Auto, multa fino a 332 euro per i trasgressori: l’errore che potrebbe costarvi caro

Multe salate fino a 332 euro per chi commette questo errore che potrebbe costare caro. Entriamo quindi nei dettagli per vedere di cosa si tratta e cosa c’è da sapere in merito.

automobilista multa cintura
Foto © AdobeStock

Abbigliamento, alimentazione, bollette e tanto altro ancora. Sono davvero molte le spese con cui ci ritroviamo puntualmente a dover fare i conti e che finiscono, inevitabilmente, per avere un impatto negativo sul bilancio famigliare. Tra queste si annoverano anche i costi per l’auto, come ad esempio il bollo, ma anche assicurazione, carburante e manutenzione. Se tutto questo non bastasse, in alcuni casi ci si può ritrovare a dover fare i conti con una sgradita sorpresa, ovvero una multa.

Una situazione tutt’altro che piacevole, che si verifica molto più spesso di quello che si possa pensare. Proprio in tale ambito, pertanto, si invita a prestare attenzione ad un errore particolarmente diffuso, che può costare molto caro, tanto da rischiare di dover pagare una multa fino a 332 euro. Ma di cosa si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Auto, multa fino a 332 euro per i trasgressori: tutto quello che c’è da sapere

Diverse sono le infrazioni commesse ogni anno e che portano a dover fare i conti con multe particolarmente salate. Proprio in tale ambito, qualche settimana fa vi abbiamo invitato a prestare attenzione all’obbligo scattato lo scorso 15 novembre. Ovvero l’obbligo delle catene a bordo o montaggio delle gomme adatte alla stagione invernale.

In caso contrario, infatti, si rischia di incorrere in sanzioni che partono da 41 euro e che possono aumentare di molto, fino a tramutarsi in una vera e propria stangata. Oggi, invece, parleremo di un errore molto diffuso, che può portare a dover fare i conti con multe fino a 332 euro. Si tratta, dovete sapere, dell’errore molto comune non allacciare la cintura di sicurezza.

Tale obbligo, ricordiamo, è stato ufficialmente introdotto nel 1988. In particolare, in base a quanto previsto dall’articolo 172 del Codice della Strada, tale obbligo riguarda sia conducenti che passeggeri, con particolare attenzione per quanto riguarda i bambini.

Auto, occhio alle direttive da seguire in presenza di bambini

In particolare sono previste delle apposite direttive da seguire in presenza di bambini di statura inferiore a 1,50 metri. Ovviamente bisogna assicurare una situazione di sicurezza, con un sistema di ritenuta per bambini, che deve risultare idoneo al loro peso e omologato in base alle direttive imposte dalla legge.

Ma non solo, in presenza di bambini di età inferiore a quattro anni, il conducente “ha l’obbligo di utilizzare apposito dispositivo di allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino, rispondente alle specifiche tecnico – costruttive e funzionali stabilite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti“.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto cancellato? Facciamo chiarezza: chi può sorridere

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nel caso in cui non si rispettino le disposizioni previste dalla legge, ecco che si rischia di dover pagare una sanzione amministrativa che va da 83 euro a 332 euro.