Non sai come ottenere il saldo e la giacenza media della Postepay Evolution? Con questa semplice e accurata guida potrai averli facilmente 

Postepay Evolution
Fonte web

La Postepay Evolution è una delle carte prepagate più diffuse nel Bel Paese. Le sue enormi peculiarità la rendono piuttosto appetibile e quindi utile ad espletare diverse pratiche.

Pur non essendo un conto corrente dispone di un Iban il che rende molto più semplice alcune attività quotidiane come l’accredito dello stipendio o il pagamento di un bonifico. Ma in che modo si possono ottenere il saldo e la giacenza media?

Postepay Evolution fa al tuo caso? Scopri costi, sconti e numero verde

Postepay Evolution: come richiedere saldo e giacenza media

Sono due elementi piuttosto importanti che hanno delle finalità completamente differenti. Il saldo indica lo stato attuale dei risparmi del titolare della Postepay, mentre la giacenza media chiarisce quali somme vengono depositate abitualmente. In virtù di ciò aiuta a comprendere a quali cifre ha solitamente accesso una persona.

Sono indicatori molto importanti e lo sono a maggior ragione ai fini ISEE. Proprio per poter redigere questo documento è fondamentale conoscere i suddetti parametri. Al passo coi tempi si può accedere alla certificazione che riguarda l’estratto conto e saldo in giacenza media della Postepay direttamente online.

È necessario registrarsi sul sito di Poste Italiane ed entrare nell’area riservata a MyPoste e selezionare i servizi relativi alla propria Postepay Evolution. Una volta effettuato l’accesso è possibile trovare tutte le info del caso.

Se servono per l’ISEE va stampato il saldo al 31 dicembre dell’anno precedente e la giacenza media riportata nel rendiconto. Per quanto concerne il saldo, è consultabile anche tramite l‘app di Postepay. Questa però non fornisce la possibilità di ottenere alcun documento. Permette solo di avere un’istantanea dei risparmi.

Postepay, il servizio mai visto prima: quello che tutti aspettavano

L’alternativa è recarsi presso un ufficio postale, dove in pochi minuti si potranno ottenere sia il saldo che la giacenza media. È necessario avere a disposizione il codice fiscale oltre che la carta ricaricabile.

Naturalmente vanno richiesti al 31 dicembre dell’anno precedente. Solo così si potrà poi passare alla fase successiva, ovvero la consegna dei documenti al commercialista o al Caf prescelto per la stipula dell’ISEE.