Gruppo BPER è una delle realtà bancarie più importanti e significative in termini di presenza sul territorio. Come funzionano i mutui?

Mutui Bper

La stipula del mutuo è un momento importante nella vita dei giovani e dei meno giovani. Abbiamo innanzi un prestito a titolo oneroso, e chi ha ottenuto in prestito una somma di denaro, oltre che dover occuparsi del rimborso, deve altresì versare anche una quota di interessi che è calcolata attraverso il tasso di interesse.

Ci riferiamo al caso del mutuo bancario richiesto per la compravendita di beni immobili o per le ristrutturazioni di edifici. Ma analoghe considerazioni valgono anche per l’imprenditore e le sue attività aziendali (es. investimenti in ricerca e sviluppo).

Di seguito intendiamo focalizzarci sui mutui BPER – Banca Popolare Emilia Romagna – onde capire quali sono e come funzionano. Prima però vedremo la banca in breve, onde ricostruirne il profilo in sintesi. Facciamo chiarezza.

BPER: il contesto di riferimento

Come indicato nelle pagine web del sito ufficiale, il Gruppo BPER Banca nacque nel 1992 per iniziativa di BPER Banca stessa. La finalità originaria era quello di creare una realtà in cui ogni istituto potesse avvalersi delle sinergie di un Gruppo molto articolato e di spessore, conservando tuttavia autonomia operativa e presenza sul territorio.

Ma vero è che la storia di BPER è lunga più di 150 anni, e riguarda una banca per il territorio, per le persone e per la cultura. “Pensiamo che la storia sia nelle mani di chi sa cambiare ed evolversi. Da 150 anni scegliamo di crescere insieme alle persone che ci danno fiducia, nel territorio e per il territorio. BPER Banca oggi è una banca solida perché forte delle proprie radici, è stata in grado di adattarsi ai cambiamenti facendone il proprio punto di forza”.

Nel lontanissimo 1867 furono poste le fondamenta di questa duratura realtà, ossia partecipazione e impegno collettivo. E da quell’anno la crescita fu costante. Dalla volontà del tutto innovativa di uomini e donne dell’Emilia che si organizzarono e collaborarono per provvedere alle proprie esigenze, fu fondata nel 1867 la Banca Popolare di Modena, su spinta della Società Operaia di Mutuo Soccorso. Come accennato, la struttura di ridotte dimensioni, ma ben funzionante, acquisì credibilità in modo graduale e progressivo. Con ciò affermando i citati valori della partecipazione e dell’impegno collettivo, ancora oggi alla base di tutte le attività del Gruppo BPER.

Inoltre, come indicato nel sito web: “Serietà, trasparenza e professionalità sono i valori di fondo che ispirano “il modo di fare Banca” del Gruppo BPER, con la volontà di favorire in ogni contesto il piccolo risparmio delle famiglie e le risorse delle imprese, concependo l’esercizio del credito come strumento di sviluppo e di promozione del territorio”. Territorialità e vicinanza ai bisogni di singoli, famiglie ed imprese sono elementi distintivi della banca, e detti elementi sono ben presenti anche nell’offerta di mutui BPER.

Da notare che il Gruppo BPER Banca è una realtà che contempla due Banche commerciali, autonome e ben inserite nei loro territori di appartenenza. Non solo. A parte gli istituti di credito, il Gruppo include anche diverse società prodotto (risparmio gestito, credito personale, leasing e factoring) e strumentali.

Ancora, il Gruppo BPER Banca può fare riferimento ad una consolidata rete di partnership e partecipazioni, in istituzioni finanziarie straniere. Proprio questo aspetto risulta molto utile alle aziende che svolgono percorsi di internazionalizzazione.

I numeri di BPER parlano chiaro e certamente sono alla base della solidità dell’offerta dei mutui BPER, che tra poco vedremo da vicino. Come risulta dai dati più aggiornati, pubblicati nelle pagine web del sito istituzionale, il Gruppo conta ben 1414 filiali BPER al 21 novembre di quest’anno.

