rating, che invece è l’opinione di agenzie internazionali e indipendenti;
  • il CDS (Credit Default Swap), ossia l’opinione dei mercati.

Ma come detto poco fa, è soprattutto il CET 1 che ci dà un immediato giudizio sull’affidabilità della banca. E ciò ha importanza ovviamente anche per i mutui BNL, tra cui i mutui a tasso variabile che qui ci interessano.

BNL e solidità dell’istituto: come si calcola il CET 1?

Se ci si chiede come in sintesi è calcolato il CET 1, la risposta non è così difficile. Come opportunamente spiegato nel sito web ufficiale del Gruppo BNL, il CET 1 è ottenuto dividendo il patrimonio di migliore qualità (sostanzialmente capitale e riserve) per il totale delle attività ponderate per il rischio (ossia il valore di prestiti e ogni altra attività, considerate sulla scorta della loro qualità creditizia, ossia in relazione alla possibilità che la banca rientri o meno dell’importo impegnato). In concreto, il CET 1 evidenzia come per edificare una banca solida sia essenziale, oltre ad una ovvia ottima dotazione di capitale, anche una gestione attenta ed efficace dei rischi assunti.

Proprio con riferimento all’argomento che qui interessa, ossia i mutui BNL a tasso variabile, non possiamo non rimarcare che il valore del CET 1 è assai influenzato dall’entità di prestiti e mutui. Insomma, le banche che si occupano in particolar modo della raccolta e della gestione di fondi, avranno per forza un CET 1 più alto.

Se ci si chiede invece qual è il CET 1 di questo gruppo bancario, la risposta è che – come precisato nel sito web ufficiale: “BNL fa parte del gruppo BNP Paribas, uno dei gruppi più solidi della zona Euro e uno dei più sicuri al mondo”. Perciò non sorprende che il CET 1 sia alto. Per chi sceglie i mutui BNL, ciò è molto significativo.

In particolare, oltre alla tutela del conto corrente, prevista dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, la banca mostra parametri di alta resistenza agli stress test della Banca Centrale Europea e un CET 1, indicatore di benessere e solidità finanziaria della banca, che si attesta intorno al 11,3%. Insomma, non vi sono dubbi sostanziali: in linea generale, la banca è sicura e solida per i consumatori privati, ma anche per i profili business e aziendali che vogliono appoggiarsi a questo istituto di credito di prestigio internazionale.

Mutui BNL a tasso variabile: offerta in generale, simulatore rata e consulenza

Dopo queste doverose premesse riguardanti il profilo della banca e la sua credibilità nel panorama degli istituti bancari, possiamo rivolgere l’attenzione ai mutui BNL, con particolare riferimento a quelli a tasso variabile.

L’offerta di mutui BNL è molto ampia e consente all’interessato di scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Il catalogo infatti si rivolge a coloro che vogliono:

  • Acquistare casa;
  • Ristrutturare un immobile;
  • Trasferire il mutuo aperto presso un altro istituto.

Caratteristica clou di BNL è che l’istituto segue passo passo ogni cliente nella scelta del mutuo, indicando nei dettagli le varie tipologie di mutuo (a tasso fisso e tasso variabile) e supportando in ogni momento l’interessato. Ciò al fine di individuare una soluzione di finanziamento sostenibile per le proprie necessità e per quelle della famiglia.

Interessante è il meccanismo di calcolo della rata del mutuo, sfruttando le funzionalità del simulatore online BNL. Tramite esso, sarà possibile verificare preventivamente l’impegno mensile della rata per quanto attiene ai mutui BNL.

Usare il citato simulatore è semplicissimo. Ecco le operazioni da fare:

  • inserire la finalità del mutuo e il valore dell’immobile;
  • scegliere tra tasso fisso e variabile al fine di calcolare l’importo mensile della rata;
  • Inoltre si può modificare e confrontare le rate su durate e importi diversi.

Ovviamente, nel momento in cui il potenziale mutuatario ha trovato un’abitazione ed è pronto a domandare un finanziamento per comprarla, è possibile sfruttare la consulenza ad hoc degli specialisti BNL. Sul sito web ufficiale, è possibile infatti compilare il form per richiedere di essere ricontattato da un consulente. Sarà possibile stabilire un appuntamento in agenzia oppure ricevere la consulenza da remoto, ossia a distanza. Non solo. Se l’interessato intende fare tutto online, è possibile domandare il mutuo in autonomia, scegliendo il mutuo digitale BNL.

Il mutuo BNL Variabile: di che si tratta?

In caso di mutui a tasso variabile, è in gioco “una rata che varia nel tempo in base all’andamento del mercato. La rata variabile è una soluzione adatta a chi vuole beneficiare dei trend positivi dei tassi d’interesse, ma è anche in grado di sostenere eventuali aumenti dell’importo mensile della rata”. Queste le parole usate nel sito web ufficiale, per presentare l’offerta mutui BNL a tasso variabile.

