Gratta e vinci, se sai davvero come funziona (forse) non giocherai più

Le probabilità di vincita del Gratta e Vinci “Il Miliardario” sono indicate dall’Agenzia delle Dogane. Ma le variabili da tenere in considerazione sono numerose.

Il Miliardario vincite
Foto © AdobeStock

La sera di San Silvestro non è solo spumanti e cenoni. Al 31 dicembre corrisponde tradizionalmente anche la lotteria di fine anno, con premi in palio per chi, in Italia, sarà stato abbastanza fortunato da azzeccare il biglietto giusto. Ognuno usa la sua strategia. Acquistare tanti biglietti, comprare in modo ponderato secondo presunte analisi personali. O affidandosi semplicemente alla fortuna. Più o meno quello che fanno tutti. Non bisogna dimenticare, però, che la Lotteria di Capodanno è solo una delle innumerevoli varianti dei giochi della fortuna. Anche nel corso dell’anno, infatti, sono decine di migliaia le persone che cercano di strappare il pass con la buona sorte.

I Gratta e Vinci sono un esempio classico. Ne esistono una varietà estremamente vasta e ognuno concede vittorie potenzialmente enormi. Alcuni, addirittura, permettono di vincere una cifra da reimpiegare per l’acquisto di un’abitazione. Uno dei giochi più gettonati, però, è senza dubbio Il Miliardario. Un Gratta e Vinci che, come suggerisce il nome, consente di vincere una cifra massima pari a un miliardo delle vecchie lire. Il gioco è piuttosto semplice: basta scoprire i cosiddetti “Numeri vincenti” nascosti dietro l’immagine di cinque monete con il simbolo €, quindi basterà fare lo stesso con “I tuoi numeri”, celati dall’immagine dei blocchetti di banconote. Per vincere, è necessario che nei secondi si trovino uno o più dei primi. In questo caso si vincerà il premio corrispondente o la somma degli stessi. Il costo del biglietto è di 5 euro.

Il Miliardario: chi vince davvero e quanto si spende

I premi sono variabili, in base al simbolo piccolo diamante: la stella vale 100 euro, il ferro di cavallo 200, la moneta 500 e il lingotto vale tutti i premi presenti. Il totale massimo è di 500 mila euro. Altri premi variano da un minimo di 5 euro a un massimo di 300 mila, con una probabilità di vincita pari a 1 biglietto ogni 7,84 venduti. Almeno per quanto riguarda i premi superiori al costo della giocata. La vincita massima, invece, si attesta a un biglietto ogni 6 milioni. In totale, sono 108 milioni i biglietti in circolazione, con soli 18 di essi (per un totale di 54 biglietti vincenti) che consentono di accedere ai tre premi più elevati (500 mila, 300 mila e 100 mila euro). Considerando anche gli altri premi, i biglietti vincenti sono in totale 26.914.878.

LEGGI ANCHE >>> “Mi sentivo che avrei vinto” E ha stravinto al Miliardario Maxi

Ma le probabilità sono solo un calcolo effimero. E’ chiaro per pescare il biglietto vincente sui soli 54 che danno diritto al premio massimo, occorra una dose di fortuna notevole. Non è impossibile però, visto che a cadenza abbastanza frequente i Gratta e Vinci consentono di vincere una bella somma. Per quanto riguarda Il Miliardario, ponendo il caso che siano venduti tutti i 108 milioni di biglietti, il ricavato si attesterebbe a 540 milioni. Le probabilità di vincita, tuttavia, tengono conto anche del numero di biglietti venduti, il che rende il calcolo di un biglietto vincente ogni 7,84 piuttosto approssimativo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le variazioni sarebbero comunque infinitesimali, anche a fronte di un numero inferiore di biglietti venduti. Tenendo inoltre conto che la percentuale massima di restituzione in vincita, non andrebbe comunque a coprire la totalità degli incassi. Sui Gratta e Vinci ordinari, ad esempio, su una probabilità di vincita di 1 su 3,36, la restituzione arriverebbe “solo” al 75% di copertura totale. In pratica, se la fortuna sorride solo a un numero limitatissimo di persone, per il resto è più ciò che esce che ciò che entra. E forse non sarà una sorpresa.