Mutui BPM, l’offerta per i giovani è di quelle da non lasciarsi sfuggire

Il Gruppo BPM conta molte filiali in Italia. Milioni sono i clienti che lo hanno scelto. In particolare, meritano qui considerazione le offerte di mutui BPM MutuoYou per i giovani. 

mutui bpm

Comprare un’abitazione significa raggiungere un importante traguardo per la propria indipendenza e autonomia, è ben noto. Vero è che prima di acquistarne una, è opportuno vagliare attentamente le offerte del mercato locale, ma non solo. Per molte famiglie lo step successivo è rappresentato dalla scelta della banca presso la quale sottoscrivere un contratto di mutuo.

Di seguito, ci occuperemo dei mutui casa BPM. Rappresenta uno degli istituti di credito più affidabili che ci sono nel nostro paese. Lo faremo dando un’occhiata anzitutto al profilo della banca, onde averne un’idea in generale.

Ci soffermeremo così sui mutui a tasso fisso e variabile per i giovani, onde capire come funzionano in concreto. Vedremo poi il meccanismo del Fondo di garanzia previsto dal Governo.

Mutui BPM: il profilo del Gruppo in breve

“Una rete capillare a servizio di famiglie e imprese, marchi riconosciuti e una profonda conoscenza del mercato sono alla base della forza di Banco BPM, attivo in diversi ambiti del settore bancario (private banking, investment banking, asset management, banca assurance), anche attraverso le società partecipate del Gruppo”. Con queste parole, il Gruppo si presenta ai potenziali interessati alla stipula di un contratto di mutuo con BPM.

Come chiarito nel sito web ufficiale, il primo gennaio 2017 si sono fuse tra loro due grandi banche. Banco Popolare e Banca Popolare di Milano si sono infatti trasformate in S.p.A.

Da ciò è nato di fatto il Gruppo Banco BPM, che oggi rappresenta il terzo gruppo bancario in Italia. 22mila dipendenti, 1.400 filiali, 4 milioni di clienti e una presenza molto marcata nelle regioni del Nord Italia. Peraltro tra quelle a più alta concentrazione industriale del continente.

Il Gruppo è frutto della tradizione delle banche popolari e ha tra i suoi obiettivi, quello di creare uno sviluppo sostenibile nei territori in cui opera e redditività crescente per i suoi azionisti. Anzi BPM, insieme a clienti, azionisti e stakeholder in generale, mette al centro le proprie persone e le loro competenze. Non stupisce dunque che la formazione costante sia al centro della linea di azione del Gruppo.

L’attività di BPM

4 fattori chiave nell’attività di BPM, eccoli in sintesi:

  • Sostegno ai clienti attraverso una rete di relazioni, la guida verso scelte consapevoli, l’internazionalizzazione delle imprese e la tutela dei dati e della privacy;
  • Valorizzazione dei dipendenti con il citato investimento nella loro formazione, il coinvolgimento nella cultura aziendale, lo sviluppo di un migliore welfare.
  • Supporto del territorio e dell’ambiente attraverso il contributo attivo allo sviluppo e alla riduzione dell’impatto ambientale;
  • Promozione dell’integrità tramite l’applicazione di seri e corretti principi di comportamento e il mantenimento di salde relazioni con i fornitori di alto profilo.

All’interno del Gruppo BPM, sono considerati con estrema attenzione gli interessi e valori degli stakeholder. “Azionisti, clienti, collaboratori e tutta la comunità di riferimento, esprimendo in continuità con la storia e la tradizione del Gruppo, la vocazione al sostegno del territorio e alla centralità delle persone”. Ecco perché si può certamente affermare che in questo istituto vi sia un assetto di principi e un programma di obiettivi ben definiti.

Mutui BPM: i numeri del Gruppo

Alla luce di quanto detto finora, non è difficile scorgere e comprendere le caratteristiche clou della mission del Gruppo BPM. Anzi, la mission di Banco BPM indica chiaramente quella che è l’identità del Gruppo: si tratta di una banca che intende crescere e svilupparsi, ma restando legata e attenta alla realtà del territorio, vicina alle persone, alle imprese e al mondo non profit.