BPER: la stabilità e solidità del Gruppo

E’ chiaro che per decidere di firmare un contratto di mutuo con un istituto di credito, prima occorre fidarsi e aver ben chiaro che il proprio interlocutore, ossia il soggetto mutuante, è del tutto credibile. Ecco perché per questo operatore del mondo bancario è molto importante dimostrare di avere tutti i numeri in regola per rappresentare un’ottima scelta, anche in tema di mutui BPER.

Come indicato nel sito web istituzionale, sono fondamentalmente tre gli elementi che consentono di definire affidabile questa banca. Ci riferiamo all’alta solidità patrimoniale, all’alta liquidità e al basso profilo di rischio. Ciascuno di questi fattori è molto importante ed è alla base della credibilità del Gruppo ed anche della propria offerta di mutui. Vediamoli in sintesi distintamente

Alta solidità patrimoniale

Lo dice lo stesso istituto nel proprio sito internet. Il CET1 (Common Equity Tier 1) è l’indice che misura la solidità bancaria e per BPER è molto positivo. Occorre ricordare che più alto è questo valore rispetto a quello assegnato dalla BCE, più la banca è da ritenersi solida, anche nel confronto con le concorrenti.

Come indicato da BPER, il CET 1 è ampiamente al di sopra del minimo che è  richiesto per il 2021. Nel dettaglio:

  • CET1 Phased In Gruppo BPER Banca: 14,7%;
  • CET1 minimo richiesto da BCE: 8.125%;
  • Utile netto: 586,2 milioni.

Alta liquidità

I mutui BPER si giovano poi degli indici di liquidità particolarmente buoni. Infatti, rispetto agli indici di liquidità previsti dalla normativa, quelli BPER sono di gran lunga al di sopra dei minimi richiesti.

L’istituto inoltre precisa di avere ampia capacità di accedere alle operazioni di rifinanziamento concesse dalla BCE per conservare alto il livello di liquidità.

Bassa rischiosità

Il profilo di rischio BPER è uno tra i più ridotti del contesto bancario italiano. In base alla Leva Finanziaria, l’indicatore per la valutazione del rischio di una banca, considera quella in oggetto tra le migliori del sistema nazionale. Leverage Phased In Gruppo BPER Banca: 4,9%.

Interessante inoltre notare quanto accaduto nel corso del 2021, che rende oggi BPER la terza banca nazionale per numero di filiali. Quest’anno è stata infatti perfezionata l’acquisizione dal Gruppo Intesa Sanpaolo del compendio aziendale bancario composto da 486 Filiali e 134 Punti Operativi. La distribuzione sul territorio si manifesta in alta concentrazione nel Nord Italia, in particolare nella regione Lombardia.

D’altronde, presso questa importante realtà bancaria è ben noto che a partire dal primo gennaio 2016, con il recepimento della nuova direttiva europea BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive), nel nostro paese e nei paesi dell’UE sono state disposte nuove regole mirate a prevenire e gestire le crisi delle banche.

Le nuove norme permettono di gestire le crisi in maniera ordinata con mezzi più efficaci e l’uso di risorse del settore privato, facendo calare la portata degli effetti negativi sul sistema economico ed impedendo così che il costo dei salvataggi pesi sui contribuenti.

In ogni caso, la nuova normativa europea sulle crisi bancarie sottolinea che quella di affidarsi ad una banca solida diventa una scelta ancora più importante. E l’affidabilità di BPER Banca, come sopra indicato, consente di guardare con fiducia al rapporto cliente-banca, anche in tema di mutui BPER. Che adesso considereremo.

Mutui BPER: il calcolatore online della rata

Tra i nostri mutui c’è sicuramente la soluzione che fa per te, per comprare, cambiare o ristrutturare casa. Siamo a tua disposizione per accompagnarti nella scelta migliore, con trasparenza e chiarezza. Guarda i nostri mutui e prendi un appuntamento con i nostri specialisti”, queste sono le parole usate da BPER per presentare i propri mutui BPER alla potenziale clientela.

Anticipiamo subito che all’interno del sito web ufficiale del Gruppo, nella sezione dedicata ai mutui è presente un servizio molto utile. Consente di calcolare la rata del mutuo a tasso variabile o fisso. Certamente si tratta di un servizio idoneo ad avere una prima idea della cifra che si andrà poi a spendere dopo la stipula del relativo contratto.

