Whatsapp, attenzione alla diabolica truffa di Natale: cosa fare per evitarla

Andiamo a scoprire cosa si sono inventati stavolta i cybercriminali, che hanno utilizzato nuovamente Whatsapp per i loro loschi comodi 

Whatsapp
Fonte Adobe Stock

A Natale siamo tutti più buoni. Un tempo questo motto sembrava essere più calzante, al giorno d’oggi invece appare come uno dei più fasulli luoghi comuni. Se per alcuni è un’occasione di festa e di gioia, per altri è l’ennesima opportunità per prendersi gioco del prossimo.

È il caso degli hacker che per l’occasione hanno ideato una nuova truffa, avvalendosi di uno degli strumenti più in auge durante le festività, ovvero Whatsapp. Cerchiamo di capire in che modo si compie e soprattutto quali contromosse si possono attuare per evitare di cadere nella trappola. 

Whatsapp: come funziona la nuova truffa di Natale

In pratica si tratta di un messaggio inviato sulla nota applicazione di messaggistica istantanea. Nel contenuto c’è la possibilità di ricevere un saluto speciale o un regalo di festa semplicemente facendo click su un collegamento ipertestuale in allegato.

Una volta aperto il link viene scaricato un trojan che consente ai loschi criminali di accedere alle informazioni private della vittima. Quindi anche se questo genere di messaggi arriva da un conoscente (che probabilmente è già stato truffato), è bene diffidare e soprattutto non aprirli.

Purtroppo però il tutto viene reso più reale dall’utilizzo di marchi e pagine conosciute. Inoltre sono presenti anche commenti di presunti partecipanti (con tanto di profili personali) che dichiarano di aver vinto il premio.

In virtù di ciò non è propriamente semplice sventare il pericolo, soprattutto per le generazioni più avanzate, non propriamente avvezze con gli strumenti tecnologici e magari inconsce dei pericoli che si nascondono in rete e sulle app.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, leggere anziché ascoltare i messaggi vocali: il trucco che tutti aspettavano

Altra carta che spesso si giocano gli hacker è quella di puntare sulle preferenze delle persone dopo averle studiate sui social network. Quindi anche quando arriva il link di un possibile regalo che potenzialmente ci piace, va assolutamente cestinato.

Inoltre vanno prese le dovute precazioni per mettersi al riparo da qualsiasi genere di attacco. Degli esempi in tal senso sono la creazione di password complesse, l’utilizzo dell’autentificazione a più fattori o in due passaggi e l’aggiornamento del sistema operativo su smartphone e computer. Possono essere soluzioni di sicurezza qualora insorgano dei problemi.