E infatti, il progetto di crescita BPM si basa su impegno e responsabilità, conservando un’adeguata solidità patrimoniale e redditività, nel rispetto dell’impegno assunto nei confronti degli azionisti. Non solo. Seguendo la consolidata tradizione, il Gruppo sostiene le iniziative utili allo sviluppo sociale e ambientale dei territori di riferimento.

Il Gruppo è attivo nell’intermediazione creditizia e finanziaria con società consolidate e d’eccellenza, ed è presente su gran parte del territorio nazionale. La forza del Gruppo Banco BPM è evidenziata dai numeri che fanno parte del suo sviluppo, e descrivono in sintesi una realtà in costante crescita, e formata soprattutto da persone e piccole-medie attività imprenditoriali.

Come opportunamente indicato nel sito web ufficiale, il Gruppo conta circa 300mila azionisti, di cui 130 investitori istituzionali in possesso di oltre 1/3 del capitale, circa 4 milioni di clienti (persone 87% aziende e professionisti 12%, non profit 1%). Mentre il CET 1 del Gruppo BPM è ampiamente sopra il 12%.

Specificamente in tema di mutui, in Banco BPM, è ben noto quanto l’acquisto di una nuova abitazione sia un passo significativo nella vita di una persona, ecco perché la varietà di offerte in tema di mutui BPM è ampia. I contratti sono stati studiati per rispondere alle esigenze del cliente e consentire di realizzare il sogno di una nuova abitazione. Lo vedremo di seguito, con specifico riferimento ai giovani.

Il Gruppo aiuta di fatto a comprare casa, costruirla o ristrutturarla con il mutuo più idoneo alle esigenze specifiche. Non solo: in caso di miglioramento dell’efficienza energetica, è possibile conseguire uno sconto sul tasso di interesse.

Ovviamente, premettiamo che per tutte le informazioni di dettaglio sui mutui che seguono, è possibile – ed anzi opportuno – fissare un appuntamento con uno specialista in filiale. Per farlo si può usare il comodo form del sito web ufficiale BPM, nelle pagine dedicata ai mutui.

Come funziona un mutuo?

Prima di vedere da vicino i mutui BPM MutuoYou previsti per i giovani nella formula a tasso fisso e tasso variabile, vogliamo spendere qualche parola sul contesto di riferimento.

Il mutuo per definizione consiste in un contratto che implica il coinvolgimento di due distinte parti:

  • la prima si impegna a versare una certa quantità di denaro;
  • la seconda si impegna a restituire la stessa quantità di denaro erogata insieme agli interessi.

In particolare, il contratto di mutuo è definito e regolato da codice civile, all’art. 1813, che ne è di fatto il fondamento normativo nel diritto civile italiano.

Nella prassi che a noi qui interessa, la parte che presta tale somma di denaro, vale a dire il capitale erogato, è la banca. Invece, la parte che si obbliga a restituirlo, con l’aggiunta di specifici interessi, sono di fatto le persone che intendono comprare un’abitazione (ma non soltanto) e che, ovviamente, rispecchiano una serie di requisiti di garanzia.

Tecnicamente parlando, gli interessi passivi sul mutuo sono quantificati sulla base di tassi di riferimento specifici, e sono restituiti con il capitale erogato attraverso versamenti periodici, le rate durante un lasso di tempo definito e in base ad un piano di ammortamento prestabilito.

In linea generale, il soggetto mutuatario – ossia colui che vuole comprare la casa – dovrà sopportare altri costi oltre agli interessi, come le spese di istruttoria, le spese di perizia, i costi notarili e altri legati all’intera durata del mutuo. Come vedremo però, con i mutui BPM MutuoYou Giovani, sono comunque molte le agevolazioni previste.