In particolare, se il privato progetta di acquistare, costruire o ristrutturare la casa e se cerca un finanziamento, conoscendo già il prezzo dell’immobile o l’importo dei lavori, è possibile effettuare il calcolo della rata dei mutui BPER.

Non solo. Se l’interessato ha già aperto un mutuo per l’abitazione e intende però trovare condizioni migliori altrove, può servirsi del calcolatore online per quantificare immediatamente la nuova rata del mutuo a tasso fisso per trasferirlo in BPER Banca attraverso la surroga del mutuo.

Per effettuare il calcolo della rata del mutuo online, sono sufficienti pochi secondi. Basta immettere i dati relativi ai seguenti elementi:

  • Il valore dell’immobile (esclusivamente se si tratta di nuovo mutuo, non di surroga);
  • L’importo del mutuo (o la somma che rimane da pagare, in ipotesi di surroga);
  • La durata del mutuo.

Inoltre, con il calcolatore online dei mutui BPER, il potenziale cliente può altresì stimare il mutuo che ottiene, a cominciare dalla rata mensile che si intende pagare. Così da orientarsi al meglio su quale immobile vi è la possibilità di acquistare o costruire. 3 step:

  • Indicazione della rata ideale del mutuo;
  • Inserimento del proprio anno di nascita;
  • Indicazione della durata del mutuo.

Mutui BPER a tasso variabile e fisso: le caratteristiche

Si tratta di una proposta di mutuo per la quale, ovviamente, è possibile richiedere una soluzione personalizzata. In base alle proprie esigenze e sulla scorta della preparazione e competenze dell‘addetto BPER che offre assistenza e consulenza.

All’interno del sito web, nella sezione dedicata ai mutui BPER a tasso variabile e fisso, si può trovare indicato uno schema riassuntivo, avente le seguenti caratteristiche:

Mutuo Tasso Fisso

  • Destinatari: coloro che cercano il massimo della tranquillità, assicurata da rate costanti e d’importo sempre identico;
  • Indice di riferimento: tasso fisso finito per tutta la durata;
  • Durata: massimo trentennale;
  • Vantaggi: il cliente può scegliere di fissare il tasso anche soltanto per un periodo iniziale.

Mutuo Tasso Variabile

  • Destinatari: coloro che intendono sfruttare i vantaggi di un tasso che segue l’andamento di mercato;
  • Indice di riferimento: Euribor 3 mesi media mese precedente, arrotondato allo 0,10 superiore;
  • Durata: massimo trentennale
  • Vantaggi: il cliente può cambiare la tipologia di tasso durante il mutuo.

Ovviamente nella relativa pagina web, dedicata a questo tipo di mutuo, BPER indica che è possibile servirsi del citato calcolatore online per avere un’idea di ciò che comporterà la sottoscrizione di questi mutui BPER.

Vero è che, in ogni caso, l‘istituto di credito si riserva il diritto di subordinare l’accesso al finanziamento ad una valutazione del merito creditizio, com’è nella prassi del settore.

Mentre, per le condizioni contrattuali ed economiche, l’istituto – all’interno della sezione relativa a questi mutui – effettua il rinvio al documento “Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori”, a disposizione della clientela in ogni Filiale o su www.bper.it sezione “Trasparenza”, alla voce “Mutui Ipotecari a Consumatori”.

Mutui BPER: come funziona Prima Casa Under 36

Si tratta di un mutuo fino al 100% per l’acquisto della Prima Casa, riservato agli Under 36. Come indicato nella pagina apposita sul sito web BPER: “Se hai meno di 36 anni e stai acquistando la tua prima casa, puoi richiedere un mutuo assistito dal Fondo Prima Casa, che ti dà la possibilità di ottenere un mutuo fino al 100 per cento del valore dell’immobile che vuoi acquistare”.

Non bisogna infatti dimenticare che il Decreto Sostegni Bis approntato dal Governo dispone, fino al 30 giugno 2022, la concessione della Garanzia Consap all’80% oltre che agevolazioni fiscali per tutti i giovani under 36 con ISEE fino a 40.000 euro, sia per il mutuo che per l’acquisto.

