Anche i familiari degli aventi diritto potranno figurare come esenti dal ticket sanitario. Una condizione regolata però dai codici per reddito.

Ticket sanitario esenzione
Foto © AdobeStock

Buone notizie sul fronte dell’esenzione dal ticket sanitario. La fruizione gratuita di alcune prestazioni mediche, infatti, è pronta ad allargarsi anche a coloro che, finora, non rientravano nel diritto inteso nella sua accezione classica. Fin qui, gli esenti erano inquadrati in base al loro reddito oppure in presenza di patologie particolari, con necessità di frequenti visite e controlli. Nessuna modifica nel secondo caso, mentre il primo allarga il ventaglio dei suoi benefici, estendendo l’esenzione dal ticket anche ai familiari, pur se a determinate condizioni. Una novità importante, da applicare però secondo i giusti crismi. La disposizione si estende infatti ad alcuni componenti del nucleo familiare e solo in base ad alcuni codici per reddito.

Solitamente, si tende ad accostare l’esenzione dal ticket sanitario a soggetti anziani (oltre i 65 anni di età), dimenticando che tale agevolazione può essere concessa anche a persone appartenenti a fasce d’età inferiori. Si tratta, sostanzialmente, di un esonero dal sostenimento delle spese sanitarie, sia in virtù di particolari situazioni reddituali che per ragioni di salute. Dal momento che, almeno fino a marzo, proseguirà lo stato di emergenza, le esenzioni in scadenza al 31 dicembre 2021 sono state perlopiù prorogate. Il nuovo orizzonte, per molte Regioni, sarebbe proprio quello del 31 marzo 2022. Le novità, però, non finiscono qui.

Ticket sanitario, si passa al digitale: autocertificazione 2.0 per gli esenti

Ticket sanitario, esenzione anche ai familiari: ecco i codici per reddito

L’esenzione dal ticket si estende quindi anche ai familiari del titolare, a patto che rientri in determinati codici per reddito. Gli stessi, inoltre, dovranno attestare specifiche condizioni, sia dal punto di vista reddituale che occupazionale. Saranno comunque quattro i codici per reddito che consentiranno di rientrare nell’esenzione “estesa”. Requisito indispensabile, naturalmente, è che almeno un familiare figuri già come beneficiario dell’esonero dalle spese mediche e sanitarie. Per quanto riguarda i codici, si va dall’E01, ovvero per cittadini al di sotto dei 6 anni o sopra i 65 e con reddito familiare entro i 36.151,98 euro, all’E02. Quest’ultimo, valido per i disoccupati con reddito familiare al di sotto degli 8.263,31 euro (11.362,05 euro se coniugato). Il reddito sarà estendibile di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Esenzione ticket 2022, la guida completa per non perdere tutto: requisiti e invio domanda

L’esenzione può riguardare anche i codici E03, ovvero i titolari di assegno sociale, e gli E04, quindi i titolari di pensione al minimo e con età superiore ai 60 anni. Il reddito familiare, in questo caso, dovrà essere pari o più basso di 8.263,31 euro, oppure 11.362,05 se il beneficiario è coniugato. Inoltre, per quanto riguarda i codici E02, E03 ed E04, l’esenzione dal ticket potrà estendersi anche ai familiari fiscalmente a carico del titolare. Per sciogliere ulteriori dubbi, è consultabile la sezione FAQ del Ministero della Salute.