Inoltre, non bisogna dimenticare quanto segue. Prima di domandare un mutuo è essenziale calcolare con precisione la rata che si potrà pagare, in relazione al reddito percepito e che si pensa si incasserà negli anni successivi. Il rapporto rata-reddito è una valutazione fondamentale da fare per impedire l’emissione di una delibera sul mutuo negativa. D’altronde, è ben noto che ogni banca compie attenti controlli prima di scegliere se erogare il mutuo o meno. In altri termini, la banca valuta il merito creditizio del cliente e controlla, dunque, che la rata sia sostenibile per le sue possibilità.

Mutui BPM: MutuoYou Giovani Tasso Fisso e i vantaggi

“Grazie a MutuoYou Giovani di Banco BPM la tua casa diventa realtà. Puoi scegliere tra tasso fisso e tasso variabile con la garanzia del Fondo Prima Casa e condizioni dedicate. In più, con il fattore Green puoi ottenere lo sconto sul tasso se migliori l’efficienza energetica dell’abitazione”, sono le parole usate dal Banco per presentare in generale questa tipologia di mutui.

Vediamo anzitutto come funziona MutuoYou Giovani Tasso Fisso e poi sposteremo l’attenzione sull’offerta a Tasso Variabile.

Si tratta della soluzione adatta a chi ha meno di 36 anni, per l’acquisto della prima casa, la rata è fissa e in caso di efficientamento energetico dell’abitazione è possibile risparmiare sugli interessi. Sussistono condizioni agevolate e la possibilità di conseguire fino al 100% del valore dell’immobile.

I vantaggi di MutuoYou Giovani Tasso Fisso

I vantaggi di questo mutuo sono ben delineati nella pagina web ad hoc, all’interno del sito ufficiale del Banco BPM. Eccoli di seguito:

  • Finanziabilità: l’interessato può ottenere fino al 100% del valore dell’immobile, per un massimo di 250.000 euro, in virtù del Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa. Per quantificare l’importo massimo finanziabile si tiene conto del minore tra il valore commerciale (da perizia) e quanto dichiarato nel preliminare (compromesso) di vendita o nella proposta di acquisto.
  • Condizioni esclusive / agevolazioni sia sui tassi che sulle spese accessorie valevoli per i giovani che non hanno compiuto 36 anni di età; le giovani coppie o i nuclei familiari costituiti da coniugi o da conviventi “more uxorio” da almeno un biennio. In essi uno dei due componenti non deve aver oltrepassato i 35 anni di età alla data di presentazione della domanda di mutuo in oggetto.
  • Fattore Green: per tutto il lasso di tempo del contratto di mutuo, in virtù del fattore “green” si può ottenere uno sconto sul tasso. Sarà sufficiente compiere in ogni momento interventi di riqualificazione energetica sull’immobile di proprietà. Per godere dello sconto sul tasso di interesse, l’interessato può, alternativamente, aumentare di due classi la valutazione energetica della propria abitazione, o ridurre i consumi di almeno il 30%.

Da rimarcare che l’appena citata riduzione dei consumi è misurata “come variazione dell’Indice di Prestazione Energetica non rinnovabile Globale tra Attestato di Prestazione Energetica rilevato prima e post lavori”.

Nel sito web ufficiale della banca, è possibile compilare un apposito form che serve ad avere un’idea sul costo del mutuo BPM in oggetto. E’ molto semplice ottenerla: basta inserire il valore della casa che si intende acquistare e personalizzare la rata, cambiando l’importo e la durata del mutuo stesso.

In ogni caso, per le condizioni economiche di tutte le tipologie di mutuo occorre fare riferimento alle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai Consumatori, presenti presso le filiali della banca e online alla sezione Trasparenza sul sito www.bancobpm.it.

Da non dimenticare altresì che il versamento del finanziamento è subordinato alla ordinaria istruttoria da parte della banca. Il credito è peraltro garantito da un’ipoteca sul diritto di proprietà o su altro diritto reale avente per oggetto un bene immobile residenziale.