Si tratta di un contratto in cui il tasso del mutuo e la rata variano in rapporto all’andamento dei tassi di mercato. In linea generale, il mutuo Variabile BNL è l’ideale per chi intende beneficiare del trend positivo dei tassi di mercato e può sopportare gli effetti di una eventuale crescita degli stessi. Detta soluzione è dunque adatta a chi intende mettere in gioco il rischio dell’aumento dei tassi, disponendo di adeguate entrate per fronteggiare la differenza di spesa.

Stai acquistando una casa o ristrutturando un immobile in un momento in cui i tassi di mercato stanno registrando un andamento positivo che vorresti sfruttare? Il Mutuo BNL Variabile è la formula perfetta per te: ti permette, infatti, di trarre vantaggio dalle fasi di ribasso dei tassi di interesse, con la consapevolezza tuttavia che, trattandosi di un mutuo con tasso variabile, la rata sarà variabile, appunto, e potrà subire un aumento in caso di rialzo dei tassi”. Parole chiare e opportunamente pubblicate nel sito web dell’istituto, che spiegano in sintesi il mutuo in oggetto.

Mutui BNL Variabile: il meccanismo

Se ci si chiede come funziona il tasso variabile in questione, la risposta non è difficile da dare e ci è fornita dalla stessa BNL, nella pagina ad hoc che spiega il mutuo BNL Variabile.

Ebbene, il mutuo variabile di BNL utilizza un tasso correlato al valore dell’Euribor a un mese, rilevato mensilmente, e maggiorato di una commissione fissa (spread).

In particolare, le rate del piano di ammortamento sono formate da:

  • una quota capitale, fissato all’atto della sottoscrizione (in base alla quotazione dell’Euribor valida alla data della conclusione del contratto di mutuo e maggiorato dello spread);
  • una quota interessi, variabile sulla scorta dell’andamento della quotazione dell’Euribor ad un mese, maggiorata poi dello spread.

Attenzione però a quanto segue: l’importo massimo erogabile scegliendo il mutuo BNL Variabile è di solito il 70% del valore dell’immobile (e comunque entro un limite massimo dell’80%).

Mutui BNL Variabile: quali sono i requisiti?

Sul piano dei presupposti per richiedere uno dei mutui BNL Variabile, occorre specificare quanto segue:

  • Requisiti di residenza per ottenere un mutuo: l’interessato può richiedere il mutuo BNL Variabile se risiede nel nostro paese, nella Città del Vaticano o nella Repubblica di San Marino. Se l’interessato non ha la cittadinanza italiana ma intende comunque richiedere il mutuo, è obbligatoria la residenza in Italia da almeno 5 anni.
  • Requisiti anagrafici per ottenere un mutuo: l’interessato deve sapere che l’età minima per richiedere – ed ottenere – uno dei mutui BNL Variabile è 18 anni. Per quanto attiene invece all’età massima per un mutuo casa, è obbligatorio in ogni caso che al termine del periodo di ammortamento non siano stati oltrepassati gli 80 anni.
  • Requisiti lavorativi per ottenere un mutuo: detto contratto è sottoscrivibile laddove l’interessato sia un libero professionista o un lavoratore dipendente assunto a tempo indeterminato, dopo aver superato il periodo di prova.

Non bisogna altresì dimenticare che, in ogni caso, il mutuo in questione è soggetto ad approvazione di BNL S.p.A. che svolgerà anche verifiche tecniche e legali sull’immobile offerto in garanzia. Questa d’altronde è la consueta prassi in questo settore.

BNL Gruppo BNP Paribas invita inoltre a fare riferimento al documento contenente le Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori, disponibile presso le filiali BNL S.p.A. e sul sito bnl.it, e al contratto disponibile presso le filiali BNL S.p.A.

Ribadiamo inoltre che è possibile calcolare la rata online onde avere un’idea indicativa di ciò che si andrà a spendere. E’ sufficiente indicare la finalità del mutuo e il valore dell’immobile, e scegliere tasso variabile per calcolare l’importo mensile della rata. L’interessato può cambiare e confrontare le rate su durate e importi diversi. E’ sempre possibile essere seguiti da uno specialista mutui BNL, sia in agenzia che da remoto.

Mutui BNL Variabile: tutte le caratteristiche chiave

Va da sé che i mutui non siano tutti uguali. Alcuni comportano un piano di ammortamento a rate crescenti, altri consentono di pagare le rate ogni 6 mesi, altri ancora hanno un tasso misto. Per quanto riguarda i mutui BNL in oggetto c’è da considerare in particolare l’andamento del tasso variabile, correlato all’andamento dello spread rispetto ai mutui.

Di seguito intendiamo riportare una serie di informazioni che indicano tutte le caratteristiche chiave dei mutui BNL Variabile. In esse troviamo elementi come le durata del mutuo e le modalità di rimborso, fino alle spese di istruttoria e perizia. Si tratta di informazioni chiave in vista di una eventuale sottoscrizione del contratto ma, in ogni caso, l‘interessato non deve dimenticare che può sempre approfondire i dettagli nel Foglio Informativo del mutuo e con lo specialista mutui BNL.