Ecco di seguito quelle che sono le caratteristiche del mutuo con Garanzia Pubblica (Consap), così come indicate nella pagina web di questo tipo di mutui BPER, nel sito della banca:

  • Scopo: acquisto prima casa;
  • TAN: 1,15%;
  • Durata: minima 5 anni – massima 30 anni;
  • Spese istruttoria: 390,00 euro;
  • Incasso rata: 2,00 euro;
  • Importo massimo: 250.000 euro;
  • Garanzia Consap: prevista, per cui non sono obbligatorie altre garanzie da parte dei genitori;
  • Agevolazioni fiscali: azzeramento dell’imposta sostitutiva (fino al 30 giugno 2022 in ipotesi di acquisto e con ISEE inferiore 40.000 euro).

Soggetti che possono avvalersi di questo mutuo:

  • Persone che non hanno ancora compiuto 36 anni;
  • Genitori single con figli minori;
  • Conduttori di case popolari;
  • Giovani coppie, il cui nucleo familiare sia stato formato da almeno due anni, e nel quale uno dei componenti non abbia oltrepassato i 35 anni di età.

Condizioni per accedere a questi mutui BPER:

  • Essere cittadini italiani o stranieri con permesso di soggiorno nel nostro paese;
  • Non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo;
  • Richiedere un mutuo non al di sopra di 250.000 euro;
  • Acquisto di un immobile non di lusso localizzato nel nostro paese;
  • Utilizzo dell’immobile come prima casa;
  • Possesso di un ISEE non al di sopra dei 40.000 euro in corso di validità e conforme per tutti i mutuatari (solo per la garanzia Consap all’80%). La garanzia al 50% può essere richiesta anche con ISEE più alto.

Anche con riferimento a questo mutuo, l’istituto si riserva in ogni caso il diritto di concedere l’accesso al finanziamento dopo una approfondita valutazione del merito creditizio. Mentre, per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia al documento “Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori”, a disposizione della clientela in ogni Filiale o su www.bper.it sezione “Trasparenza”, alla voce “Mutui Ipotecari a Consumatori”.

Come già per altre offerte di mutui BPER, anche con riferimento al mutuo per gli under 36, la banca rinvia ad un incontro con un consulente per quanto attiene al rilascio di tutte le informazioni di dettaglio, anche in considerazione della situazione specifica del potenziale cliente.

Mutui BPER: come funziona Pro-Tetto

Presentato come il “massimo ad un tetto massimo”, si tratta di un contratto che rappresenta “un aiuto sicuro per la tua prossima operazione immobiliare”.

Anche questa ipotesi di mutuo è molto interessante e mira ad attuare il progetto casa del cliente. In sintesi, il mutuo Pro-Tetto consiste in un finanziamento a tasso d’interesse variabile, con un tasso massimo fissato alla data della stipula del contratto.

Si tratta di una proposta rivolta a chi vuole acquistare, costruire o ristrutturare immobili ad uso residenziale, con la sicurezza di non oltrepassare mai il tetto massimo concordato.

Inoltre, il Mutuo Pro-Tetto può finanziare fino all’80% del valore dell’immobile e la sua durata può estendersi ai 30 anni, come già altre ipotesi di mutui BPER. Il cliente è avvantaggiato da un tasso assolutamente competitivo, ossia tale da seguire sempre l’andamento del mercato. Significativa la garanzia di non superare mai il limite massimo di tasso prestabilito, tutelando la rata dalle oscillazioni al rialzo dei tassi d’interesse, che chi opera nel campo, ben conosce.

Non solo. Nell’ambito dei servizi accessori di Mutuo Pro-Tetto, vi sono varie combinazioni di assicurazione, a tutela del proprio finanziamento.

Come già per altre offerte di mutui BPER, questa realtà rinvia ad un incontro con un consulente per tutte le informazioni di dettaglio che possono essere date, anche in considerazione della situazione specifica del potenziale cliente.

In ogni caso, anche qui la banca si riserva il diritto di subordinare l’accesso al finanziamento ad una valutazione del merito creditizio, secondo quella che è la prassi tipica in tema di mutui.

Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia al documento “Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori”, a disposizione della clientela in ogni Filiale o su www.bper.it.

Mutui BPER: come funziona mutuo Green

Si tratta di una particolare tipologia di mutui BPER che si rivolge a chi intende avere un’abitazione ad alta efficienza energetica, ossia – come si dice in gergo – ‘ecosostenibile’.

In particolare, mutuo Green consiste nel mutuo ideato da questo istituto e rivolto a coloro i quali hanno a cuore l’ambiente e intendono acquistare una casa, sfruttando una serie di vantaggi. Ecco in sintesi il meccanismo del mutuo Green BPER:

  • Importo finanziabile: 80% del valore dell’immobile;
  • Tasso fisso agevolato;
  • Durata fino a 30 anni;
  • Acquisti: immobili in classi energetiche A e B;
  • Vantaggi: riduzione impatti ambientali e costi utenze luce e gas.

Tutti coloro che hanno a cuore le tematiche ambientali, potranno apprezzare il fatto che i mutui BPER in oggetto si ricollegano al progetto europeo Energy Efficient Mortgages Pilot Scheme, che ha la finalità di agevolare le persone che intendono acquistare immobili ad alta efficienza energetica e migliorare le loro abitazioni sul piano della sostenibilità, e con un occhio al futuro del pianeta.

Nell’ambito di questo prodotto, BPER propone un finanziamento a condizioni agevolate, nell’impegno alla riduzione degli impatti ambientali.

Ovviamente, la banca richiede specifici documenti per ottenere questa tipologia di mutui BPER. Oltre alla documentazione prevista per la richiesta dei mutui, dovrà infatti essere esibito l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) o il preliminare di vendita, che comprovi che l’abitazione che il cliente sta comprando rientra nelle classi energetiche A o B.

Come già per altre offerte di mutui BPER, anche con riferimento al mutuo Green, la banca rinvia ad un incontro con un consulente, per quanto attiene al rilascio di tutte le informazioni di dettaglio, in considerazione della situazione specifica del potenziale cliente.

Anche per questo mutuo, l’istituto si riserva il diritto di subordinare l’accesso al finanziamento ad una valutazione del merito creditizio. Mentre, per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia al documento “Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori”, a disposizione della clientela in ogni filiale o su www.bper.it.

LEGGI ANCHE >>> Mutuo prima casa: come ottenerlo con uno stipendio di 1.200 euro

Mutui BPER e superbonus 110%

All’interno del proprio sito web ufficiale, BPER si sofferma altresì sul Superbonus 110% (Ecobonus e Sismabonus). Di fatto consiste in un’agevolazione fiscale di cui al Decreto Rilancio. Consente la detrazione del 110% (per le spese sostenute dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021) nell’ambito di particolari interventi mirati a:

  • Migliorare l’efficienza energetica;
  • Abbassare il rischio sismico,
  • Effettuare l’installazione di impianti fotovoltaici o di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Molto interessanti queste novità.

  • Ottenimento del bonus fiscale con la cessione del credito d’imposta alle banche e altri intermediari finanziari;
  • “Sconto in fattura” da parte del fornitore di beni/servizi legati agli interventi sottoposti ad agevolazione.

In particolare, il privato può ottenere liquidità attraverso la cessione del credito d’imposta, prodotto dai lavori di ristrutturazione e riqualificazione. In caso di necessità, si può ottenere un supporto finanziario per lo svolgimento delle distinte tipologie di interventi.

Da notare altresì che si tratta pur sempre di offerta soggetta ad approvazione della banca. Mentre BPER rimarca che in ogni caso, non accetta pratiche di cessione credito d’imposta, derivante da Super/Eco e Sismabonus, il cui valore della spesa (importo totale fattura), singolarmente considerato, sia al di sotto dei 3.000 euro.

Per maggiori informazioni, è possibile anche in questo caso, contattare la banca e dunque fissare un appuntamento per discutere nel merito con un consulente specializzato. E ulteriori dettagli possono essere rintracciati nella pagina ad hoc sul superbonus 110% nel sito web ufficiale della banca, sezione Mutui.