Mutui BPM: MutuoYou Giovani Tasso Variabile

Anche questa, come quella appena vista sopra, è una soluzione di mutuo molto interessante. Si tratta infatti della “scelta giusta per l’acquisto della tua prima casa, se hai meno di 36 anni e preferisci il tasso variabile. In più, puoi risparmiare sugli interessi se efficienti l’abitazione”, con queste parole il Gruppo BPM dà un quadro in generale di questa offerta.

Come accennato, si tratta di un contratto rivolto agli under 36, che intendono acquistare la prima casa. Grazie al MutuoYou Giovani Tasso variabile, l’interessato può ottenere fino al 100% del valore dell’immobile e condizioni agevolate. In particolare, la rata segue l’andamento del mercato dei tassi e se il contraente migliora l’efficienza energetica dell’abitazione, potrà conseguire uno sconto sul tasso di interesse.

I vantaggi di MutuoYou Giovani Tasso Variabile

Anche qui abbiamo una rete di vantaggi del tutto simile a quella vista sopra, ma giova indicarla di seguito per chiarezza e completezza:

  • Finanziabilità: l’interessato può ottenere fino al 100% del valore dell’immobile, con un massimo di 250.000 euro, in virtù del Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa (tra poco ne vedremo le caratteristiche essenziali). Inoltre, per quantificare l’importo massimo finanziabile si tiene conto del minore tra il valore commerciale (da perizia) e quanto dichiarato nel preliminare (compromesso) di vendita o nella proposta di acquisto.
  • Agevolazioni / condizioni esclusive: anche con riferimento al MutuoYou Giovani Tasso Variabile, il contratto include agevolazioni sia sui tassi che sulle spese accessorie per i giovani che non hanno compiuto 36 anni di età; le giovani coppie o i nuclei familiari costituiti da coniugi o da conviventi “more uxorio” da almeno un biennio. In essi uno dei due componenti non deve aver oltrepassato i 35 anni di età alla data di presentazione della domanda di mutuo in oggetto.
  • Fattore Green: come per il mutuo a tasso fisso, anche per il tasso variabile – per tutto il lasso di tempo del contratto di mutuo – in virtù del fattore “green” si può ottenere uno sconto sul tasso. Sarà sufficiente fare in ogni momento interventi di riqualificazione energetica sull’immobile di proprietà. Per avvalersi dello sconto sul tasso di interesse, l’interessato può, alternativamente, accrescere di due classi la valutazione energetica della propria abitazione, o far calare i consumi di almeno il 30%. Ciò permetterà un considerevole risparmio sul mutuo.

Come già visto per il MutuoYou Giovani a tasso fisso, nel sito web ufficiale della banca, è possibile compilare un form ad hoc, con cui farsi un’idea del costo del mutuo BPM in oggetto. E’ sufficiente inserire il valore della casa si intende acquistare e personalizzare la rata, cambiando l’importo e la durata del mutuo stesso.

Ovviamente, in caso di interesse nei confronti di questa tipologia di mutuo, il privato dovrà fare riferimento alle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai Consumatori, per le condizioni economiche di tutte le tipologie di mutuo.

E come è nella prassi, l’erogazione del finanziamento è pur sempre subordinata alla tipica istruttoria svolta dall’istituto di credito. In particolare, non bisogna dimenticare che il credito è garantito da un’ipoteca sul diritto di proprietà o su altro diritto reale avente per oggetto un bene immobile residenziale.

Il Fondo di garanzia mutui prima casa

Con riferimento a questa tipologia di mutui BPM, l’offerta dedicata si collega alle agevolazioni previste dal Fondo di garanzia per i mutui prima casa. Ciò è dettagliatamente spiegato dall’istituto nel proprio sito web ufficiale.

Da notare che il Fondo è stato predisposto presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze nel dicembre 2013 ed è stato rifinanziato lo scorso maggio con il “Decreto Sostegni-bis”, per una somma di 290 milioni di euro per l’anno 2021 e di 250 milioni di euro per l’anno prossimo.

