La Regione Emilia-Romagna cambia le direttive sull’esenzione dal ticket sanitario. Come funziona il processo di digitalizzazione.

Esenzione ticket sanitario
Foto © AdobeStock

Rinnovamento digitale in vista per la Regione Emilia-Romagna. A partire da gennaio 2022, i sistemi del Fascicolo sanitario si aggiorneranno, mettendo a disposizione dei cittadini la versione elettronica (Fse) dello stesso. Utile per chi non figura ancora fra gli esenti dal versamento del ticket sanitario e desidera farne richiesta. Tutto dovrà avvenire via web, dalla presentazione della domanda (per reddito E01, ovvero famiglie con reddito al di sotto dei 36.151,98 euro) alla ratifica dell’esenzione. Questo varrà anche per le richieste di esenzione E03, rivolte ai titolari dell’ex pensione sociale), E04 (pensione al minimo) e FA2, rivolta alle famiglie numerose.

Il passaggio dal documento cartaceo a quello elettronico, come riferito da ForlìToday.it, avverrà quindi senza stravolgimenti. L’unica differenza sarà nelle procedure: da gennaio, infatti, i cittadini dovranno presentare la propria autocertificazione tramite il Fascicolo sanitario elettronico. Procedimento che, in teoria, dovrebbe richiedere meno tempo e un’accettazione altrettanto rapida rispetto alla procedura standard. Una novità che riguarderà, peraltro, anche le richieste di esenzione per disoccupazione e crisi, rispettivamente E02 ed E99. Entrambe in scadenza il prossimo 31 dicembre.

Ticket sanitario, come presentare l’autocertificazione digitale

Come detto, l’automatismo dovrebbe rendere tutto più semplice. A cominciare dalla compilazione della domanda. L’autocertificazione tramite il Fascicolo sanitario elettronico, infatti, avrà già di default molti dati importanti (innanzitutto quelli anagrafici). Tutto il resto, invece, verrà richiesto tramite una procedura guidata e riguarderà solo le informazioni necessarie. Dati mancanti o eventuali incongruenze verranno riscontrate più rapidamente nella fase di monitoraggio da parte dell’Ausl. Ci sarà inoltre la possibilità di usare la procedura standard per la richiesta di esenzione dal ticket sanitario ma solo per chi non possiede ancora le credenziali per il Fse. Le quali arriveranno al momento della presentazione dell’ultimo modello standard, fornite tramite Ausl sotto forma di credenziali Spid.

LEGGI ANCHE >>> Redditi superiori a 36.000 euro: ecco chi non paga il ticket sanitario

Fra le altre novità relative al ticket sanitario, figura lo stop alle esenzioni con validità illimitata. La decorrenza dall’1 aprile terminerà il 31 marzo del prossimo anno. A variare, quindi, sarà unicamente il periodo di validità dell’esenzione, sia per reddito che per disoccupazione o per nuclei familiari con due figli o più a carico. L’anagrafe regionale, tramite un riscontro dei dati presenti negli archivi dell’Agenzia delle Entrate, provvederà a rimuovere le esenzioni con scadenza illimitata, a meno che coloro che ritengono di averne ancora diritto non presentino una nuova autocertificazione. Tassativamente tramite Fasicolo sanitario elettronico.