Operazioni finanziabili:

  • Acquisto/ristrutturazione di un immobile per uso abitativo;
  • Sostituzione di uno o più finanziamenti preesistenti con un’eventuale erogazione aggiuntiva di liquidità;
  • Consolidamento di eventuali altri prestiti o soddisfazione delle esigenze di liquidità del privato cliente.

Importo massimo finanziabile: fino al 70% del valore dell’immobile, ed entro comunque il limite dell’80%.

Durata del mutuo: 5, 10, 15, 20, 25, 30 anni.

Tasso di interesse: variabile, in quanto determinato sulla base della rilevazione dell’Euribor a un mese, maggiorato di una commissione fissa (spread).

Modalità di rimborso:

  • Rata variabile, con cadenza mensile;
  • Variabile mese dopo mese in base alla quotazione dell’Euribor ad un mese, rilevato per valuta il primo giorno lavorativo del mese anteriore alla scadenza della rata;
  • Rata formata da una quota capitale, prefissata in base al piano di rimborso e da una quota di interessi, variabile in base alla rilevazione dell’Euribor.

Ammortamento del mutuo:

  • Piano di ammortamento del capitale calcolato sulla scorta di una aliquota data dalla quotazione dell’Euribor a un mese, maggiorato di una commissione fissa (spread);
  • Il piano di ammortamento capitale è fissato all’atto della stipula, si allega al contratto di mutuo ed è immutabile per tutta la durata del mutuo stesso.

Mutui BNL Variabile: spese di istruttoria e spese di perizia

All’interno del sito web ufficiale BNL, nella parte relativa ai mutui BNL Variabile, si trovano altresì essenziali indicazioni in tema di spese di istruttoria e spese di perizia. Ecco le caratteristiche delle spese di istruttoria mutuo, le quali dipendono di fatto dall’importo finanziato, come di seguito indicato:

  • Fino a euro 80.000,00 le spese corrispondono all’1,25% (per un massimo di euro 1.000,00);
  • Per mutui fino a euro 130.000,00 le spese corrispondono all’1,00% (min euro 800,00 – max euro 1.300,00);
  • Mutui fino a euro 250.000,00 le spese corrispondono allo 0,90% (min euro 1.170,00 – max euro 2.250,00);
  • Per mutui oltre euro 250.000,00 le spese corrispondono allo 0,90% (min euro 2.250,00 – max euro 2.500,00);
  • Nessuna spesa in ipotesi di surroga.

Per quanto riguarda le spese perizia mutui BNL Variabile, esse sono calcolate in percentuale sull’importo finanziato. Ecco i dettagli:

  • imprti fino a euro 110.000,00: euro 300,00;
  • fino a euro 250.000,00: euro 300,00;
  • max euro 500.000,00: euro 350,00;
  • fino a euro 1.000.000,00: euro 450,00;
  • max euro 2.500.000,00: euro 550,00;
  • oltre euro 2.500.000,00: euro 800,00;
  • A carico di BNL in ipotesi di surroga.

L’istituto tiene altresì a precisare che l’assicurazione sui mutui BNL Variabile implica la copertura incendio e scoppio disponibile d’ufficio o presentabile di parte. Mentre la copertura è facoltativa in caso di perdita del lavoro, inabilità, premorienza. Nessun compenso omnicomprensivo per estinzione anticipata del mutuo è previsto.

LEGGI ANCHE >>> Mutui BNL Spensierato, caratteristiche e vantaggi: la guida rapida

Mutui BNL Variabile: la promozione valida fino al 28 febbraio 2022

E’ interessante notare anche un ulteriore vantaggio, connesso alla stipula di uno dei mutui BNL Variabile. Infatti, come indicato nel sito web ufficiale, “Comprare casa può essere una scelta sostenibile per te ma anche per l’ambiente. Se scegli un immobile in classe energetica A o B e richiedi un mutuo BNL entro il 28 febbraio 2022, hai un vantaggio in più: polizza MioMondo BNL gratis per 1 anno”.

In particolare, l’istituto intende precisare che se le abitazioni acquistate sono in classe energetica A o B, si può firmare a costo zero per il primo anno la Polizza MIOMONDO BNL, emessa da Cardif Assurances Risques Divers – Rappresentanza Generale per l’Italia e distribuita da BNL S.p.A.

Interessante notare che le garanzie di polizza MIOMONDO BNL, operative per la promozione, sono: danni al contenuto, ricorso terzi, responsabilità civile, danni da acqua condotta e fenomeno elettrico, assistenza casa.

La polizza ha una durata annuale e si rinnova tacitamente di anno in anno salvo disdetta espressa. In ogni caso, la banca rimarca che si tratta di offerta valida per domande di mutuo sottoscritte tra il 03/01/2021 e il 30/06/2022. Mentre la Polizza MIOMONDO BNL potrà essere sottoscritta in seguito all’erogazione del mutuo, ma non oltre il 30 giugno 2022.