Se ci si chiede cosa prevede il Fondo in questione, la risposta non è difficile da dare. Il Fondo infatti assegna una garanzia pubblica del 50%, al di là della composizione familiare e dell’età del richiedente il mutuo, per finanziamenti di importo non al di sopra a 250.000 euro. Non solo. Il citato Decreto Sostegni bis ha alzato all’80% la garanzia prestata dal Fondo per tutti coloro che rientrano nelle categorie prioritarie con ISEE non superiore ai 40 mila euro annui, e che ottengono un mutuo superiore all’80% rispetto al prezzo d’acquisto dell’immobile, comprensivo di oneri accessori.

In particolare, il Fondo in oggetto è mirato a tutti i cittadini “che non siano proprietari di altri immobili a uso abitativo (anche all’estero), ad eccezione di quelli che hanno acquisito la proprietà per successione causa morte, anche in comunione con altro successore, e che siano ceduti in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli”. Interessante notare che, al fine dell’erogazione del mutuo supportato dal Fondo, il Gruppo non impone ulteriori garanzie oltre alla tipica ipoteca sull’immobile e a quella fornita dallo Stato.

Nell’ambito degli aventi diritto al beneficio, sono altresì previste alcune categorie alle quali è assegnata la priorità, in ipotesi di domande pervenute nella stessa giornata. Eccole di seguito:

  • coppia coniugata o convivente more uxorio da almeno un biennio, in cui almeno uno dei componenti non abbia superato i trentacinque anni;
  • giovani sotto i 36 anni di età;
  • genitori single con figli minori;
  • conduttori di case popolari.

Tuttavia, non bisogna dimenticare che – alla luce delle norme vigenti – per coloro che, pur rispettando i requisiti di accesso al Fondo in oggetto, possiedono un ISEE al di sopra dei 40 mila euro annui o richiedono un mutuo al di sotto o uguale all’80% del prezzo d’acquisto dell’immobile, la garanzia citata è comunque fornita, ma sul 50% dell’importo finanziato.

LEGGI ANCHE >>> Mutui Deutsche Bank: tassi, caratteristiche, vantaggi. La nostra recensione

Fondo di garanzia per i giovani: le caratteristiche dell’immobile da comprare

Il Banco intende rimarcare che l’immobile per cui l’interessato al mutuo, richiede il finanziamento agevolato:

  • Deve essere destinato ad abitazione principale;
  • Non deve appartenere alle categorie di immobili di lusso. Ossia rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi). Non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici n.1072 del 1969.

Sull’impianto normativo già previsto e applicato, sono intervenute ulteriori agevolazioni, per il tramite del Decreto Sostegni bis. Il provvedimento infatti prevede un pacchetto di agevolazioni fiscali a favore dei giovani under 36 con un ISEE non al di sopra dei 40.000 euro annui. Queste le caratteristiche:

  • azzeramento dell’imposta sostitutiva applicata ai mutui per acquisto prima casa, corrispondente allo 0,25% dell’importo finanziato;
  • azzeramento dell’imposta di registro che ammonta al 2% del valore catastale dell’immobile oggetto del finanziamento;
  • esonero dalle imposte ipotecarie e catastali per un totale di 100 euro.

Queste agevolazioni sono riconosciute nel momento chiave del rogito. Inoltre, se si acquista da un’azienda, l’IVA del 4% prevista sul prezzo d’acquisto deve comunque essere versata. Però dà diritto a un credito d’imposta di pari ammontare, che può essere portato in detrazione nell’ambito della dichiarazione dei redditi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Concludendo, in questo articolo abbiamo visto gli interessanti vantaggi connessi alla stipula di un MutuoYou Giovani di Banco BPM. Nella formula a tasso fisso o a tasso variabile. Grazie ad essi, l’interessato può conseguire un concreto risparmio. Inoltre il ‘paracadute’ rappresentato dalla garanzia del Fondo Prima Casa rassicurerà non poche persone. E con il fattore Green, i giovani possono conseguire lo sconto sul tasso di interesse, in caso di miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione.